Principale
Scarlattina

Polmonite - sintomi negli adulti, trattamento ed effetti

La polmonite è una malattia infettiva infiammatoria acuta, con lesioni focali delle regioni respiratorie dei polmoni, essudazione intra-alveolare, grave reazione febbrile e intossicazione del corpo.

In termini di numero di morti, la polmonite è al primo posto tra tutte le malattie infettive. Fino al momento in cui è stata scoperta la penicillina, ogni terzo malato è morto di infezione. Attualmente, ogni anno negli Stati Uniti da soli, circa tre milioni di persone soffrono di polmonite.

La malattia può verificarsi da vari agenti patogeni - batteri, virus, funghi. Pertanto, ci sono un gran numero di tipi di polmonite, ognuno dei quali ha i suoi sintomi e le caratteristiche della percolazione.

I sintomi della polmonite si manifestano con tosse, naso che cola, debolezza. La temperatura aumenta, c'è dolore al petto, espettorato con pus e il muco si separa quando si tossisce.

motivi

Come si sviluppa la polmonite e cos'è? La malattia si verifica quando un microbo che può causare l'infiammazione entra in un corpo umano indebolito. L'agente causale più frequente è lo pneumococco (dal 40 al 60%), lo stafilococco (dal 2 al 5%), lo streptococco (2,5%). Gli agenti patogeni atipici sono micoplasma, legionella, clamidia, bacillo dell'emofilo, virus. I virus parainfluenzali, influenzali, reovirus e adenovirus contribuiscono allo sviluppo della malattia.

L'eziologia della malattia dipende in gran parte dalle condizioni della sua insorgenza (casa, ospedale, ecc.), Nonché dall'età della persona, quindi questi fattori devono essere presi in considerazione quando si prescrivono antibiotici per il trattamento della polmonite.

È stato dimostrato che l'effetto dei fattori provocatori aumenta la probabilità di sviluppare una polmonite diverse volte. Il gruppo di rischio comprende adulti con insufficienza cardiaca congestizia, bronchite cronica, pazienti anziani, debilitati ed esausti con riposo a letto prolungato. Particolarmente suscettibili allo sviluppo della polmonite sono gli adulti che fumano e abusano di alcol.

Sintomi di polmonite

Nel caso della polmonite, i sintomi negli adulti dipendono in larga misura dalla causa della malattia e dall'entità del danno ai tessuti polmonari. Tuttavia, i segni comuni sono caratteristici di tutti i tipi di polmonite, che in una certa misura si trovano in tutti i pazienti.

I primi segni tipici di polmonite includono la sindrome da intossicazione generale (brividi, febbre, malessere) e sindrome pleurico-polmonare-polmonare (tosse, dispnea, espettorato, sintomi auscultativi e percussivi).

Segni comuni di polmonite che dovrebbero avvisarti:

  • tosse persistente;
  • malattie catarrali che durano più di 7 giorni, specialmente quando il miglioramento è seguito da un brusco deterioramento delle condizioni del paziente;
  • tosse severa con respiri profondi;
  • diminuzione dell'appetito;
  • febbre e naso che cola, accompagnato da scottature della pelle;
  • debolezza generale, mancanza di respiro;
  • la mancanza di dinamica positiva e una diminuzione della temperatura durante l'assunzione di paracetamolo (eferalgan, panadol, Tylenol).

I sintomi della polmonite negli adulti appaiono bruscamente: la temperatura sale a 40 ° C, il torace inizia a fare male quando si inspira ed espira, compare una tosse - prima asciutta, poi con espettorato.

La malattia è pericolosa in quanto è molto difficile da diagnosticare e il tempo speso per la diagnosi può essere perso, il che può avere gravi conseguenze. La polmonite, i cui sintomi sono spesso simili alle manifestazioni di raffreddore o influenza, inoltre, in alcuni pazienti (circa uno su cinque) i segni locali di polmonite potrebbero non essere presenti.

Pertanto, quando compaiono i primi sintomi sospetti, dovresti consultare un medico, diagnosticare e quindi confermare o negare i tuoi sospetti. Se si tratta di polmonite, il pneumologo ti chiederà di trattarlo correttamente.

Polmonite grossa - sintomi

La polmonite cronica è un processo che cattura la maggior parte o tutto il lobo polmonare. La polmonite grossa comincia, di regola, bruscamente, improvvisamente. C'è febbre, brividi, debolezza, mal di testa e dolore nel lato, che è peggio con la respirazione e la tosse. Inoltre caratterizzato da grave mancanza di respiro e disagio al petto, tosse, espettorato abbondante. Niente freddo

Un rossore febbrile è visibile sul viso del paziente. Respiro aumentato a 30 o più in 1 min. Durante la respirazione, si nota il gonfiore delle ali del naso. Il paziente prende una posizione forzata dal lato del paziente, poiché limita i movimenti respiratori della metà malata del torace, riduce il dolore, facilita la respirazione di un polmone sano.

Il ricovero in ospedale e l'aderenza al riposo a letto durante l'intero periodo di febbre e intossicazione sono obbligatori. I pazienti dovrebbero cambiare periodicamente la loro posizione a letto, il che contribuisce all'espettorazione dell'espettorato.

Polmonite focale - sintomi

L'esordio di solito non è acuto, le manifestazioni di un'infezione virale predominano per diversi giorni: un graduale aumento della temperatura a numeri febbrili, un naso che cola, tosse secca o con espettorato di natura mucosa, debolezza.

I dati oggettivi per la polmonite focale sono caratterizzati da un aumento della respirazione fino a 25-30 al minuto, tachicardia fino a 100-110 battiti. in pochi minuti, toni ovattati, respiro affannoso, rantoli umidi sonori. In presenza di concomitante bronchite, si sentono rantoli secchi sparsi; in caso di attacco di pleurite secca - rumore di attrito pleurico.

Polmonite atipica - sintomi

I sintomi della malattia dipendono da quali agenti patogeni sono stati causati da: micoplasmi, legionelle o clamidia. La polmonite da micoplasma nei bambini e negli adulti si manifesta come mal di gola, naso che cola, ingrossamento dei linfonodi cervicali e mal di testa. La rigidità e l'espettorato toracico per questa forma di malattia non sono caratteristici.

La polmonite atipica da legionella è accompagnata da tosse secca, dolore toracico, febbre, diarrea, polso lento e danno renale.

Polmonite negli adulti senza febbre

Negli adulti, la polmonite può procedere senza febbre - questa è una situazione in cui compaiono i seguenti sintomi: debolezza, mancanza di respiro, sudorazione eccessiva, tosse, ma nessuna risposta alla temperatura. Si verifica di solito con una ridotta attività del sistema immunitario.

Se, dopo aver sofferto di influenza, bronchite, raffreddore, hai ancora tosse per molto tempo, consulta immediatamente un medico per evitare complicazioni.

complicazioni

La polmonite può portare allo sviluppo di una serie di effetti sulla parte dei polmoni:

  • insufficienza respiratoria acuta;
  • pleurite;
  • sindrome bronco-ostruttiva;
  • insufficienza vascolare acuta (collasso);
  • sindrome da distress respiratorio acuto (edema polmonare non cardiogenico);
  • shock tossico contagioso.

Anche lo sviluppo dell'insufficienza cardiovascolare può portare alla morte.

vaccinazione

Il vaccino contro la polmonite viene somministrato ai bambini di età inferiore ai due anni. La prevenzione della malattia polmonare infiammatoria nei bambini è una componente essenziale di una strategia per ridurre la mortalità infantile nella società moderna. Uno dei metodi più efficaci per prevenire la polmonite è la vaccinazione.

Tra i vaccini più popolari contro la polmonite figurano il francese Pneumo-23 e l'americano Prevenar. I farmaci vengono somministrati per via intramuscolare e sottocutanea. Le reazioni avverse sono possibili sotto forma di gonfiore, arrossamento, dolore al sito di iniezione. Ma nella maggior parte dei casi, le manifestazioni locali passano rapidamente.

Trattamento della polmonite

Nella polmonite, il trattamento negli adulti di solito dipende dalla gravità della malattia, dall'età del paziente e dalla presenza di complicanze. La necessità di ricovero è stabilita da un medico.

Nel periodo di fenomeni acuti, è necessario mantenere il riposo a letto, usare bevande calde, una dieta ipercalorica ricca di vitamine. È anche utile utilizzare frutta, verdura, succhi di bacche e tè vitaminici, nonché bevande alla frutta di mirtilli, ribes e uva spina. Se necessario, l'inalazione di ossigeno può essere prescritta, così come i mezzi espettoranti - in presenza di espettorato viscoso, difficile da separare.

Il trattamento principale per la polmonite è antibiotici. Assegnare la terapia antibiotica dovrebbe essere il più presto possibile, senza attendere la determinazione dell'agente patogeno. La selezione di un antibiotico è effettuata da un medico, e non vi è alcuna questione di un trattamento indipendente a casa.

Fino a poco tempo fa, l'ampicillina veniva spesso utilizzata in combinazione con acido clavulanico - l'augmentina. Tuttavia, i dati moderni indicano un'alta resistenza a questi antibiotici. I macrolidi della nuova generazione sono i migliori. Se il farmaco è stato scelto correttamente, dopo un giorno la condizione generale migliora e la temperatura ritorna normale. In questo caso, la polmonite viene trattata per 5-6 giorni.

Il trattamento della polmonite con i rimedi popolari negli adulti è possibile solo come ulteriore, ma assolutamente non di base. Si consiglia di utilizzare una grande quantità di cipolle e aglio, miele, propoli, fianchi, bacche di sambuco, lamponi. In assenza di trattamento tempestivo e appropriato, la polmonite provoca grave intossicazione del corpo, nonché varie complicazioni - pleurite, ascesso polmonare, insufficienza respiratoria acuta e altre conseguenze spiacevoli.

Polmonite: sintomi negli adulti, trattamento

Prima della scoperta di antibiotici da polmonite, ogni terzo moriva. Oggi questa malattia non è così terribile: le droghe efficaci e il livello moderno delle cure mediche hanno fatto il loro lavoro. Tuttavia, i rischi di gravi complicanze sono ancora elevati.

Perché si verifica?

La polmonite si sviluppa a causa di infezione nei polmoni. Questi possono essere batteri, virus o funghi.

Nel 90% dei casi, i medici diagnosticano l'infiammazione batterica dei polmoni. Tra gli agenti patogeni specifici predominano streptococchi, stafilococchi, pneumococchi, bacilli emofilici e micoplasmi. Un altro 7-8% della polmonite è virale. I loro provocatori sono il virus dell'influenza, il rinoceronte o l'adenovirus. La quantità restante rappresenta le infezioni fungine.

I microbi entrano nel corpo in due modi: con l'aria contaminata (quando sono a contatto con gli ammalati) o con una concentrazione infettiva che si trova nel corpo stesso. Ad esempio, gli stafilococchi possono spostarsi nel tessuto polmonare da denti cariati e i micoplasmi vengono liberati dal sangue delle vie urinarie.

I più inclini alla malattia:

  • pazienti immunocompromessi,
  • le persone anziane
  • i fumatori
  • alcolisti
  • lavoratori di industrie pericolose,
  • pazienti affetti da diabete, malattie croniche di bronchi e polmoni, malattie del sistema cardiovascolare.

Per origine, tutta la polmonite è divisa in ospedale (quelli che nascono negli ospedali) e acquisita in comunità. I primi sono più severi. Secondo le statistiche, nelle unità di terapia intensiva, le probabilità di aumento dello streptococco o dello stafilococco aumentano ogni giorno del 3%. In poche parole, essendo rimasto in ospedale per circa un mese, il paziente ha più probabilità di contrarre una polmonite.

Le infezioni acquisite in comunità spesso si sviluppano come conseguenza di ARVI, bronchite o ipotermia. Una tale polmonite, di regola, è di natura mista virale e batterica. I loro principali colpevoli sono i rhinovirus e gli pneumococchi.

Una lesione può interessare piccoli focolai polmonari (una forma focale di polmonite) o un lobo intero, o anche due (forma lobare unilaterale o bilaterale). A seconda di questo, e anche del grado di aggressività dell'agente patogeno, i sintomi della malattia possono variare notevolmente. Maggiori informazioni sulle cause e i sintomi della polmonite negli adulti, diciamo in questo articolo.

Come si manifesta?

Ci sono 4 opzioni per lo sviluppo di eventi:

Il quadro clinico della polmonite è simile al comune raffreddore o influenza. Il paziente ha la febbre (fino a 39 gradi), la debolezza, la debolezza si fa sentire. Successivamente, la tosse viene aggiunta a questi sintomi: prima si asciuga, poi con un espettorato piccolo. Il paziente lamenta brividi, mancanza di respiro, dolore nella parte destra o in tutto il petto. Questo è il modo per la forma grossa della malattia, che può durare per 2-3 settimane.

La polmonite focale è meno pronunciata. La temperatura aumenta leggermente (fino a 37-37,5 gradi). Immediatamente c'è una tosse con catarro e respiro sibilante. Il paziente è tormentato da debolezza, dolore nella parte destra e mal di testa.

La malattia è quasi asintomatica. Non c'è temperatura, niente tosse. Ci può essere una lieve indisposizione, che i pazienti spesso scambiano per affaticamento. La malattia viene rilevata per caso, ad esempio, con la condotta pianificata della fluorografia.

Con il trattamento sbagliato di forme acute o resistenza speciale dell'agente causativo, la polmonite può diventare cronica prolungata. Una tale malattia svanisce, poi divampa con una nuova forza. Durante la pausa dei pazienti, solo una seccante, irritante tosse preoccupa. Le esacerbazioni si manifestano con febbre, tosse produttiva, dolore al petto. La forma cronica di polmonite è più comune tra i fumatori e i lavoratori chimici.

diagnostica

Sospetta polmonite si verifica quando un medico ascolta i polmoni del paziente. Se i suoni umidi ("gorgoglii") vengono ascoltati attraverso lo stetoscopio, il paziente viene inviato a una radiografia del torace per confermare la diagnosi. Inoltre, viene loro chiesto di effettuare un esame del sangue per la proteina C-reattiva. La sua concentrazione mostrerà quanto è grave l'infiammazione.

Si ritiene inoltre auspicabile l'espettorato per l'esame batteriologico. Tale analisi aiuterà a determinare il tipo di agente patogeno con una precisione del 100% e non deve essere confuso con la scelta della terapia.

trattamento

Forme severe di polmonite vengono curate in ospedale, a livello polmonare, a casa. Il paziente viene mostrato riposo a letto durante l'intero periodo della malattia.

Gli antibiotici sono prescritti dai farmaci. Nelle infezioni ospedaliere, la preferenza è data ai fluorochinoloni e alle cefalosporine (Ofloxacina, Cefotaxime). Penicilline, macrolidi o cefalosporine (amoxicillina, azitromicina, ceftriaxone) sono prescritte per i pazienti acquisiti in comunità. I farmaci vengono assunti per bocca o per iniezione. Il corso del trattamento è lungo, per 10-14 giorni.

Se dopo 3 giorni i sintomi della malattia non diminuiscono, l'antibiotico viene cambiato. Lo strumento è scelto da un altro gruppo. In nessun caso è necessario interrompere il trattamento ai primi segni di miglioramento, altrimenti i batteri "aspiranti" rallenteranno solo per un po 'e poi attaccheranno il corpo con una nuova forza.

Nel caso di forme di polmonite virale-batterica, i farmaci antivirali sono inoltre prescritti (Amixin) e in forme fungine - farmaci antimicotici (nistatina, miconazolo).

Per rafforzare le difese del corpo, si consiglia l'assunzione di vitamine e immunomodulatori (Immunal, Licopid).

Con una tosse umida, aiuta a migliorare lo scarico dell'espettorato (Ambroxol, ACC).

Presta particolare attenzione alla dieta. Al paziente viene chiesto di rifiutare l'uso di prodotti taglienti, salati e affumicati. Allo stesso tempo, devi mangiare un po 'più di quanto il tuo appetito lo consenta. La nutrizione durante il periodo di malattia dovrebbe essere ipercalorica, in modo che il corpo abbia la forza di combattere le infezioni. La dieta dovrebbe essere arricchita con frutta, cereali e piatti a base di carne.

Mostra bere abbondante - fino a 3 litri al giorno. Succhi di frutta, bevande alla frutta, tè alla vitamina perfettamente adatti.

Dopo aver sofferto di polmonite, la mucosa delle vie respiratorie diventa più sottile, piccole ulcere rimangono su di esso, che poi guariscono a lungo. Per accelerare il processo di recupero, si consiglia di inalare il paziente con oli essenziali come abete, pino e abete rosso per 2 settimane dopo il recupero.

Durante questo periodo, anche gli esercizi respiratori e la fisioterapia saranno utili:

  • elettroforesi,
  • impacchi di senape,
  • Radiazione UV del torace.

complicazioni

Una visita successiva al medico minaccia di distruggere il tessuto polmonare e lo sviluppo dell'insufficienza respiratoria cronica. Questa malattia si manifesta con mancanza di respiro, respirazione rapida, pallore della pelle e delle mucose. Il trattamento viene eseguito singolarmente (prescrivere l'ossigenoterapia, i broncodilatatori, ecc.).

Nei casi più gravi, i batteri entrano nel flusso sanguigno, che porta allo sviluppo di un'infezione comune (sepsi). Questa condizione richiede cure mediche di emergenza.

Misure preventive

Per la prevenzione del vaccino pneumococcico viene utilizzato, che protegge contro i patogeni più comuni della malattia. Dopo l'introduzione del farmaco, il corpo produce anticorpi per diverse settimane e dà un adeguato rifiuto ai microbi pericolosi. Ogni 5 anni, la vaccinazione è altamente auspicabile per tutte le persone a rischio.

Circa il verificarsi di polmonite e dei suoi segni dice al programma "Per vivere è grande!":

Come trattare la polmonite negli adulti

Come trattare la polmonite negli adulti: farmaci e farmaci.

Trattamento e caratteristiche della polmonite in un adulto.

La polmonite negli adulti procede con alcune caratteristiche che differiscono dai segni della malattia nei bambini.

Ad esempio, un sintomo che caratterizza l'infiammazione della pleura polmonare in un adulto è la dispnea, che appare dopo un piccolo carico (ad esempio, una camminata misurata o una risalita su per le scale a 1-2 piani).

In alcuni casi, il paziente può avere difficoltà a respirare in uno stato di riposo, con il disagio aggravato in posizione prona sul lato.

Segni di polmonite

Per capire che una persona ha la polmonite, è possibile per altri sintomi specifici.

Dolore al petto

Alcune persone prendono questo dolore per le malattie cardiache e cercano di affogarlo, prendendo il noto "Validol" o valeriana, che non solo ha un effetto calmante, ma riduce anche il dolore nell'area del cuore e ripristina la frequenza cardiaca (soggetta a fluttuazioni minori).

febbre

Il paziente può provare una sensazione di calore intenso, che viene sostituito da un brivido di brividi.

La temperatura nello stesso momento tiene, di regola, a un segno costante (39-40.5 gradi) o gradualmente si alza.

Per alleviare le condizioni del paziente, non dovresti avvolgerlo, anche se il paziente stesso afferma di essere congelato.

Il ricevimento di farmaci antipiretici è indicato su prescrizione medica, in quanto alcuni farmaci hanno un gran numero di controindicazioni e possono complicare il trattamento.

Escrezione dell'espettorato (a volte con sangue)

L'infiammazione delle navi e dei capillari degli alveoli porta a micro-break, quindi spesso l'espettorato dell'espettorato è accompagnato da emottisi.

Questa condizione è trattata con farmaci sintomatici.

Sintomi di infezioni respiratorie (starnuti, tosse, naso che cola, congestione nasale, dolore durante la deglutizione, ecc.).

Questi sintomi sono caratteristici della polmonite secondaria che si verifica durante l'infezione da influenza o ARVI.

Trattamento della polmonite negli adulti rimedi popolari

Il paziente non può sempre distinguere i sintomi clinici della polmonite a partire da un raffreddore.

Per questo motivo, vale la pena contattare un medico se dopo 3-4 giorni di trattamento non vi è alcun miglioramento nel benessere e la gravità dei sintomi influenzali o del raffreddore non diminuisce.

Lo specialista correggerà il trattamento prescritto e invierà il paziente per un ulteriore esame.

È importante! La polmonite da legionella (malattia del legionario) può essere quasi asintomatica. L'unico segno della fase iniziale della malattia è un graduale aumento della temperatura. Per determinare la presenza di batteri colonizzati è possibile solo con l'aiuto della radiografia dei polmoni.

Diagnosi di polmonite

In caso di qualsiasi indisposizione, si dovrebbe andare in ospedale, dal momento che è possibile distinguere un raffreddore da una polmonite incipiente solo con l'aiuto di esami e test.

All'esame, il medico può rilevare la confluenza degli spazi intercostali, tuttavia, negli adulti questa caratteristica non è sempre determinata (questa condizione è più caratteristica dei bambini).

Il respiro sibilante nella respirazione può essere assente per molto tempo - se la dimensione dei fuochi infiammatori è piccola, la respirazione sarà libera.

Inoltre rende difficile la diagnosi, quindi, praticamente l'unico metodo affidabile per determinare l'infiammazione dei polmoni è la radiografia del torace, che viene eseguita nelle proiezioni frontali e laterali.

Se vi sono dubbi sulla correttezza del risultato, al paziente può essere assegnata una TAC o una risonanza magnetica.

Se si sospetta una pleurite polmonare, viene eseguito un ulteriore esame ecografico che rivelerà l'accumulo di liquido nei polmoni (segni di pleurite non vengono rilevati sui raggi X).

Per chiarire la diagnosi e la prescrizione di un regime di trattamento competente, è anche necessario condurre un esame di laboratorio (biochimico), che include:

  • determinare il livello di leucociti e neutrofili;
  • broncoscopia (aiuta a identificare i pazienti appartenenti al gruppo di persone immunocompromessi);
  • test del fegato;
  • analisi della presenza di anidride carbonica nel plasma sanguigno;
  • coltura batterica;
  • test di suscettibilità agli antibiotici;
  • test sierologici per la presenza di flora patogena (clamidia, micoplasma, legionella).

Dopo la diagnosi, viene presa una decisione sulla gravità della patologia e sulla necessità di ricovero ospedaliero del paziente in ospedale. Il trattamento è anche prescritto sulla base di questi indicatori.

Quanto viene trattata la polmonite negli adulti?

Rispondi alla domanda quanto tempo ci vorrà per recuperare, è impossibile.

Di norma, il trattamento intensivo della polmonite negli adulti richiede dai 7 ai 14 giorni.

Nei casi in cui la malattia è complicata, o se il paziente richiede ventilazione, il trattamento può durare fino a un mese, mentre la terapia viene effettuata rigorosamente nell'unità di terapia intensiva dell'ospedale per le malattie infettive.

Dopo il completamento del ciclo di trattamento principale, il paziente assume una terapia di supporto, inclusi gli immunomodulatori per rafforzare la risposta immunitaria e i preparati probiotici per ripristinare la microflora.

Polmonite - che cos'è, cause, segni, sintomi negli adulti e trattamento della polmonite

La polmonite negli adulti (polmonite) è un'infiammazione del tratto respiratorio inferiore di varie eziologie che si verifica con essudazione intraalveolare ed è accompagnata da segni clinici e radiologici caratteristici. La causa principale della malattia è un'infezione polmonare che interessa tutte le strutture dei polmoni. Esistono molti tipi di polmonite, che differiscono per gravità da lieve a grave, o anche per quelli che possono essere fatali.

Cos'è la polmonite?

La polmonite (polmonite) è una condizione patologica prevalentemente acuta causata da una lesione infiammatoria infettiva del parenchima polmonare. In questa malattia, il tratto respiratorio inferiore (bronchi, bronchioli, alveoli) è coinvolto nel processo.

Questa è una malattia abbastanza comune, diagnosticata in circa 12-14 adulti su 1000, e nelle persone anziane la cui età è passata per 50-55 anni, il rapporto è 17: 1000. In termini di tassi di mortalità, la polmonite è al primo posto tra tutte le malattie infettive.

  • Codice ICD-10: J12, J13, J14, J15, J16, J17, J18, P23

La durata della malattia dipende dall'efficacia del trattamento prescritto e dalla reattività dell'organismo. Prima dell'avvento degli antibiotici, la temperatura scese a 7-9 giorni.

motivi

Molto spesso, la polmonite provoca batteri (pneumococchi, bacilli emofilici, meno spesso - micoplasma, clamidia), ma la probabilità di ottenere polmonite aumenta durante i periodi di focolai e le epidemie di infezioni virali respiratorie acute.

Nella vecchiaia, pneumococchi, streptococchi, micoplasmi e le loro combinazioni più spesso diventano la causa della polmonite. Per escludere errori nella diagnosi, una radiografia dei polmoni è fatta in diverse proiezioni.

Tra le cause della polmonite negli adulti, in primo luogo è un'infezione batterica. I patogeni più comuni sono:

  • Microrganismi gram-positivi: pneumococchi (dal 40 al 60%), stafilococchi (dal 2 al 5%), streptococchi (2,5%);
  • Microrganismi gram-negativi: bacillo di Friedlender (dal 3 all'8%), bacillo di Hemophilus (7%), enterobatteri (6%), Proteus, Escherichia coli, Legionella, ecc. (Dall'1,5 al 4,5%);
  • micoplasma (6%);
  • infezioni virali (herpes, influenza e virus della parainfluenza, adenovirus, ecc.);
  • infezioni fungine.

Fattori di rischio per lo sviluppo della polmonite negli adulti:

  • Stress costante che esaurisce il corpo.
  • Alimentazione inadeguata Consumo insufficiente di frutta, verdura, pesce fresco, carne magra.
  • Immunità indebolita. Porta a una diminuzione delle funzioni di barriera del corpo.
  • Raffreddori frequenti, che portano alla formazione di un focus cronico di infezione.
  • Fumo. Quando si fuma, le pareti dei bronchi e degli alveoli sono ricoperte da varie sostanze nocive, impedendo al tensioattivo e ad altre strutture polmonari di funzionare normalmente.
  • Abuso di bevande alcoliche
  • Malattie croniche Soprattutto pielonefrite, insufficienza cardiaca, malattia coronarica.

classificazione

  1. La polmonite acquisita in comunità è il tipo più comune di malattia.
  2. Polmonite nosocomiale o nosocomiale. Questa forma include una malattia che si è sviluppata quando il paziente è in ospedale per più di 72 ore.
  3. Polmonite atipica Un tipo di malattia causata da microflora atipica (clamidia, micoplasmi, legionella, ecc.).
  4. La polmonite da aspirazione è un danno tossico-infettivo al parenchima polmonare, che si sviluppa a causa del contenuto della bocca, del rinofaringe e dello stomaco nel tratto respiratorio inferiore.

A seconda dell'eziologia della polmonite è:

  • virale;
  • fungo;
  • batterica;
  • micoplasma;
  • misto.

A seconda della natura della malattia:

Tipo di polmonite per localizzazione

  • lato sinistro;
  • sided;
  • unilaterale: un polmone colpito;
  • bilaterale: entrambi i polmoni sono colpiti;

La gravità del processo infiammatorio:

  • facile;
  • gravità moderata;
  • pesante.

Primi segni

Quali sono i segni di polmonite a casa? I primi segni della malattia non sono facili da riconoscere. Possono non essere affatto, raramente o debolmente manifestati. Tutto dipende dal tipo di agente patogeno. Pertanto, è molto importante prestare attenzione ai cambiamenti che si verificano nel corpo.

I principali segni di polmonite negli adulti sono la tosse (ci sono eccezioni) e il dolore al petto, che, a seconda dell'eziologia della malattia e del suo tipo, può essere accompagnato da alcuni sintomi.

I primi segni di polmonite che dovrebbero avvisare la persona:

  • debolezza degli arti (sensazione quando "piedi imbottiti");
  • violazioni minori della temperatura;
  • tosse secca;
  • mancanza di respiro;
  • maree periodiche, che è sostituito da uno stato di sudore freddo.

Un sintomo specifico di polmonite in un adulto è una sensazione di dolore acuto nell'area del torace durante i movimenti respiratori e tosse.

La temperatura corporea può essere molto alta fino a 39-40С, e può rimanere subfebrile 37.1-37.5С (in forma atipica). Pertanto, anche con una bassa temperatura corporea, tosse, debolezza e altri segni di indisposizione, è necessario consultare un medico senza fallo.

Sintomi di polmonite negli adulti

Come manifestato negli adulti, la polmonite dipende dal tipo di patogeno, dalla gravità della malattia e da altri.I segni caratteristici della polmonite, lo sviluppo acuto del processo, la sua vastità e la probabilità di complicanze con una terapia inappropriata sono le principali ragioni per il trattamento immediato dei pazienti.

Quasi ogni tipo di polmonite ha le caratteristiche del corso, a causa delle proprietà dell'agente microbico, della gravità della malattia e della presenza di complicanze.

I principali sintomi della polmonite negli adulti:

  • aumento della temperatura corporea;
  • tosse, secca all'inizio, mentre si sviluppa, con espettorato abbondante;
  • mancanza di respiro;
  • aumento della fatica, debolezza;
  • paura causata dalla mancanza d'aria;
  • dolore al petto.

Inoltre, possono verificarsi i seguenti segni minori di polmonite:

  • mal di testa;
  • labbra e unghie cianotici (blu);
  • dolore muscolare;
  • affaticamento, mancanza di respiro;
  • il calore.

Se la polmonite bilaterale progredisce, i sintomi sono atipici, dettagliati di seguito:

  • labbra blu, punta delle dita;
  • respiro pesante e confuso;
  • tosse secca continua con espettorato;
  • mancanza di respiro, debolezza in tutto il corpo;
  • mancanza di appetito.

A volte la polmonite ha una rotta cancellata - senza aumentare la temperatura. L'attenzione è disegnata solo debolezza, perdita di appetito, respiro rapido, tosse periodica. In questo caso, la diagnosi è confermata solo radiograficamente.

Sintomi e trattamento della polmonite negli adulti

La polmonite è un processo infettivo-infiammatorio acuto che colpisce gli alveoli e i tessuti polmonari. La malattia può manifestarsi in forma latente, quindi è molto importante riconoscere i primi sintomi di polmonite negli adulti e nei bambini e contattare l'ospedale in tempo.

motivi

La polmonite è considerata una delle malattie più comuni. Nonostante il fatto che i moderni metodi di trattamento facciano fronte con successo all'infiammazione, è molto importante prendere le misure appropriate in modo tempestivo. Le fasi di patologia in atto sono spesso fatali.

Molto spesso, l'infezione di pazienti adulti avviene attraverso goccioline trasportate dall'aria. La malattia si sviluppa sullo sfondo di un sistema immunitario debole: una diminuzione delle difese dell'organismo porta all'attivazione e alla riproduzione di batteri patogeni e alla comparsa di processi infiammatori.

I virus contribuiscono anche alla diffusione della flora batterica. Inoltre, i microbi sono in grado di penetrare nel tratto respiratorio quando un corpo estraneo entra nella bocca e nella faringe. In rari casi, i patogeni possono passare da altri focolai di infezione attraverso il sistema circolatorio.

L'infiammazione più comune provoca batteri:

  • pneumococchi;
  • streptococchi;
  • micoplasma;
  • clamidia;
  • Legionella;
  • bacillo di hemophilus;
  • stafilococchi;
  • enterobatteri e così via.

Le cause dello sviluppo di fenomeni infiammatori nel tessuto polmonare negli adulti possono essere:

  • complicazioni dopo malattie virali - SARS, influenza, raffreddori, quando una persona ha un sistema immunitario indebolito;
  • ipotermia. In condizioni avverse, come un'esposizione prolungata al freddo, l'immunità non riesce, il che porta alla comparsa di un processo infiammatorio;
  • varie malattie polmonari - asma bronchiale, ostruzione;
  • esposizione a fumi tossici, radiazioni, gas.

Meno comunemente, l'infiammazione può svilupparsi a seguito dell'uso di ventilazione polmonare artificiale, anestesia generale.

I fattori di rischio nelle donne e negli uomini adulti sono:

  • stress cronico, esaurimento del corpo;
  • dieta squilibrata, mancanza di nutrizione di carne, pesce, frutta e verdura;
  • debole sistema immunitario, provocando una diminuzione delle forze proprie del corpo;
  • tendenza a raffreddori frequenti;
  • abuso di cattive abitudini, fumo, alcolismo;
  • malattie cardiache e renali croniche;
  • neoplasie oncologiche;
  • Infezione da HIV;
  • età avanzata. I cambiamenti legati all'età causano il deterioramento del sistema immunitario, che porta ad un decorso particolarmente grave della polmonite negli anziani.

Cos'è la polmonite

Oggi la polmonite è divisa nelle seguenti forme:

  • ambulatoriale. Tipo di patologia spesso trovato;
  • ospedale. Si sviluppa quando il paziente rimane in condizioni stazionarie da 72 ore;
  • atipico. Si verifica a seguito dell'azione della microflora atipica;
  • immunodeficienti. Osservato nelle persone con infezione da HIV.

A seconda dell'origine dell'infiammazione, la patologia è:

  • virale;
  • batterica;
  • fungo;
  • micoplasma;
  • misto.

Inoltre, la polmonite si verifica in lieve, moderata e grave. Si differenzia anche nel meccanismo di sviluppo:

  • primaria. Si presenta come una malattia indipendente;
  • secondario. È una complicazione di altre malattie;
  • aspirazione. Diagnosticata con la penetrazione di corpi estranei nei bronchi;
  • Postoperatoria. Si forma durante interventi chirurgici sul tratto polmonare;
  • post-traumatico. Si sviluppa a seguito di lesioni al torace.

Dalla natura del decorso della malattia può essere:

Secondo la localizzazione del processo infiammatorio, la malattia è:

  • lato sinistro;
  • sided;
  • a due vie.

Quali sono i sintomi della polmonite?

Riconoscere la polmonite negli adulti da solo è abbastanza difficile: le prime manifestazioni della malattia sono generalmente lievi.

I sintomi principali possono essere tosse e dolore al petto. Inoltre, ci sono i primi segni di polmonite in un adulto, che può essere sospettato dell'inizio di eventi infiammatori:

  • tosse cronica. Inizialmente, può essere secco, con la progressione della malattia, la tosse diventa produttiva, con secrezioni giallo-purulento;
  • freddo prolungato senza miglioramento;
  • mancanza di effetto dopo l'assunzione di antipiretici;
  • dolore nella tosse nello sterno e nella schiena;
  • difficoltà a respirare;
  • pelle pallida;
  • perdita di forza, letargia, debolezza alle gambe;
  • aumento della sudorazione;
  • perdita di appetito;
  • l'aspetto del calore.

Nella forma classica, l'infiammazione nei pazienti adulti si verifica con una temperatura di 39-40 ° C. Le forme atipiche di patologia sono caratterizzate da febbre di basso grado - fino a 37,5 ° C.

Qual è la polmonite negli adulti?

In alcuni casi, il quadro clinico può essere sfocato, senza lo sviluppo di sintomi caratteristici e di temperatura. Tuttavia, questo non rende la malattia meno minacciosa.

Una delle manifestazioni della malattia può essere il malessere generale, che è sorto senza particolari ragioni. In questo caso, il paziente deve sottoporsi a un esame del sangue e delle urine, sottoporsi a fluorografia per la prevenzione e consultare un medico.

È molto importante distinguere la polmonite dall'influenza comune o dal raffreddore comune. Nelle fasi iniziali, molti pazienti non sono consapevoli della malattia, spiegando cattiva salute, attacchi di dolore alla testa e brividi con il raffreddore.

Se ignori i primi segni di polmonite, la malattia inizierà a progredire;

  • la temperatura raggiunge altezze elevate - 38 ° C e oltre, può essere accompagnata da sindrome febbrile e persino allucinazioni;
  • quando si tossisce ci sono strisce di sangue nell'espettorato;
  • la ventilazione polmonare del paziente peggiora, il dolore persistente alla testa, gli starnuti frequenti;
  • l'affaticamento cronico porta a una forte perdita di forza.

I seguenti sintomi possono essere causati da sospetto processo infiammatorio bilaterale nel tratto polmonare:

  • labbra blu;
  • difficoltà a respirare, grave mancanza di respiro;
  • tosse prolungata;
  • perdita di appetito, deterioramento delle prestazioni.

Il più delle volte, l'infiammazione bilaterale inizia con una temperatura elevata - più di 38,5 ° C ed è accompagnata da febbre.

Nel tipo virale di patologia, un naso che cola, congiuntivite, dolore ai linfonodi, nausea e, in rari casi, vomito possono unirsi ai sintomi.

La polmonite batterica si verifica in concomitanza con un aumento della pressione sanguigna, scarso appetito, perdita di peso corporeo e tosse con muco giallo.

diagnostica

Al primo sospetto di polmonite in un paziente, viene eseguito un esame del sangue, che mostrerà eventuali cambiamenti nel corpo. Uno degli indicatori è un aumento del livello di VES, così come i leucociti, il cui numero aumenta in presenza di un processo patologico. Quando i livelli dei linfociti vengono superati, la malattia ha un carattere virale, neutrofili - batterici.

Inoltre, i seguenti studi aiuteranno a diagnosticare la patologia:

  • Analisi biochimiche del sangue. Aiuterà a rilevare anomalie nel funzionamento di altri sistemi interni (fegato, reni, cuore), oltre a eliminare potenziali complicanze.
  • Per valutare la funzionalità del sistema bronco-polmonare, viene eseguita l'analisi dei gas del sangue.
  • Per valutare le condizioni del tratto polmonare, è possibile utilizzare i raggi X o la tomografia computerizzata.
  • Consente di identificare l'agente patogeno e determinare la sua sensibilità all'esame antibiotico dell'espettorato.

Inoltre, il medico può prescrivere ulteriori metodi diagnostici: esami del sangue per anticorpi, biopsie e tracheobronchoscopy.

Come trattare

La terapia della polmonite viene eseguita da medici generici e terapisti. In caso di forma lieve, si raccomanda un trattamento ospedaliero per gli adulti, l'infezione moderata e grave richiede il ricovero in ospedale.

Il principale metodo di trattamento della malattia consiste nel prendere antibiotici, che vengono selezionati in base ai risultati dei test. Tuttavia, se si perde tempo e si richiede una terapia antibiotica immediata, vengono utilizzati agenti con un'ampia gamma di attività terapeutiche.

I farmaci antimicrobici sono selezionati tenendo conto:

  • età del paziente;
  • malattie associate;
  • tipo di patologia;
  • gravità dei sintomi.

In caso di malattia lieve, sono preferiti i farmaci a base di penicillina, macrolidi, cefalosporine (Flemoklav, Azithromycin, Ceftriaxone). In caso di gravi - si raccomanda la combinazione di più agenti: macrolidi, fluorochinoloni, cefalosporine. La durata dell'uso dei farmaci è determinata dal medico curante, ma la durata non deve essere inferiore a 10 giorni.

Se dopo 3 giorni dall'assunzione del medicinale non si osservano dinamiche positive, il regime di trattamento viene rivisto.

  • Per aumentare l'efficacia del trattamento antimicrobico, possono essere utilizzati agenti antivirali (Arbidol, Tamiflu).
  • Quando le infezioni fungine sono mostrati farmaci antifungini, per esempio, Diflucan. Il medicinale viene selezionato dopo aver determinato il tipo di spore.
  • Per ripristinare il drenaggio dei bronchi, vengono utilizzati gli spray Berodual, Atrovent, Euphyllinum, Bioparox.
  • Per ripristinare il sistema immunitario utilizzato immunoglobulina, interferone.

Per alleviare i sintomi, prescrivere:

  • agenti mucolitici che facilitano l'estrazione dell'espettorato: Ambroesal, Ambrobene, Fluimucil, Fluditec;
  • antipiretici e analgesici - Ibuklin, Paracetamolo, Ibuprofene;
  • con grave intossicazione, è indicata la terapia di disintossicazione con cloruro di sodio;
  • per gli spasmi e il soffocamento, i broncodilatatori sono utilizzati in inalazione e aerosol (Ipratropio bromuro, Salbutamolo);
  • in caso di grave infezione, nonché in assenza dell'efficacia del trattamento principale, vengono prescritti farmaci ormonali - glucocorticosteroidi (Pulmicort), nonché la rimozione di pus con l'aiuto dell'intervento chirurgico.

In altri casi è richiesto il ricovero ospedaliero e la rianimazione.

Le seguenti procedure fisiche promuovono il recupero:

  • inalazione;
  • luce ultravioletta;
  • elettroforesi;
  • massaggio;
  • esercizio terapeutico;
  • esercizi di respirazione

La fisioterapia aiuterà a rafforzare la condizione generale del corpo e accelerare il processo di ripristino del funzionamento dei polmoni.

I pazienti hanno mostrato il rispetto del riposo a letto, il caldo, l'esclusione delle correnti d'aria. La stanza dovrebbe essere sistematicamente ventilata e decontaminata. La dieta dei pazienti adulti dovrebbe includere una grande quantità di liquidi: questo aiuterà ad alleviare l'intossicazione.

È vietato abusare di cibi salati: il sale può causare ritenzione di liquidi nel corpo e la comparsa di gonfiori. I pazienti devono rinunciare alle bevande alcoliche e al fumo, poiché le cattive abitudini peggiorano la prognosi.

complicazioni

Le complicazioni della patologia possono insorgere non solo a causa della malattia stessa, ma anche a causa dell'assunzione dei farmaci.

Le conseguenze del processo infiammatorio nel tratto polmonare possono essere:

  • sviluppo di insufficienza respiratoria;
  • pleurite;
  • ascessi;
  • edema polmonare;
  • avvelenamento del sangue, sepsi.

Se un paziente adulto aderisce al regime di trattamento raccomandato, di solito non si osservano effetti negativi dopo la malattia.

prevenzione

Al fine di prevenire la patologia, adulti e bambini devono attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  • Non rifiutare le vaccinazioni. La vaccinazione di persone con un'immunità debole, così come quelle predisposte a patologie polmonari, contribuirà a prevenire l'infezione da influenza e ARVI.
  • Trattare tempestivamente le infezioni croniche - sinusiti, carie, faringiti, tonsilliti. Queste malattie provocano la crescita di microrganismi patogeni e indeboliscono lo stato immunitario.
  • È fondamentale eliminare il raffreddore: i virus che causano patologie respiratorie spesso causano la polmonite. Per fare questo, è necessario rispettare le raccomandazioni del medico, assumere farmaci antivirali, bere molta acqua. Dopo la scomparsa dei sintomi, è necessario diagnosticare il sangue e le urine per escludere lo sviluppo di complicazioni.
  • Evitare l'interazione con potenziali fonti del virus. Durante un'epidemia, è necessario utilizzare una benda di garza, non visitare luoghi affollati e applicare unguento ossolinico.

Sotto la condizione di trattamento tempestivo in un istituto medico, la polmonite non rappresenta un pericolo per la vita di un adulto. Questo è il motivo per cui è estremamente importante allarmare i sintomi per non perdere tempo prezioso e iniziare una terapia adeguata il prima possibile.

Polmonite: sintomi e trattamento negli adulti

La capacità di respirare liberamente - una componente importante di una buona qualità della vita. A causa di ecologia sfavorevole, radiazioni e altri fattori negativi, i polmoni e altri organi dell'apparato respiratorio umano sono a rischio. Nel nostro articolo parleremo di una delle più frequenti malattie dell'apparato respiratorio negli adulti: polmonite acquisita in comunità.

prevalenza

Secondo le statistiche ufficiali, l'incidenza della polmonite negli adulti è in media dello 0,3-0,4%, ma secondo i dati calcolati è molto più alta. Si stima che in media 14-15 persone su 1000 soffrano di polmonite in Russia ogni anno. L'incidenza è più alta nelle persone anziane, così come tra i coscritti. In Russia ogni anno il numero di pazienti è più di 1,5 milioni di persone, negli Stati Uniti - più di 5 milioni, nei paesi europei - 3 milioni.

Anche la mortalità per questa malattia è piuttosto elevata: in Russia si tratta di circa 27 casi ogni 100 mila abitanti all'anno. Così, in una piccola città con una popolazione di 300 mila persone, 81 persone muoiono di polmonite in un anno. Rischio particolarmente elevato di morte per polmonite in persone di età superiore a 60 anni, con gravi comorbidità (ictus, infarto miocardico, malattia renale o cancro), nonché nella polmonite grave e negli uomini in età lavorativa.

Un ruolo significativo nella mortalità da polmonite è giocato da un appello in ritardo per l'assistenza medica.

Cos'è la polmonite

La polmonite è una malattia infettiva acuta con lesioni focali dei polmoni, accompagnata da essudazione (sudorazione) del fluido all'interno delle vescicole respiratorie, alveoli. La diagnosi di polmonite cronica è riconosciuta obsoleta e non viene utilizzata.

L'International Classification of Diseases X Revision suggerisce di classificare la polmonite batterica in base al suo agente causale, che può essere:

  • Streptococcus pneumoniae;
  • bacillo di hemophilus;
  • Klebsiella;
  • pseudomonas;
  • aureus;
  • streptococco;
  • E. coli;
  • micoplasma;
  • clamidia;
  • altri batteri.

Le malattie che accompagnano l'actinomicosi, l'antrace e altre infezioni batteriche, le malattie virali (morbillo), le micosi, le invasioni parassitarie, l'ornitosi e così via si distinguono in gruppi separati. È stata riconosciuta l'esistenza di polmonite causata da adenovirus, virus respiratorio sinciziale e virus della parainfluenza.

Tuttavia, l'ampia applicazione di questa classificazione è difficile a causa delle difficoltà con l'isolamento dell'agente patogeno, la sua identificazione, così come a causa della frequente auto-terapia con antibiotici prima di andare dal medico.

Pertanto, nel lavoro pratico, i medici usano la divisione della polmonite in comunità acquisite e in ospedale (nosocomiali). Questi due gruppi differiscono nelle condizioni di occorrenza e nei presunti agenti patogeni.

La polmonite acquisita in comunità, che sarà discussa ulteriormente, si verifica fuori dall'ospedale, o successivamente 4 settimane dopo la dimissione, o prima di 48 ore dopo il ricovero in un'altra occasione.

Come la malattia si verifica e si sviluppa

I principali modi di ottenere microbi nei polmoni:

  • aspirazione dei contenuti della bocca e della gola;
  • inalazione di aria contenente germi.

Meno comunemente, l'infezione si diffonde attraverso i vasi sanguigni da altri focolai di infezione (ad esempio, con endocardite) o entra nel tessuto polmonare direttamente quando il torace è ferito o ascessi di organi vicini.

La via più frequente per l'ingresso di agenti patogeni proviene dalla bocca e dalla faringe durante il sonno. Nelle persone sane, i microrganismi vengono immediatamente espulsi con l'aiuto di ciglia che rivestono i bronchi, la tosse e anche muoiono sotto l'azione delle cellule immunitarie. Se questi meccanismi di difesa vengono violati, si creano le condizioni per "riparare" i patogeni nei polmoni. Lì si moltiplicano e provocano una reazione infiammatoria, manifestata da sintomi generali e locali. Pertanto, al fine di ottenere la polmonite, non è necessario contattare una persona malata. I patogeni vivono sulla pelle e nel rinofaringe del paziente stesso e vengono attivati ​​riducendo le difese del corpo.

L'inalazione di aerosol microbico è meno comune. È descritto, ad esempio, nella legionella polmonite, un focolaio classico di cui si è sviluppato a causa dell'ingresso di un microrganismo nel sistema di condizionamento d'aria dell'hotel.

L'agente causale più comune della polmonite acquisita in comunità è lo pneumococco, un po 'meno spesso causato da clamidia, micoplasma e legionella, così come i bacilli emofilici. Spesso determinato da infezioni miste.

I virus, di regola, sono solo un "conduttore" per la flora batterica, inibendo i meccanismi protettivi di cui abbiamo parlato sopra. Pertanto, il termine "polmonite virale-batterica" ​​è considerato errato. I virus, compreso il virus dell'influenza, non infettano gli alveoli, ma il tessuto polmonare interstiziale (intermedio) e questo processo non è raccomandato per essere chiamato polmonite.

Segni clinici

Nella maggior parte dei casi, non è possibile determinare esattamente quale microrganismo ha causato la malattia da reclami e dati di ispezione.

Tipici segni di polmonite nei pazienti giovani:

  • febbre;
  • tosse: secca all'inizio, dopo 3-4 giorni si ammorbidisce;
  • mancanza di respiro;
  • la comparsa di espettorato - da mucoso a purulento, a volte con striature di sangue;
  • dolore al petto;
  • grave debolezza;
  • sudorazioni notturne;
  • palpitazioni cardiache.

Alcuni sintomi classici come febbre improvvisa e dolore toracico acuto sono assenti in alcuni pazienti. Questo è particolarmente vero per i pazienti anziani e debilitati. Dovrebbero essere sospettati di polmonite con un aumento inspiegabile di debolezza, perdita di forza, nausea, rifiuto di mangiare. L'infiammazione dei polmoni in queste persone può essere accompagnata da dolore addominale o coscienza compromessa. Inoltre, per nessun motivo apparente, si verifica scompenso delle malattie associate: aumento della respirazione, aumento del gonfiore, aumento o diminuzione della glicemia e capogiri.

All'esame, il medico può determinare un suono di percussione sordo sulla zona interessata, una sezione di respiro bronchiale con respiro sibilante o crepitio e un aumento del tremore della voce. Questi sintomi classici non si trovano in tutti i pazienti. Pertanto, in caso di sospetta polmonite, sono necessari ulteriori studi.

Anche se la divisione clinica in forme tipiche e atipiche non è riconosciuta ora, ci sono ancora caratteristiche del decorso della polmonite causate da vari patogeni, specialmente all'altezza della malattia.

La polmonite da micoplasma può essere complicata da eritema (focolai di arrossamento della pelle), anemia emolitica, otite, encefalite, mielite (danno al midollo spinale con sviluppo di paralisi). La malattia indotta dalla legionella è accompagnata da disturbi della coscienza, insufficienza renale e insufficienza epatica. La clamidia si manifesta raucedine, mal di gola.

Principali studi diagnostici

Solitamente esegui una radiografia del torace nella proiezione frontale e laterale ("faccia intera" e "profilo"). Può essere sostituito con successo da una fluorografia di grandi dimensioni o digitale. L'esame viene eseguito in caso di sospetta polmonite e 2 settimane dopo l'inizio della terapia antibiotica.

Il più informativo per il rilevamento della polmonite è la tomografia computerizzata. Viene eseguito nelle seguenti situazioni:

  1. In un paziente con sintomi evidenti di polmonite, i cambiamenti sulla radiografia non confermano la malattia.
  2. In un paziente con sintomi tipici, i cambiamenti sul roentgenogram indicano una malattia diversa.
  3. Recidiva di polmonite nello stesso punto di prima.
  4. Il decorso prolungato della malattia, più lungo di un mese.

Negli ultimi due casi, è necessario escludere il cancro del grande bronco o altre malattie polmonari.

Per diagnosticare le complicanze più frequenti della polmonite - pleurite e ascesso (ascesso) del polmone - viene utilizzata la tomografia computerizzata e gli ultrasuoni nella dinamica.

Lo sviluppo inverso della polmonite richiede 1-1,5 mesi. Con il trattamento di successo, un quadro di controllo è preso non prima di 2 settimane dopo l'inizio del ciclo di antibiotici. Lo scopo di questo studio è la diagnosi di cancro al polmone o tubercolosi, "nascondendo sotto la maschera" di polmonite.

Ulteriori studi diagnostici

In generale, un esame del sangue è determinato da un aumento del numero di leucociti a 10-12 x 10 12 / l. Una diminuzione del numero di queste cellule è inferiore a 3 x 10 12 / le un aumento significativo - più di 25 x 10 12 / l - un segno di prognosi sfavorevole.

L'analisi biochimica del sangue cambia poco. È usato per determinare la funzione del fegato e dei reni, che è importante quando si scelgono gli antibiotici.

Se il paziente ha respiro affannoso a riposo, malattia polmonare ostruttiva cronica concomitante, pleurite massiva o saturazione di ossigeno del sangue è inferiore al 90%, allora è necessaria l'analisi della composizione gassosa del sangue arterioso. L'ipossiemia significativa (diminuzione della concentrazione di ossigeno nel sangue) è un'indicazione per il trasferimento di un paziente all'unità di terapia intensiva e all'ossigenoterapia.

È in corso uno studio microbiologico sull'espettorato, ma i suoi risultati dipendono in gran parte da fattori esterni, ad esempio la corretta tecnica di consegna. In ospedale deve fare una microscopia di striscio di espettorato, macchiato da Gram.

In polmonite grave, il sangue deve essere prelevato per la coltura ("sangue per sterilità") prima del trattamento con antibiotici. Tuttavia, l'impossibilità di adottare rapidamente tale analisi non dovrebbe impedire l'inizio precoce del trattamento.

Ricerche condotte sulla fattibilità della determinazione degli antigeni dei patogeni nell'urina, test rapido pneumococcico, reazione a catena della polimerasi.

Una fibrobronchoscopia viene eseguita in caso di sospetta tubercolosi polmonare, nonché per la diagnosi di un corpo estraneo, un tumore del bronco.

Se è impossibile eseguire una ricerca, è necessario iniziare il più presto possibile per trattare il paziente con antibiotici.

Dove trattare il paziente

In molti modi, la soluzione di questo problema dipende dal medico e dal paziente. Spesso, la polmonite con un ciclo mite di trattamento a casa. Tuttavia, ci sono segni, la presenza di almeno uno dei quali serve come indicazione per il ricovero in ospedale:

  • mancanza di respiro con una frequenza respiratoria superiore a 30 al minuto;
  • il livello di pressione sanguigna è inferiore a 90/60 mm Hg. v.;
  • un aumento della frequenza delle contrazioni del cuore a 125 al minuto o più;
  • diminuzione della temperatura corporea inferiore a 35,5 o aumento di oltre 39,9;
  • disturbo della coscienza;
  • il numero di leucociti nell'analisi del sangue è inferiore a 4 x 10 9 / lo superiore a 20 x 10 9 / l;
  • riduzione del contenuto di ossigeno nel sangue secondo la pulsossimetria a un livello del 92% o inferiore;
  • un aumento del livello di creatinina sierica in un'analisi biochimica di oltre 176,7 μmol / l (questo è un segno di insufficienza renale incipiente);
  • danno a più di un lobo del polmone in base alla radiografia;
  • ascesso polmonare;
  • la presenza di fluido nella cavità pleurica;
  • rapido aumento dei cambiamenti nei polmoni;
  • il livello di emoglobina nel sangue è inferiore a 90 g / l;
  • focolai di infezione in altri organi, sepsi, insufficienza multiorgano;
  • l'incapacità di eseguire tutti gli appuntamenti medici a casa.

Nei casi gravi della malattia, il trattamento è iniziato in condizioni di unità di terapia intensiva.

È preferibile eseguire un trattamento in ospedale nelle seguenti situazioni:

  • un paziente sopra i 60 anni;
  • presenza di malattie polmonari croniche, diabete, tumori maligni, insufficienza cardiaca o renale grave, basso peso corporeo, alcolismo o tossicodipendenza;
  • l'inefficacia della terapia antibiotica iniziale;
  • la gravidanza;
  • il desiderio del paziente o dei suoi parenti.

Antibiotici per la polmonite

Le droghe scelte sono le penicilline protette dagli inibitori, che non vengono distrutte dagli enzimi dei microrganismi: amoxicillina / acido clavulanico e amoxicillina / sulbactam. Uccidono efficacemente il pneumococco, hanno una bassa tossicità, l'esperienza del loro uso effettivo viene calcolata per anni e decenni. Questi farmaci vengono solitamente utilizzati per la somministrazione orale in ambito ambulatoriale, con malattia lieve.

In ospedale, il primato appartiene spesso alle cefalosporine di terza generazione: cefotaxime e ceftriaxone. Sono somministrati per via intramuscolare 1 volta al giorno.

Lo svantaggio dei beta-lattamici (penicilline e cefalosporine) è bassa efficacia contro micoplasma, Klebsiella e legionella. Pertanto, i macrolidi sono ampiamente utilizzati per il trattamento della polmonite, che agisce anche su questi microbi. L'eritromicina, la claritromicina e l'azitromicina sono utilizzate sia per la somministrazione orale che sotto forma di iniezioni. Particolarmente efficace è la combinazione di macrolidi e beta-lattamici.

Un trattamento eccellente per la polmonite sono i cosiddetti fluoroquinoloni respiratori: levofloxacina, moxifloxacina, emifloxacina. Agiscono efficacemente su quasi tutti i patogeni conosciuti della polmonite. Questi farmaci vengono prescritti una volta al giorno, si accumulano nel tessuto polmonare, il che migliora l'esito del trattamento.

La durata del trattamento è determinata dal medico, è individuale per ogni paziente. Di solito, il trattamento con farmaci anti-batterici viene interrotto se il paziente ha tutti i segni elencati:

  • temperatura corporea inferiore a 37,8 ° C per 2-3 giorni;
  • frequenza cardiaca inferiore a 100 al minuto;
  • frequenza respiratoria inferiore a 24 al minuto;
  • pressione arteriosa sistolica superiore a 90 mm Hg. v.;
  • Saturazione di ossigeno nel sangue secondo pulsossimetria superiore al 92%.

Nella maggior parte dei casi di polmonite non complicata, la durata del trattamento antibiotico è di 7-10 giorni.

Terapia patogenetica e sintomatica

Se la polmonite è grave o causa complicazioni, oltre agli antibiotici, utilizzare i seguenti rimedi:

  • plasma fresco congelato e immunoglobulina umana per ripristinare l'immunità;
  • eparina in combinazione con destrano per la correzione dei disturbi del microcircolo;
  • albumina in violazione della composizione proteica del sangue;
  • soluzione fisiologica di cloruro di sodio, se necessario, sali di potassio e magnesio per la disintossicazione;
  • ossigeno utilizzando un catetere nasale, una maschera o anche una conversione alla ventilazione artificiale del polmone;
  • glucocorticoidi in stato di shock;
  • vitamina C come antiossidante, riducendo il danno cellulare;
  • broncodilatatori con comprovata ostruzione bronchiale: ipratropio bromuro, salbutamolo attraverso un nebulizzatore;
  • mucolitici (ambroxolo, acetilcisteina) all'interno o attraverso un nebulizzatore.

Il paziente ha bisogno di riposo a letto, e poi un regime di risparmio, un cibo sufficientemente ipercalorico, facile da digerire e bere in abbondanza. Gli esercizi respiratori devono iniziare 2-3 giorni dopo la normalizzazione della temperatura corporea. Può includere sia esercizi speciali che esercizi elementari, ad esempio, mongolfiera 1-2 volte al giorno.

Nel periodo di riassorbimento del focus infiammatorio, viene prescritta la fisioterapia:

  • inductothermy;
  • terapia a microonde;
  • elettroforesi di lidaza, eparina, cloruro di calcio;
  • procedure termiche (compresse di paraffina).

Dopo il recupero, il paziente viene raccomandato un trattamento termale nei sanatori locali o nei luoghi con un clima caldo e umido, in mare. Sarà utile sottoporsi a un corso di riflessologia, massaggi, sessioni di ionizzazione aerodinamica.

complicazioni

La polmonite acquisita in comunità può essere complicata da tali condizioni:

  • versamento pleurico;
  • empiema pleurico;
  • distruzione del tessuto polmonare (formazione di ascessi);
  • sindrome da distress respiratorio acuto e insufficienza respiratoria acuta;
  • sepsi, shock settico, lesioni batteriche in altri organi (cuore, rene e così via).

Di particolare importanza sono le complicazioni purulente: ascesso polmonare ed empiema. Per il loro trattamento, viene utilizzata una terapia antibatterica a lungo termine, con empiema (accumulo di pus nella cavità pleurica) - drenaggio.

Polmonite a risoluzione lenta

Succede che anche dopo un trattamento antibiotico intensivo, i sintomi della malattia scompaiono e rimangono i segni radiografici. Se persistono per più di 4 settimane, parlano di una polmonite che si risolve lentamente. Fattori di rischio per un corso prolungato:

  • età oltre 55 anni;
  • l'alcolismo;
  • grave polmone, cuore, rene, diabete;
  • polmonite grave;
  • il fumo;
  • sepsi;
  • resistenza microbica ai farmaci.

Se questi fattori sono presenti, il paziente continua il trattamento riparativo, che discuteremo di seguito, un controllo radiografico è prescritto in un mese. Nel caso in cui le modifiche vengano salvate, vengono assegnati ulteriori metodi di ricerca. Questi metodi sono assegnati immediatamente se il paziente non ha fattori di rischio per polmonite prolungata.

Quali malattie possono presentarsi sotto forma di polmonite prolungata:

  • tumori maligni (cancro del polmone e dei bronchi, metastasi, linfoma);
  • embolia polmonare, infarto polmonare;
  • malattie immunopatologiche (vasculite, lupus, aspergillosi, fibrosi polmonare idiopatica e altre);
  • altre malattie (insufficienza cardiaca, lesioni medicinali dei polmoni, corpo estraneo bronchiale, sarcoidosi, atelettasia polmonare).

La broncoscopia con biopsia, tomografia computerizzata e tomografia a risonanza magnetica viene utilizzata per diagnosticare queste condizioni.

Effetti residui di polmonite

Dopo la distruzione di microrganismi nei polmoni di un paziente in fase di recupero, gli effetti residui associati a un'infiammazione calmante, alla rigenerazione dei tessuti e ad un temporaneo indebolimento delle difese dell'organismo possono essere fastidiosi.

Un persistente aumento della temperatura corporea a 37-37,5 ° può indicare infiammazione non infettiva, astenia post-infettiva e febbre indotta da farmaci.

I cambiamenti nelle radiografie del torace possono persistere per 1-2 mesi dopo il recupero. Durante questo periodo, il paziente può lamentare una tosse secca, soprattutto se fuma o soffre di bronchite cronica.

Come manifestazione dell'astenia post-infettiva (debolezza del corpo), il sudore notturno e l'affaticamento possono persistere. Di solito il recupero completo richiede 2-3 mesi.

Il processo naturale è la conservazione di rantoli secchi nei polmoni per un mese. Può anche essere notato un aumento della velocità di eritrosedimentazione, che è un processo non specifico e non porta alcuna informazione aggiuntiva.

prevenzione

La prevenzione della polmonite include metodi non specifici e specifici.

Un metodo specifico per prevenire la malattia è la vaccinazione con vaccino pneumococcico e vaccino antinfluenzale. Queste vaccinazioni sono proposte per le seguenti categorie di persone ad alto rischio di polmonite e le sue complicanze:

  • tutte le persone sopra i 50 anni;
  • persone che vivono in case di cura;
  • pazienti con malattia cronica cardiaca o polmonare, diabete, malattie renali, stati di immunodeficienza, incluso l'infezione da HIV;
  • donne nei 2 e 3 trimestri di gravidanza;
  • familiari di persone elencate;
  • professionisti medici.

La vaccinazione viene effettuata ogni anno da ottobre a novembre.

Prevenzione non specifica di polmonite:

  • tutela del lavoro e igiene nei luoghi di lavoro;
  • educazione alla salute pubblica;
  • stile di vita sano ed evitare cattive abitudini;
  • trattamento di carie, tonsillite cronica, malattie della pelle pustolosa;
  • trattamento tempestivo di infezioni virali acute e influenza.

Quale dottore contattare

Quando compare febbre, tosse, dolore al petto, è meglio chiamare un'ambulanza che porta il paziente in un ospedale terapeutico. Dopo la diagnosi di polmonite e la determinazione della sua gravità, il paziente può essere ricoverato in ospedale in reparti polmonari o terapeutici, oppure può essere rilasciato a casa sotto la supervisione di un medico locale.