Principale
Sintomi

Faringite (J02)

Incluso: angina acuta

Non comprende:

  • ascessi:
    • peritonsillar (J36)
    • faringeo (J39.1)
    • retropharyngeal (J39.0)
  • laringofaringite acuta (J06.0)
  • faringite cronica (J31.2)

Se necessario, identificare l'agente infettivo utilizzando un codice aggiuntivo (B95-B98)

Escluso: faringite causata (quando):

  • vescicolare enterovirale (B08.5)
  • causato dal virus herpes simplex [herpes simplex] (B00.2)
  • mononucleosi infettiva (B27.-)
  • virus influenzale:
    • identificato (J09, J10.1)
    • non identificato (J11.1)

Faringite (acuta):

  • NOS
  • cancrenoso
  • BDI infettivo
  • purulento
  • ulcerosa

Angina (acuta) NOS

In Russia, la classificazione internazionale delle malattie della decima revisione (ICD-10) è stata adottata come un documento normativo unico per spiegare l'incidenza delle malattie, le cause delle chiamate pubbliche alle istituzioni mediche di tutti i reparti e le cause di morte.

L'ICD-10 è stato introdotto nella pratica dell'assistenza sanitaria in tutto il territorio della Federazione Russa nel 1999 per ordine del Ministero della Sanità della Russia, datato 27 maggio 1997. №170

Il rilascio di una nuova revisione (ICD-11) è pianificato dall'OMS nel 2022.

Ninofaringite - sintomi e trattamento negli adulti

Rinofaringite è una malattia che è comune nelle persone che ignorano la rinite. Nel processo di sviluppo della patologia, il processo infiammatorio si sposta verso la mucosa faringea. La malattia è abbastanza spiacevole e spesso agisce come una complicazione del comune raffreddore. Rinofaringite (RFT) si distingue per segni clinici e metodi di trattamento.

Rinofaringite - che cos'è?

La ninofaringite è un processo infiammatorio dell'anello nasofaringeo: la cavità nasale e la parete posteriore faringea. Alla malattia è stato assegnato un codice ICD 10 - J31. Il concetto di malattia comprende due tipi di malattia: rinite e faringite.

La rinite è un naso che cola, il più delle volte causato da un'infezione virale. L'infezione procede con un quadro clinico luminoso. Il paziente ha febbre, muco abbondante e congestione nasale. A poco a poco, l'infezione si diffonde più in alto, e raggiungendo la cavità della faringe provoca un'altra patologia - la faringite.

La faringite è un processo infiammatorio dell'anello faringeo e della membrana mucosa del segmento posteriore della faringe. Un sintomo comune di "mal di gola" è la faringite. La ninofaringite è una combinazione di due tipi di malattia, caratterizzata da manifestazione e naso che cola e mal di gola.

Il meccanismo di diffusione dell'infezione:

  1. Un agente patogeno (virus, batteri, allergeni) con un'immunità ridotta danneggia l'epitelio ciliato, causando un'adeguata risposta immunitaria.
  2. Quindi l'infezione sale lungo i passaggi nasali ed entra nella cavità nasale. Questo processo richiede da alcune ore a un paio di giorni, altrimenti è chiamato un periodo di incubazione.
  3. Avendo raggiunto la membrana mucosa della faringe, i vasi sanguigni si dilatano, i recettori nervosi sono coinvolti nella patogenesi e si verifica l'infiammazione delle due parti del sistema respiratorio superiore.
  4. A causa dell'aumentata secrezione dell'epitelio ciliato, aumenta la quantità di muco, che viene escreto durante il naso che cola e la tosse.

La natura del muco secreto dal nasopharynx è identico. Infatti, quando tossisci, "moccio" risaltare.

Il periodo di incubazione è diverso, ma dipende dalla causa della malattia.

Il picco della diffusione della malattia cade sulla "stagione influenzale e raffreddori". Circa il 70% dei pazienti è infetto, ma con un'immunità ben funzionante, i sintomi scompaiono rapidamente. Tuttavia, ciò non significa che la malattia si sia "ritirata da sola", perché il trattamento della rinofaringite è una manipolazione necessaria.

Tipi e forme della malattia

La malattia è classificata secondo un numero di segni: la forma del processo infiammatorio, la natura e le cause dell'infezione.

Nella forma di rinofaringite è acuta, cronica e allergica. Per caratteristiche morfologiche traumatiche, virali o batteriche. La natura della malattia è determinata dalla secrezione mucosa. Maggiori informazioni su ciascun tipo di malattia:

  1. Rinofaringite acuta. Si verifica più spesso insieme a un naso che cola, o agisce come una complicanza della sinusite. Il picco della malattia si verifica in primavera e in autunno, ma spesso "colpisce" le persone che trascurano le condizioni meteorologiche durante il periodo invernale: gelo, vento. A rischio, bambini in età scolare, neonati, in stato di gravidanza. Il quadro clinico è intenso, a volte con un carattere progressivo. La forma acuta della malattia dura da 3 a 10 giorni.
  2. Rinofaringite cronica. La principale causa di infiammazione cronica - malattia nepolozhennost. Il paziente lamenta una prolungata congestione nasale in combinazione con un mal di gola. I segni clinici differiscono da quelli acuti in intensità. Il gruppo di rischio comprende pazienti che hanno avuto rinofaringite, ma non hanno seguito il parere del medico. Secondo gli studi, la RFT ha meno probabilità di diventare cronica, rispetto ad altri processi infiammatori.
  3. Rinofaringite allergica. Allergia - una risposta immunitaria a una sostanza irritante. Se viene ingerito un allergene, il paziente soffre di naso che cola, lacrimazione e mal di gola. Il pericolo di una forma allergica è giustificato dal fatto che gli allergeni possono causare un gonfiore acuto dell'anello nasofaringeo o dell'angioedema. Gli allergeni più spesso sono: polline, peli di animali, polvere, prodotti alimentari e prodotti chimici domestici.

Oltre alle forme, ci sono varietà che dipendono dalla causa della malattia. La natura acuta della malattia include i seguenti tipi:

  • virale;
  • batterica;
  • traumatica;
  • micotica.

La forma cronica è rappresentata da specie quali: catarrale, mista, atrofica, subatrofica e ipertrofica.

Virale acuto

Chiamato da un organismo virulento. Nel 50% dei casi l'agente eziologico è il rinovirus - ARVI ne è l'esempio più chiaro. Il 30% ha adenovirus e i restanti pazienti hanno parainfluenza, coronavirus e influenza. Procede con un quadro clinico luminoso, con trattamento tempestivo viene eliminato in 3-5 giorni.

Batterica acuta

È causato da batteri gram-positivi e gram-negativi che, entrando nella cavità nasale, si moltiplicano vigorosamente. Una caratteristica della rinofaringite batterica è un cambiamento nella consistenza e nella natura delle secrezioni mucose dal nasofaringe (quando si soffia il naso o si tossisce).

Acuto traumatico

Si alza sullo sfondo delle lesioni meccaniche ricevute, o come risultato di azioni operative di appendici okolonosovy. La transizione dalla fase acuta alla forma cronica non è esclusa, ma il trattamento tempestivo o l'eliminazione della causa rende impossibile questa transizione.

Micotico acuto

Causato da infezione fungina nella cavità nasofaringea. Il fungo è causato da una prolungata terapia antibiotica, causando edema, iperemia e tosse secca superficiale. Per l'infezione micotica deve essere trattata con cautela, perché a causa di micelio ramificato, possibile rapida transizione della malattia al tratto respiratorio inferiore.

Catarrale cronico

Lo strato superficiale della mucosa è coinvolto nel processo infiammatorio. Moderato gonfiore e cambiamento di voce sono i tipici segni della malattia.

Trofico cronico

È suddiviso in ipertrofia, atrofia e subatrofia (forma transizionale). Lo strato epiteliale subisce cambiamenti distrofici. Le cellule gradualmente danneggiate vengono sostituite da tessuto connettivo o cicatrici. Più intensa è la forma cronica, maggiore è il rischio di completa degenerazione dell'epitelio (atrofia).

cause di

Le cause della malattia sono dovute all'influenza del fattore provocante sul tratto respiratorio superiore. Indipendentemente dal tipo di rinofaringite, si distinguono le seguenti cause di infezione:

  • SARS;
  • l'influenza;
  • le allergie;
  • inalazione di sostanze chimiche o vapori di gas;
  • malattie del tratto respiratorio inferiore;
  • ipotermia;
  • la malnutrizione;
  • beri-beri;
  • squilibrio ormonale;
  • la gravidanza;
  • infezioni da raffreddori frequenti;
  • malattie orali (carie, stomatiti);
  • herpes;
  • condizione dopo aver sofferto un mal di gola;
  • malattie croniche dell'orecchio;
  • anomalie strutturali;
  • rimani nella stanza piena di fumo.

Rinofaringite è più comune nelle persone con allergie e nei forti fumatori. Non bypassare e bambino fino alla fine del sistema immunitario non formato.

sintomi

Inizialmente, la malattia acquisisce i sintomi generali della rinite: un naso che cola, difficoltà a respirare, un leggero solletico in gola. I pazienti dicono combattimenti di gola. Quindi si sviluppano segni specifici. Sintomi di rinofaringite negli adulti:

  • aumento della temperatura corporea ai segni subfebrillari;
  • iperemia della faringe;
  • gonfiore del rinofaringe;
  • lacrimazione;
  • dolore durante la deglutizione della saliva;
  • mal di gola mentre si mangia;
  • mal di testa;
  • mancanza di respirazione nasale;
  • nasalmente nella voce;
  • tosse secca;
  • bocca secca;
  • sindrome delle labbra secche;
  • sentendo che qualcosa nel nasofaringe interferisce.

Nei bambini, la malattia può essere sospettata nelle prime fasi dello sviluppo. Il bambino si lamenta di mal di gola, arrossamento visivamente marcato e gonfiore della mucosa. È difficile per lui deglutire, il sonno diventa irrequieto. I bambini sono cattivi, rifiutano di mangiare. A volte la malattia si manifesta sotto forma di tosse profonda fino al riflesso del vomito.

Per ogni tipo di malattia, le proprietà sono un quadro clinico individuale, pertanto i sintomi comuni si distinguono.

In forma cronica, i sintomi sono meno pronunciati, non c'è temperatura, ma aumenta il dolore alla gola. I pazienti lamentano la sensazione della presenza di un corpo estraneo nel rinofaringe, e alcuni descrivono la sensazione come una sensazione di bruciore della parete posteriore faringea.

diagnostica

La diagnosi della malattia è ridotta all'esame obiettivo e alla ricerca dell'hardware. Un esame esterno tiene conto di tali indicatori come:

  • condizione della mucosa;
  • vampate di calore;
  • gonfiore;
  • segni sintomatici;
  • palpazione dei linfonodi cervicali.

A volte, sulla base dei risultati ottenuti, gli specialisti stabiliscono una diagnosi. La diagnostica aggiuntiva viene eseguita secondo le indicazioni e include i seguenti metodi:

  • rinofaringe a raggi X;
  • CT dei seni nasali;
  • pharyngoscope.

Sono richiesti test di laboratorio: OAK, semina batteriologica delle secrezioni di muco, campioni per l'identificazione di un allergene. Gli esperti raccomandano di farsi consigliare da un gastroenterologo, un pneumologo e un allergologo-immunologo. I dati ottenuti (nel complesso) sono interpretati dal medico. I sintomi della rinofaringite sono simili ad altre malattie (polmonite, sinusite), quindi diagnosi attente e qualifiche specialistiche consentono di stabilire la diagnosi clinica corretta.

trattamento

La terapia con RFT è ridotta alla stretta aderenza alla dieta e all'uso di droghe. Il trattamento dipende dalla forma e dalla natura del processo patologico, viene effettuato un trattamento sintomatico e specifico.

medicazione

Nel processo acuto vengono prescritti farmaci di azione generale e locale. Il trattamento sintomatico è l'uso di farmaci antipiretici.

Terapia specifica per l'infezione virale:

  1. Preparazioni antivirali di forma di targa, così come nella forma di gocce e supposte: Ergoferon, Kagocel, Interferon, Anaferon, Polyoxidonium. I farmaci antivirali hanno un effetto immunostimolante.
  2. Antisettici locali: Hexoral, Miramistin, Furacilin-spray. Come parte del farmaco ci sono sostanze che eliminano l'infezione.
  3. Soluzioni per il risciacquo a base di sale marino: fizratvor, Morenorm, Aquamaris.
  4. Gocce nasali vasocostrittore.
  5. Preparati per il diradamento del muco (mucolitici): ACC, Pertussina.

Nella forma batteriologica, un antibiotico di azione generale e / o locale è aggiunto ai medicinali elencati: Isofra, Polydex (gocce nasali), Vinylinum, soluzione di Lugol. Da compresse: Amoxiclav, Flemoklav Solyutab.

Trattamento di rinofaringite allergica:

  • lavare il rinofaringe con soluzione salina;
  • antisettici locali;
  • antistaminici sotto forma di spray (Fliksonaze, Kromoheksal, Aqualor Forte) o compresse: Suprastin, Diazolin.

Completa l'assunzione di trattamento farmacologico di complessi vitaminici. Inoltre, i pazienti sono invitati a bere più (fino a 2 litri di bevanda alcalina calda), a mangiare cereali, verdure bollite e frutta. I rifiuti dovrebbero essere da cibi freddi, caldi, salati e piccanti.

inalazione

L'inalazione è un trattamento efficace per la rinite e la faringite. Applicare l'inalazione di vapore comprovata con olio di eucalipto o nebulizzante. L'efficacia di quest'ultimo è dimostrata con mezzi scientifici. Come soluzione inalabile, viene utilizzata una soluzione fisiologica di sodio con aggiunta di farmaci e acqua minerale.

fisioterapia

La fisioterapia è prescritta per la cronologia del processo patologico. Sono ammessi i seguenti metodi:

La fisioterapia non influisce negativamente sul tratto digestivo e presenta un minimo di controindicazioni. Pertanto, è usato per i bambini e le donne in gravidanza, così come per la prevenzione e durante l'esacerbazione dei sintomi.

Come trattare a casa?

Trattamento popolare è ridotto all'uso di soluzioni di risciacquo e decotti per stimolare il sistema immunitario. Le soluzioni per il collutorio sono composte da erbe medicinali: camomilla, timo, calendula e farfara. Le soluzioni non concentrate vengono applicate due volte al giorno, prima della sanitizzazione faringea con farmaci. Per rafforzare l'immunità è preso decotto di camomilla, miele e limone. Durante la terapia non può escludere la possibilità di allergie.

Possibili complicazioni

In assenza di terapia e immunità indebolita, le complicazioni derivano dal sistema uditivo (otite), è possibile che l'infezione si diffonda al tratto respiratorio inferiore (bronchite). La sinusite e la transizione della malattia alla forma cronica sono possibili. Con l'immunità normale, la malattia scompare in meno di una settimana.

prevenzione

Il modo principale per prevenire la malattia è mantenere le difese del corpo. Per fare questo, si raccomanda di mangiare bene, temperare il corpo, assumere farmaci per stimolare l'immunità. L'importante ruolo di smettere di fumare e bere alcolici.

In un periodo di instabile situazione epidemiologica, evitare luoghi affollati o difendersi con una maschera medica. Al contatto con il paziente, utilizzare DPI, quindi risciacquare il nasofaringe con soluzione fisiologica. È necessario ventilare la stanza e rispettare il sonno e la veglia. I pazienti a rischio (in particolare quelli in stato di gravidanza) con i primi segni di malattia cercano assistenza medica professionale.

La rinofaringite è una malattia non pericolosa, ma porta a sintomi spiacevoli. Durante una malattia, una persona sperimenta un evidente disagio e dolore. L'edema laringeo altera la voce e disturba le papille gustative. Con un trattamento tempestivo, la malattia passa rapidamente e senza conseguenze negative. Un ruolo speciale è giocato dalla prevenzione, che consiste nell'indurire il corpo e seguire una dieta delicata.

Codificazione della faringite acuta nell'ICD

J 02 - Codice ICD 10 della faringite acuta, che è un processo infiammatorio nel tessuto linfatico e nella mucosa faringea. La malattia può manifestarsi sia acutamente che cronicamente. Questa patologia è solitamente causata da batteri, virus o funghi patogeni.

Dal punto di vista anatomico, la faringe ha 3 sezioni:

  • La sezione superiore è il nasofaringe, dove si aprono le cavità dei passaggi nasali, le aperture dei tubi uditivi e dove sono presenti importanti formazioni linfoidi: adenoidi e tonsille tubulari. Quindi, qualsiasi processo infiammatorio può diffondersi da questa parte della faringe e causare, rispettivamente, otite, adenoidite, rinite, sinusite.
  • La sezione centrale è l'orofaringe, che contiene molti follicoli linfoidi sulla parete di fondo. È associato alla cavità orale, alla faringe e alle tonsille. Di solito è questa parte della faringe che possiamo vedere intensamente iperemica con lo sviluppo dell'infiammazione.
  • Sezione inferiore - ipofaringe. Con la sconfitta di questa parte del processo infiammatorio spesso va alle parti inferiori del tratto respiratorio, la laringe e provoca laringite con i suoi sintomi intrinseci - abbaiare tosse, raucedine, afonia.

Crittografia della faringite acuta nelle casistiche

Ogni caso della malattia deve essere incluso nelle statistiche generali. Affinché tutte le istituzioni mediche abbiano un sistema di crittografia unificato, è stata adottata la revisione internazionale delle malattie 10. Il codice faringite secondo l'ICD 10 appartiene alla classe X "Malattie degli organi respiratori" ed è criptato come segue:

  • J 02 - ICD codice 10 faringite acuta;
  • J 00 - codice rinofaringite secondo ICD 10.

Caratteristiche cliniche

La faringite di solito si manifesta durante la stagione fredda ed è accompagnata dai seguenti sintomi respiratori:

  • solletico e gola secca;
  • dolore durante la deglutizione, tosse;
  • raucedine;
  • iperemia della gola (parete posteriore faringea, archi palatine, la lingua è intensamente rossa);
  • la respirazione nasale è spesso osservata - rinite acuta (naso che cola);
  • violazione della condizione generale - debolezza, febbre, sintomi di intossicazione sotto forma di dolori muscolari, mal di testa.

Non esiste un trattamento specifico per l'eziologia virale. È necessario aderire al riposo a letto, bere molti liquidi, fare gargarismi con il naso e la gola con antisettici, se necessario, usare farmaci antipiretici. Se la faringite acuta è causata da batteri, viene prescritta una terapia antibatterica. La malattia di solito passa in 5-7 giorni.

Salva il link o condividi informazioni utili nel social. networking

Sintomi e trattamento della rinofaringite

La ninofaringite è un'infiammazione della mucosa rinofaringea di natura infettiva.

Malati a qualsiasi età, i bambini sono più inclini a questa malattia più spesso a causa delle peculiarità della struttura del naso.

Classificazione ICD 10

Il nome esatto della malattia è rinofaringite catarrale acuta. Secondo il sistema di classificazione internazionale delle malattie ICD 10, rinofaringite catarrale acuta si riferisce alla rinofaringite.

Il codice di nasofaringite acuta (freddo acuto) ICD 10 J00. Rinofaringite acuta con ripetizione frequente diventa cronica, che si verificano con sintomi nascosti senza esacerbazioni.

motivi

L'insorgenza dei sintomi di rinofaringite acuta è associata ad un indebolimento delle difese generali del corpo e dell'immunità della mucosa nasale. L'infiammazione si verifica quando gambe ipotermia, testa.

Gli agenti causali dell'infiammazione della mucosa nasale sono i rinovirus, gli adenovirus, la propria microflora, solitamente gli streptococchi, gli stafilococchi.

sintomi

Nel corso della malattia, i cambiamenti della mucosa passano attraverso tre fasi: irritazione, sierose, secrezione purulenta.

Fase di irritazione

Nel naso, la gola sentiva graffi, solletico, secchezza. L'irritazione causa attacchi di starnuti, uniti da dolore durante la deglutizione, pesantezza alla testa.

La temperatura aumenta leggermente, spesso rimane entro il range normale. E solo in rari casi sale a 38 gradi.

Lo stadio iniziale di rinofaringite dura da alcune ore a due giorni.

Durante questo periodo, il guscio sotto l'azione dell'agente causativo dell'infezione aumenta gradualmente di volume, si addensa.

Come risultato dell'ispessimento della mucosa, i passaggi nasali si restringono, causando il deterioramento della respirazione, con conseguente mancanza di ossigeno nei tessuti. La voce del paziente acquisisce il nasalismo, il senso dell'olfatto è disturbato.

Fase di dimissione

I segni di infiammazione stanno aumentando. Dai vasi sanguigni, vasi linfatici nella cavità del rinofaringe, il liquido viene secreto, si accumula nella cavità nasale, sfocia nella laringe.

L'attività secretoria delle ghiandole mucose aumenta, aumenta il volume di muco. Nella cavità nasale si accumula lo scarico mucoso sieroso. La respirazione nasale è difficile, c'è abbondanza di rinite acquosa e viscida.

Il volume di scarico dipende dalle condizioni della mucosa all'inizio della malattia. Nella rinofaringite subatrofica, che è caratterizzata da assottigliamento della mucosa, il periodo di manifestazione dei sintomi acuti sarà meno lungo, la scarica dal naso è inferiore.

Quando inizialmente ispessita, la membrana mucosa ipertrofica, rinofaringite è grave, i sintomi sono più pronunciati.

Il gonfiore della mucosa porta a un restringimento dell'orifizio del tubo uditivo che porta al nasofaringe. Ciò causa congestione, rumore, disagio alle orecchie.

Il paziente continua gli attacchi di starnuti, uniti da lacrimazione, fotofobia, si sviluppano sintomi di congiuntivite.

Nelle secrezioni sierose dal naso contiene ammoniaca, cloruro di sodio. Queste sostanze, che si depositano sulla pelle sotto il naso, la mucosa delle vie nasali, sono irritanti e provocano arrossamento.

Rinofaringite acuta nei bambini in questa fase è accompagnata da grave irritazione della pelle del labbro superiore e l'area sopra di esso, la pelle è gonfia, arrossata.

Stadio di formazione di scarico purulento

Circa 5 giorni dopo l'inizio della rinofaringite, il pus viene miscelato con la secrezione di muco sieroso.

Le selezioni sono dipinte in un colore giallastro, verdastro.

Come parte del pus è un gran numero di linfociti coinvolti nella neutralizzazione del rinofaringite patogeno batterico, così come cellule epiteliali desquamate, batteri distrutti.

Poi l'edema della mucosa diminuisce, la respirazione nasale si normalizza gradualmente. Dopo 10-14 giorni dall'insorgenza della rinofaringite, i sintomi scompaiono, il paziente si riprende.

Caratteristiche di rinofaringite nei bambini

Nei bambini piccoli, il processo infiammatorio nella rinofaringite non si limita alla cavità nasale e alla gola. L'infiammazione diventa una malattia delle prime vie respiratorie, si estende alla trachea, ai bronchi.

Rinofaringite particolarmente difficile nei neonati. A causa della ristrettezza dei passaggi nasali, il bambino deve staccarsi dal seno durante l'allattamento per respirare l'aria. Con tale alimentazione, il bambino si stanca, lancia il seno, è denutrito, non ingrassa.

Rinofaringite nei neonati porta a disidratazione, flatulenza, diarrea, vomito, aerofagia - inghiottire aria.

Trattamento di rinofaringite

Le misure terapeutiche nel trattamento della rinofaringite mirano ad eliminare i sintomi della malattia e a ridurre la durata dell'infiammazione nel rinofaringe. La rinofaringite viene solitamente trattata a domicilio, si raccomanda il riposo a letto e il cibo dietetico che esclude i cibi piccanti.

Soffia il naso con cautela, solo attraverso un lato del naso, bloccando alternativamente le narici. Ciò impedirà che il muco venga gettato nel tubo uditivo, nell'orecchio medio.

Nei primi 3-4 giorni applicare le procedure termiche e di sudorazione. Gli adulti con rinofaringite hanno raccomandato una bevanda calda con la ricezione di aspirina, paracetamolo.

È possibile mettere i cerotti di senape in assenza di temperatura sui vitelli.

Il trattamento principale per rinofaringite acuta è agenti vasocostrittori. Si consiglia di utilizzare farmaci sotto forma di spray. Con questo metodo di applicazione, il dosaggio viene osservato con maggiore precisione, la cavità nasale viene processata in modo più uniforme.

Per il trattamento della rinofaringite prescrivono nazivina, napazolina, epinefrina, fenilefrina, xilometazolina. Nella pratica dei bambini, vengono utilizzati Nasol Baby e Nasol Kids contenenti fenilefrina.

La fenilefrina agisce delicatamente, non crea dipendenza, diciamo per l'uso nei bambini sotto i 3 anni. I bambini dopo i 6 anni sono prescritti adulti con il naso, contenenti ossimetazolina. La sostanza attiva ossimetazolina è anche contenuta nei preparati di afrina, nazivina, lekonile.

Il trattamento con gocce di vasocostrittore viene effettuato in brevi periodi al fine di evitare la dipendenza, lo sviluppo della rinite medica.

Il miglioramento in rinofaringite è annotato durante inalazione di soluzioni saline, un salino, un miramistin, dioxidine attraverso un nebulizer.

Per il trattamento locale della cavità nasale, è prescritto un unguento antimicrobico Mupirocina, spray nasale a base di framcetina, bioparox contenente l'antibiotico fusafungin.

Un buon risultato si osserva quando si applica spray polydex con fenilefrina, povidone-iodio farmaco contenente iodio. Assegna compresse per succhiare, antisettici, oli essenziali - antiangina, amazon, septolete, rotocan.

Se i sintomi della rinofaringite non diminuiscono entro 4 settimane, ciò indica che il processo è diventato cronico.

Come profilassi delle esacerbazioni della rinofaringite cronica, ricorrono all'inalazione attraverso un nebulizzatore. Utilizzare soluzioni contenenti sale marino.

Rimedi popolari

I rimedi popolari sono ampiamente usati per trattare la rinofaringite. Il più comune: gargarismi, instillazione nel naso, irrigazione della cavità nasale, lavaggio, inalazione attraverso un nebulizzatore.

Per i gargarismi usano decotti di camomilla, salvia, calendula. L'olio d'oliva viene instillato nel naso per ammorbidire la membrana mucosa nei primi giorni della malattia, insieme ai gargarismi.

Inalazione, il lavaggio del naso viene effettuato per mezzo di delfino, acqua minerale "Borjomi".

complicazioni

Nell'infanzia, l'infiammazione dell'orecchio medio diventa una frequente complicazione di rinofaringite. Nei bambini e negli adolescenti, rinofaringite acuta può provocare tracheiti, bronchiti e polmoniti.

prospettiva

Nei bambini e negli adulti, la prognosi è favorevole. Ai bambini indeboliti di età più giovane, i nasofaringite neonati sono trattati sotto la supervisione di un medico, la prognosi in questo caso è favorevole.

nasofaringite

17 dicembre 2018

  • Medici che curano: Otorinolaringoiatra, Terapeuta, Allergologo
  • Dieta per la malattia: dieta per l'influenza, infezioni virali respiratorie acute, raffreddori, dieta ipoallergenica

Informazioni generali

La ninofaringite (codice ICD-10 - J31) è un'infiammazione simultanea e fluente della mucosa nasofaringea (cavità nasale e parete faringea posteriore) di natura infettiva-allergica. La combinazione della lesione è dovuta alla vicinanza di queste divisioni anatomiche e i fenomeni infiammatori in uno di essi raramente si verificano in isolamento (l'area interessata della mucosa è mostrata in rosso nella figura sottostante).

Nella stragrande maggioranza dei casi, in presenza di focolai di infezione acuta / cronica nella struttura degli organi ENT (naso, seni paranasali, faringe superiore), i dipartimenti adiacenti sono anche coinvolti nel processo. Infatti, la rinofaringite è una combinazione di due malattie: rinite e faringite. Nel vocabolario quotidiano, viene spesso definito "comune raffreddore".

Zone di danno in varie malattie

La rinofaringite è una malattia comune. Basti pensare che le malattie ad alta intensità del processo epidemico come la SARS, l'influenza e il morbillo nella maggior parte dei casi si manifestano con segni di rinofaringite. Inoltre, la rinofaringite trasferita a causa del grande polimorfismo dei patogeni e dei loro sierotipi, di regola, non lascia un'immunità lunga e persistente, che determina la possibilità che la stessa persona venga infettata più volte all'anno.

I tassi di incidenza della popolazione rinoparingitica differiscono significativamente a seconda della regione di residenza. In media, nella struttura dell'incidenza del tratto respiratorio superiore, la quota di rinofaringite secondo diversi autori rappresenta dal 24 al 48,6%. È estremamente difficile stimare la vera incidenza, poiché in più casi con forme più lievi, gli adulti non frequentano istituti medici e sono trattati da soli, utilizzando farmaci senza prescrizione medica per questo scopo e, di conseguenza, i casi non vengono presi in considerazione. La stagionalità chiaramente espressa a causa dell'elevato numero di patogeni che causano la malattia non esiste, ma i picchi dell'attività rinofaringitica causati da un patogeno infettivo si verificano nel periodo primaverile e autunnale con una diminuzione dell'incidenza dell'estate.

Patogenesi, fasi di sviluppo

Dopo il processo di riproduzione attiva del patogeno, sullo sfondo di ridotta immunità e la comparsa di aree dell'epitelio infetto della mucosa rinofaringea, si sviluppa un processo infiammatorio. È la sindrome infiammatoria che è il principale anello nella patogenesi. Nel processo di infiammazione, i mediatori vengono rilasciati (istamina, bradichinina, prostaglandine, leucotrieni, trombossani), l'espansione dei vasi sanguigni della mucosa nasofaringea e l'aumento della permeabilità delle loro pareti. I componenti della patogenesi sono l'infiltrazione cellulare, la stimolazione delle terminazioni nervose del nervo vago, l'infiltrazione della mucosa con i leucociti e l'iperproduzione del muco. La mucosa del rinofaringe sullo sfondo di grave iperemia è infiltrata con elementi a piccole cellule, in alcuni punti l'epitelio viene respinto. Infiammazione particolarmente pronunciata nei luoghi di accumulo di tessuto linfadenoide (arco nasofaringeo, bocche di trombe di Eustachio).

La specificità e la gravità del processo infiammatorio sono determinate da due fattori: la virulenza dell'agente infettivo e lo stato dei sistemi protettivi del corpo. La prima linea di protezione della mucosa è costituita dal trasporto mucociliare (rimozione di agenti patogeni - batteri, virus dal sistema mucociliare) e da barriere chimiche (anticorpi secretori, lattoferrina, lisozima). In caso di fallimento di questa linea di difesa, entrano in vigore le barriere epiteliali e del tessuto connettivo.

Va tenuto presente che i processi infiammatori di lunga durata nella mucosa della cavità nasofaringea contribuiscono alla riduzione dell'attività secretoria delle IgA e fagocitiche dei neutrofili, cioè l'inibizione dei meccanismi di difesa locale, nonché lo sviluppo di stati di immunodeficienza secondaria. Pertanto, aumenta il rischio di sviluppare un'infiammazione acuta dell'orecchio medio, laringite, tracheobronchite, polmonite.

Fasi dello sviluppo della malattia

Nel processo acuto ci sono diverse fasi:

  • Irritazione a secco (la mucosa nasale del naso è secca, iperemica, seguita da gonfiore, che porta ad un restringimento delle vie nasali, difficoltà di respirazione attraverso il naso, riduzione dell'olfatto e sensibilità al gusto). La sua durata varia tra 1-2 giorni.
  • Secrezioni sierose (caratterizzate da un'abbondante secrezione di siero liquido trasparente con aggiunta graduale della componente mucosa prodotta dalle cellule caliciformi). C'è una congestione nasale, starnuti e tosse, colorazione cianotica mucosa.
  • La risoluzione è di 4-5 giorni di malattia (lo scarico è mucopurulento, di colore verde-giallastro, a causa della presenza di epitelio esfoliato, leucociti e linfociti nel segreto). La quantità di secrezione secreta diminuisce gradualmente e la respirazione nasale si normalizza di 7-8 giorni.

Nelle persone con un sistema immunitario indebolito, la durata della malattia può essere aumentata fino a 14-15 giorni con un alto rischio di transizione del processo acuto alla forma cronica.

Classificazione, tipi di rinofaringite

Per un numero di segni (decorso, fattore eziologico e cambiamenti morfologici della mucosa del rinofaringe) emettere:

  • La rinofaringite catarrale è caratterizzata da infiammazione superficiale, leggero rigonfiamento della mucosa nasale e ipertrofia parziale del tessuto linfoide della parete posteriore faringea.
  • Rinofaringite ipertrofica - la membrana mucosa del nasofaringe si ispessisce / si ispessisce, si gonfia, le tonsille aumentano, i granulomi si formano nella parete posteriore faringea.
  • Rinofaringite subatrofica (atrofica). La mucosa del nasofaringe si assottiglia drammaticamente, si asciuga, le sue funzioni sono disturbate e con l'ulteriore sviluppo del processo la rinofaringite subatrofica diventa atrofica con un processo pronunciato di atrofia (il numero / dimensione delle ghiandole mucose è nettamente ridotto, la desquamazione della copertura epiteliale avviene).

Cause dello sviluppo e fattori che contribuiscono alla malattia

Nello sviluppo del ruolo principale di rinofaringite appartiene agli agenti infettivi. Il significato di un microrganismo varia significativamente a seconda della zona di residenza, dell'anno / stagione, del contingente in studio. Esistono anche varie combinazioni di virus e batteri. I più frequenti sono:

  • Virus: rhinovirus, coronavirus, adenovirus, virus parainfluenzali / influenzali, infezione da PC, virus del morbillo, reovirus, virus dell'herpes, enterovirus di vari tipi sierologici.
  • Flora batterica - streptococchi, stafilococchi, pneumococchi, meningococchi, bacillo difterico.
  • Flora batterica atipica - Chlamydia (Chlamydophila pneumoniae), Mycoplasma (Mycoplasma pneumoniae).
  • Funghi (Candida). Può essere combinato con candidosi orale.

Nonostante l'eziologia della malattia, circa l'85% dei casi è causato da virus. Di seguito è la loro presenza (in ordine decrescente).

Principali agenti infettivi di origine virale:

  • rinovirus;
  • adenovirus;
  • coronavirus;
  • virus parainfluenzale;
  • virus influenzale.

Agenti infettivi poco frequenti di origine virale:

Tra i patogeni batterici della malattia, lo streptococco (gruppo beta-emolitico A) è di primaria importanza.

La ninofaringite si sviluppa quando microrganismi patogeni o allergeni entrano nella mucosa del tratto respiratorio. La via predominante del patogeno è dispersa nell'aria (a stretto contatto con il paziente / portatore). Il percorso del contatto (uso di oggetti portatori di infezione) è meno comune. Dopo l'infezione con l'agente infettivo penetra nel citoplasma dell'epitelio della mucosa nasale, introducendo un acido ribonucleico, dopo di che il virus inizia il processo di replicazione e la sua distribuzione attraverso la mucosa della cavità nasale a definire porzioni di un epitelio infetto. Il processo infiammatorio si estende alla parte adiacente della mucosa faringea mediante mezzi meccanici (fuoriuscita di liquido) o mediante diffusione diretta di agenti patogeni dalla membrana mucosa interessata alla parte sana.

Genesi allergica rinofaringite molto meno comune. L'allergia implica la presenza di una maggiore sensibilità del corpo a vari tipi di allergeni. Quando l'allergene entra per la prima volta nel corpo, si sviluppa una reazione di sensibilizzazione mediata immunologicamente (IgE) specifica, che consiste nella produzione di anticorpi ad esso, seguita da una reazione allergica al suo ingresso ripetuto in un organismo già sensibilizzato. Una reazione allergica è causata da una serie di processi biochimici complessi con l'uscita nello spazio extracellulare di una vasta gamma di mediatori allergici - istamina, bradichinina, serotonina, leucotrieni, prostaglandine, fattore di attivazione piastrinica, causando infiammazione e ulteriori danni alle cellule dei tessuti, compresa l'epitelio del rinofaringe mucosa.

Gli allergeni possono essere sostanze di natura organica e inorganica, con un'elevata attività sensibilizzante. I più importanti sono: polvere domestica, peli di animali, insetti, uccelli e prodotti della loro vita, medicinali, polline delle piante, prodotti alimentari, prodotti chimici domestici, fattori industriali. Di conseguenza, si evidenzia una stagionalità persistente per tutto l'anno, che agisce come una delle sindromi dello stato allergico generale del corpo e si distingue la rinofaringite allergica professionale.

Rinofaringite allergica stagionale si verifica come risposta di un organismo a polline e semi durante la fioritura delle piante trasportate per via aerea. Le principali fonti di allergeni sono: ambrosia, erba, arbusti e alberi, spore di muffe, derivanti dalla decomposizione delle foglie. La principale differenza tra la persistenza annuale e la rinofaringite stagionale è la specificità degli allergeni e l'assenza di qualsiasi frequenza. Scorre più agevolmente e le crisi sono meno acute. L'influenza a lungo termine di tali fattori provoca cambiamenti proliferativi (ispessimento diffuso, iperplasia) della mucosa nasofaringea.

I fattori che contribuiscono alla malattia includono:

  • stretto contatto con pazienti con SARS;
  • la presenza di lesioni croniche (pulpite, otite media, carie, sinusite);
  • fumo attivo / passivo, uso a lungo termine di antibiotici;
  • condizioni ambientali sfavorevoli di vita / lavoro (polverosità, sovraffollamento, inquinamento atmosferico);
  • malattie croniche dei vasi sanguigni, cuore, reni;
  • alcolismo cronico con iperemia congestizia della mucosa nasale;
  • aperture strette del tratto respiratorio superiore;
  • carenze vitaminiche;
  • diminuzione della reattività locale / generale e resistenza funzionale dell'organismo;
  • traumatizzazione della mucosa nasale (termica, meccanica, chimica).

Nell'eziologia della rinofaringite acuta, la riduzione della reattività generale / locale del corpo e la rapida attivazione della microflora nella cavità nasale sono di grande importanza, che è facilitata dal raffreddore (ipotermia della faringe - congelati, bevande fredde, parlando al freddo, correnti d'aria, vestiti / scarpe bagnate) che si rompono nervosamente - Meccanismi del riflettore. Ciò porta ad un aumento della patogenicità dei microrganismi saprofiti della cavità nasale: stafilococchi, streptococchi, ecc.

sintomi

I sintomi e il trattamento della rinofaringite negli adulti variano ampiamente e la gravità delle manifestazioni cliniche della rinofaringite dipende dal tipo di patogeno infettivo e dal suo sierotipo, dallo stato di immunità dell'organismo malato, dalla forma clinica della malattia.

Rinofaringite acuta

Rinofaringite acuta (codice ICD 10 - J00) inizia più spesso con sensazioni spiacevoli nel rinofaringe (secchezza, formicolio / bruciore, formicolio), la respirazione nasale è difficile. Quindi la secrezione nasale si ispessisce e si manifestano sintomi quali dolore alla fronte / ponte del naso, starnuti, sensazione nasale, diminuzione dell'olfatto e del gusto, tosse secca moderata. Di regola, i sintomi della rinofaringite negli adulti si verificano sullo sfondo di una temperatura normale, raramente subfebrilare.

All'esame, edema e iperemia della parete posteriore faringea e talvolta delle tonsille con secrezioni viscose. I sintomi di rinofaringite acuta sono completati da debolezza, pallore della pelle, letargia, irritabilità e disturbi del sonno. A volte rinofaringite acuta si verifica con un aumento dei linfonodi regionali, che sono moderatamente dolorosi alla palpazione.

I sintomi di rinofaringite si verificano negli adulti, di solito per 7-10 giorni di malattia. Se i sintomi non vengono interrotti, e inoltre i sintomi sono in aumento e in aumento (dolore e tinnito, perdita dell'udito), si deve sospettare un coinvolgimento nella mucosa dei seni paranasali o dei tubi uditivi con lo sviluppo di sinusite o eustachitis. Per il micoplasma e l'eziologia della chlamydia, la rinofaringite è caratterizzata da un decorso più prolungato (2-3 settimane) e spesso porta a tracheiti e / o bronchiti, nonché a esacerbazioni di malattie croniche dell'apparato respiratorio. In generale, i sintomi negli adulti possono variare ampiamente e in molti casi le complicanze sono dovute all'aderenza al processo della flora batterica secondaria.

Rinofaringite cronica

Rinoparingite cronica si verifica prevalentemente nei maschi di età medio / vecchia, si verifica raramente tra i bambini. processo Chronization promuovere frequente / nasofaringeo malattia ripetuta, l'uso prolungato di vasocostrittori, fumo, malattie gastrointestinali (pancreatite, colecistite cronica, gastroduodeniti), diabete, mancanza di processo di trattamento acuto o terapia inappropriata.

Il quadro clinico è determinato dal tipo di rinofaringite cronica:

  • Catarrale: durante esacerbazione a prima insignificante congestione nasale, gonfiore e iperemia della mucosa nasofaringea, muco viscoso in superficie, difficoltà nella respirazione nasale, tosse non produttiva.
  • Ipertrofica - più pronunciato mal di gola, congestione nasale, difficoltà nella respirazione nasale, aumento delle perdite di contenuti nasali come un chiaro essudati delle mucose, soprattutto al mattino, naso secco e la bocca, snuffle, tosse.
  • Atrofica - mucosa faringea di colore rosa pallido, assottigliata, ricoperta da muco vischioso difficile da separare, a volte - croste grigio giallastre. Una sensazione pronunciata di secchezza nel naso e nella gola, dolore durante la deglutizione, tosse, ulcerazione delle mucose, naso che cola con sangue, abbassamento dell'odore, odore sgradevole dalla bocca.

adulti nasofaringiti croniche sebbene e flussi con sintomi più lievi, tuttavia, frequenti processi infiammatori nel nasofaringe contribuiscono allo sviluppo di processi distruttivi nella mucosa (lo sviluppo della fibrosi subepiteliale con ispessimento della membrana basale), l'inibizione di meccanismi di protezione locali, sviluppo di immunodeficienza.

Rinofaringite allergica

Le principali manifestazioni di rinofaringite allergica sono determinate dalla fase della reazione allergica:

  • Fase iniziale della risposta immunitaria - sintomi compaiono 5-10 minuti dopo il contatto con la mucosa del rinofaringe e allergeni accompagnato da un forte, parossistica a cominciare da un rapido aumento dei sintomi: naso che cola un ricco, intenso prurito al naso, occhi, gola, starnuti frequenti, congiuntivite (occhi rossi lacrimazione ).
  • Fase tardiva di risposta immunitaria (4-8 ore dopo il contatto con l'allergene) - congestione nasale e orecchie, tosse, mal di testa, irritabilità, letargia, dolore alle orecchie, febbre può aumentare.

La durata degli attacchi di rinite allergica varia tra 2-3 ore, ma possono essere ripetuti 2-5 volte al giorno. La rinofaringite allergica stagionale di solito dura durante il periodo di fioritura della pianta e non ci sono crisi epilettiche dopo il suo completamento. Un'opzione più difficile è la rinofaringite allergica persistente durante tutto l'anno, che è uno dei sintomi di un tipico processo immunopatologico nel corpo umano. In questa forma, il flusso è più fluido, gli attacchi sono meno pronunciati e spesso accompagnati da asma bronchiale.

  • Lo stadio degli attacchi transitori con i sintomi tipici della rinofaringite, che si verificano periodicamente durante tutto l'anno.
  • Lo stadio degli attacchi continui è caratterizzato da una congestione nasale pressoché costante senza remissione e i preparati con vasocostrittore sono debolmente efficaci.
  • Lo stadio di formazione dei polipi è caratterizzato dalla formazione di polipi nella cavità nasale, il senso dell'olfatto è deteriorato e gli attacchi di asma bronchiale aumentano / aumentano.
  • Lo stadio della carnificazione - i polipi germinano il tessuto connettivo, compattato, l'odore è assente. Allo stesso tempo, l'uso di farmaci vasocostrittori sulle manifestazioni cliniche dell'azione non ha.

Con un decorso grave della malattia, il sonno notturno è disturbato e l'attività diurna soffre, il che causa una diminuzione dell'efficienza e della qualità della vita dei pazienti in generale. Le principali caratteristiche distintive della rinofaringite allergica stagionale e persistente sono l'assenza di qualsiasi frequenza, gravità e specificità dei fattori allergenici. Gli allergeni con malattia persistente durante tutto l'anno possono essere una varietà di ingredienti, che vanno dalla polvere domestica, e prodotti di scarto di animali, insetti, uccelli e termina con prodotti alimentari e prodotti chimici domestici.

Analisi e diagnostica

La diagnosi di rinofaringite si basa sulla storia epidemiologica, la raccolta di reclami, dati fisici / strumentali (rinoceronte / faringoscopia) e metodi di analisi di laboratorio. Inoltre, può essere eseguita l'endoscopia nasofaringea. Secondo le indicazioni prescritte FGD, bakposev superficie mucosa del rinofaringe.

Criteri diagnostici per rinofaringite acuta e esacerbazione della rinofaringite cronica:

reclami

  • bruciore, secchezza, accumulo di muco viscoso, disagio nel rinofaringe;
  • solletico e talvolta lieve mal di gola;
  • congestione / dolore alle orecchie;
  • twang;
  • dolore nella regione occipitale della testa;
  • nei bambini - febbre.

Esame fisico

La presenza di palpazione moderatamente dolorosa allargata dei linfonodi sottomandibolari.

Studi strumentali

  • Rinoscopia endoscopica - iperemia della mucosa nasale, presenza di una secrezione viscosa. In rinofaringite allergica - pallore, cianosi e gonfiore della mucosa nasale.
  • Faringoscopia - per acuta / esacerbazione della rinofaringite cronica.
  • Forma catarrale - gonfiore, iperemia luminosa infiltrazione della membrana mucosa del rinofaringe, sulla parete posteriore - scarico mucoso.
  • Forma ipertrofica - gonfiore / infiltrazione dei rulli laterali, aumento dei follicoli linfadenoidi.
  • Forma subatrofica - pallore e secchezza della mucosa nasofaringea.
  • Forma atrofica - la membrana mucosa è secca, assottigliata, opaca, ricoperta di espettorato viscoso.

Test di laboratorio (nominati secondo le indicazioni)

  • Esame batteriologico degli strisci di muco dalla parete posteriore faringale / tonsilla ai microrganismi anaerobici opzionali.
  • Metodo espresso per la determinazione dell'antigene streptococcico.
  • Se si sospetta complicanze e la transizione del processo infiammatorio ai seni paranasali - radiografia dei seni paranasali o scansione TC del rinofaringe e dei seni paranasali.
  • Nei casi più gravi, se necessario, identificare l'agente patogeno, se necessario, per l'ospedalizzazione: stampe PCR della mucosa nasale.

Se necessario (per chiarire la diagnosi) consultare un medico generico, specialista in malattie infettive, endocrinologo, gastroenterologo, neurologo.

Nei casi di rinofaringite allergica può essere prescritto:

  • Test cutanei con allergeni.
  • Determinazione di IgE sieriche totali / specifiche a vari allergeni.

Con un decorso prolungato di rinofaringite, è necessario escludere la pollinosi, la rinite vasomotoria e allergica, la difterite del naso.

Trattamento di rinofaringite

Il trattamento della rinofaringite negli adulti è sempre complesso, comprese le attività generali e locali. In versione semplice è effettuata su una base ambulatoriale. Prima di tutto, non è necessario trasferire la malattia "sui piedi". Consigliamo la modalità letto / mezzo letto e restiamo in una stanza con aria calda umidificata, che riduce la sensazione di tensione, secchezza e bruciore nel naso. Nel periodo di blocco dei passaggi nasali e disturbo della respirazione attraverso il naso, non è consigliabile respirare forzatamente attraverso il naso.

Per prevenire lo sviluppo di complicazioni, è importante imparare e soffiare il naso correttamente:

Il decorso abortito della rinofaringite acuta catarrale nei primi giorni può essere causato dall'assunzione di una terapia riflessa distraente - pediluvi caldi con polvere di senape (solo nei casi in cui non vi sia febbre). Poiché all'inizio del processo è impossibile determinare il fattore eziologico significativo, il benessere del paziente soffre già di trattamento sintomatico.

Terapia di irrigazione (procedure)

L'introduzione al passaggio nasale delle goccioline deve necessariamente essere preceduta dalla pulizia della cavità nasale dalla secrezione nasale mediante lavaggio o aspirazione del muco con aspirazione speciale. I metodi più popolari sono l'irrigazione / risciacquo della cavità nasale con soluzioni intranasali in flaconi contagocce monouso dall'acqua marina / minerale. In presenza di sensazioni spiacevoli nella gola, si esegue anche il risciacquo della bocca. In sostanza, con questo, si effettua la terapia di eliminazione, cioè preparazioni a base di acqua di mare, una soluzione isotonica di cloruro di sodio aiuta a purificare la mucosa nasofaringea e a rimuovere l'agente infettivo.

È dimostrato che il contenuto in alte concentrazioni in soluzioni per il lavaggio di microelementi (Mg, Ca, Fe, Cu, K) contribuisce all'attivazione di movimenti di ciglia, accelerando processi riparativi e normalizzando la funzione delle ghiandole nelle cellule della mucosa nasofaringea. Tali oligoelementi sono contenuti principalmente in preparazioni preparate sulla base di fonti di acqua minerale, dall'acqua di mare, diluite a concentrazione isotonica di sali. Questi fondi contribuiscono alla diluizione e alla rimozione del muco, aumentano la resistenza della mucosa a batteri e virus patogeni.

Dalle preparazioni farmaceutiche si consiglia di utilizzare Aqua Maris Strong come spray, Dolphin con e senza erbe, Salin, Marimer e altri. Un'opzione più economica è quella di utilizzare la soluzione isotonica di cloruro di sodio, che può essere acquistata in farmacia o utilizzando soluzioni preparate da voi:

  • Opzione 1. Sciogliere 1 cucchiaio di sale marino in un bicchiere di acqua tiepida, filtrare.
  • Opzione 2. Sciogliere 1 cucchiaino di sale da cucina, soda in un bicchiere di acqua tiepida e aggiungere 1-2 gocce di soluzione di iodio non alcolica.

Esistono sistemi speciali per il risciacquo del naso, ma è anche possibile risciacquare la cavità nasale a casa utilizzando un sacchetto di gomma per la pulizia, una siringa senza ago o un piccolo bollitore.

Tecnica di lavaggio

La testa si piega in avanti in modo che le aperture dei passaggi nasali siano parallele al pavimento. La punta del dispositivo viene inserita in una delle narici sotto leggera pressione. Quando si utilizza un bollitore, l'acqua scorre senza pressione. In questo caso, il fluido deve fluire dall'altra metà del naso o attraverso l'apertura della bocca. La procedura di lavaggio deve essere eseguita 2-3 volte al giorno.

Risciacquo nasale adeguato con acqua o soluzioni

Nella fase di essudazione sierosa, viene mostrata l'instillazione di farmaci che fermano il raffreddore. Questi sono decongestionanti. Attualmente, viene data preferenza ai preparati del gruppo imidazolina appartenente agli agenti α2 - adrenomimetici. Attivano gli adrenorecettori dei vasi nasofaringei, che causano vasocostrizione nasale (restringimento del lume dei vasi sanguigni prevalentemente arteriosi). Allo stesso tempo, l'iperemia, l'edema e la congestione nella cavità nasale vengono eliminati. Rispettivamente, l'attività della secrezione nasale è ridotta, un naso che cola si ferma, la respirazione attraverso il naso è normalizzata, la sensazione di "stuffiness" scompare e l'aerazione dell'orecchio medio migliora.