Principale
Tosse

Mononucleosi negli adulti: sintomi e trattamento

Mononucleosi infettiva - cos'è questa malattia? Altrimenti, si chiama febbre ghiandolare o angina mononitina. La malattia è causata dal virus Epstein-Barr, che appartiene al gruppo di herpes. Caratterizzato dalla comparsa di cellule mononucleate atipiche nel sangue. La mononucleosi negli adulti (sintomi e trattamento) è rara. La malattia di solito colpisce bambini, ragazzi e ragazze di età compresa tra 14 e 18 anni. Per maturità, il corpo ha già anticorpi contro il virus.

Fuori dal suo vettore, il virus muore abbastanza velocemente. L'infezione avviene per contatto ravvicinato: durante un bacio, a stretto contatto, dopo trasfusioni di sangue, occasionalmente attraverso articoli per l'igiene personale. Il periodo di incubazione dura da 5 a 20 giorni. Lo sviluppo della malattia si verifica in uno sfondo di immunità indebolita. Dopo l'infezione iniziale, la persona rimane contagiosa per un anno e mezzo. Il virus si diffonde sia durante la ricorrenza e la remissione.

Segni di mononucleosi

Se gli adulti sono sospettati di avere la mononucleosi, i sintomi sono i seguenti:

  1. Malessere generale, stanchezza. C'è dolore alle articolazioni e ai muscoli, mal di testa.
  2. All'inizio della malattia, l'aumento di temperatura è insignificante, quindi può salire a 40 gradi. Le sue gocce sono talvolta osservate per 7-21 giorni.
  3. Il paziente ha difficoltà a deglutire. La tonsillite si sviluppa nella forma lacunare o catarrale. Con la catarrale, le tonsille si arrossano, si infiammano, aumentano di dimensioni. Lacunar è caratterizzato dall'aggiunta di film purulenti, ulcerazione del tessuto delle tonsille con la formazione di aree morte.
  4. C'è un aumento dei linfonodi nella parte posteriore del collo e sotto la mandibola. Infiammazione dei linfonodi inguinali, ascellari e cubitali.
  5. Compaiono sintomi di nasofaringite: congestione nasale, mal di gola, secrezione mucosa, difficoltà di respirazione.
  6. Sulla pelle si formano papule, macchie, pigmentazione. Un'eruzione cutanea con mononucleosi dura da 2 a 5 giorni, quindi scompare senza lasciare traccia.

Negli adulti, a differenza dei bambini, i segni di angina sono meno pronunciati. L'infezione colpisce più gravemente la milza e il fegato, provocandone l'aumento. Probabilmente un corso atipico senza sintomi evidenti. Rileva il virus in questo caso è possibile solo dopo l'esame.

diagnostica

La mononucleosi negli adulti (sintomi e trattamento) è rara ed è piuttosto difficile diagnosticare una malattia che si manifesta in forma lieve. Secondo l'insieme dei sintomi, il medico può sospettare la mononucleosi e prescrivere test di laboratorio.

Nel sangue si osservano cellule mononucleate atipiche e un aumento dei leucociti. Nella saliva mediante il metodo PCR, il virus Epstein-Barr viene rilevato durante lo sviluppo della malattia e sei mesi dopo il recupero. È immagazzinato nella membrana mucosa dell'orofaringe e dei linfociti B.

Per l'esame delle condizioni della milza e del fegato, è prescritta un'ecografia degli organi addominali. Gli esami del sangue dovrebbero essere presi ogni tre giorni per monitorare il decorso della malattia.

Trattamento farmacologico

Il paziente deve riposare ad alta temperatura, bere molta acqua. Nominato sparing per la dieta del fegato. Dalla dieta escludono i prodotti fritti, speziati, grassi, semi-finiti. Dovrebbe mangiare più frutta e verdura fresca, carne magra, cereali. Pasti frequenti, piccole porzioni.

La mononucleosi negli adulti (sintomi e trattamento) richiede il trattamento da parte di un medico infettivo. Egli prescrive il seguente trattamento:

  • Antistaminici: riducono l'infiammazione e il gonfiore. Assegna Loratadin, Diazolin.
  • Le manifestazioni di tonsillite vengono eliminate risciacquando con agenti antisettici: clorexidina, Miramistina, camomilla o decotto salvia.
  • A temperature elevate assumere Paracetamolo, Ibufen, Efferalgan, Ibuprofen.
  • La terapia della vitamina è effettuata per rinforzare le difese del corpo.
  • In caso di malattia grave, è dimostrato che le infusioni endovenose disintossicano il corpo.

Il trattamento ha lo scopo di alleviare la condizione del paziente, rafforzando il sistema immunitario. Gli antibiotici sono prescritti solo in caso di adesione di un'infezione batterica.

Medicina tradizionale per la mononucleosi

Al fine di recuperare più velocemente, la mononucleosi negli adulti è ulteriormente trattata con rimedi popolari. Prima di utilizzare le ricette, è necessario consultare il proprio medico e assicurarsi che non vi siano reazioni negative ai componenti utilizzati.

Per rafforzare il sistema immunitario, la lotta contro i virus, applicare Echinacea. Opzioni per la preparazione di fondi da esso:

  1. Fiori secchi o freschi della pianta nella quantità di 30 grammi preparare in 0,5 litri di acqua calda e far bollire per 10 minuti. sotto il coperchio. Poi nel brodo raffreddato e filtrato aggiungi miele e bevi mezza tazza 3 volte al giorno.
  2. Per l'infusione di echinacea prendere 1 cucchiaio. l. radici tagliuzzate o foglie secche. Puoi usare i fiori. Infornare in 0,5 litri di acqua bollente e insistere per 2/3 ore. Prendi 150 ml 3 volte al giorno per la malattia, 1 volta per la prevenzione. Lo strumento è efficace nella mononucleosi e in altre malattie infettive.

Per alleviare i sintomi di angina e nasofaringite con mononucleosi, normalizzare la respirazione, utilizzando il calamo. Radice di calamo in polvere (2 cucchiaini) far bollire in un bicchiere d'acqua per 10 minuti. e insisti 2 ore. Hai bisogno di bere da 5 a 7 volte al giorno per un cucchiaino da dessert dei mezzi, fino a quando il paziente avverte un miglioramento nel benessere.

In caso di complicazione batterica, si utilizza l'infusione della radice d'oro. 1 cucchiaino. radice schiacciata versare due litri di acqua bollente e insistere per 2 ore. Bere un bicchiere 3 volte al giorno.

Accelerare il recupero dei decotti dalle tasse di varie piante medicinali. Possibili opzioni per gli ingredienti:

  1. Cicoria (erba o radice), cardo, stella alpina, bardana ed elecampane (radici), fiordaliso (fiori).
  2. Achillea, poligono, menta, origano, ortica, motherwort.
  3. Le radici di bardana, Althea, elecampane con foglie di farfara e il colore della calendula e della camomilla.
  4. Le foglie di ribes e lampone con cinorrodi, radice di bergenia e colore dei prati.
  5. Germoglio di Ledum mescolato con wintergreen, volodushka, radice di maryiny, radici di primula e Althea, geranio, timo.
  6. Radici di Levzey e dente di leone con fiori di trifoglio, assenzio, germogli di betulla, colore di trifoglio e coni di ontano.

La raccolta deve essere schiacciata, due cucchiai di miscela versati in un thermos, versare un litro di acqua bollente e infondere durante la notte. Insistere in un corso di bibita per due mesi, mezzo bicchiere ogni mattina per 30 minuti. prima dei pasti Per migliorare il gusto nella singola porzione finita, puoi aggiungere marmellata, miele o zucchero. Conservare l'infusione in frigorifero.

L'uso di rimedi popolari non cancella la terapia farmacologica. Se ti senti peggio, devi annullare il farmaco e consultare il medico.

Cosa minaccia la malattia durante la gravidanza

Le infezioni virali sono molto pericolose durante la gravidanza, specialmente nel primo e nell'ultimo trimestre. Dopo una mononucleosi posticipata, i medici raccomandano il trasferimento del concepimento di un bambino per 6-12 mesi. Questo vale sia per le donne che per gli uomini.

L'infezione da virus Epstein-Barr durante la gestazione minaccia di complicazioni per la madre e il bambino o aborto. La malattia nella fase iniziale può essere manifestata dalla cistite. Il trattamento deve essere effettuato in ospedale sotto la supervisione di specialisti. In forma lieve, il paziente potrebbe essere a casa.

La terapia sintomatica è effettuata. Prescrivere antistaminici, gargarismi per la gola, antipiretici sulla base del paracetamolo. Se l'infezione si è verificata nel primo trimestre e la mononucleosi è difficile, è probabile che l'aborto sia forzato.

Probabili complicazioni e conseguenze, prevenzione della mononucleosi

La mononucleosi infettiva negli adulti di solito procede facilmente, e dopo il recupero si verifica una remissione stabile per tutta la vita. Complicazioni si verificano con immunodeficienza significativa. Sono probabili i seguenti effetti:

  • rottura della milza;
  • paralisi del nervo cranico;
  • encefalite;
  • Sindrome di Guillain-Barre;
  • polinevrite;
  • trombocitopenia;
  • granulocitopenia;
  • anemia emolitica autoimmune;
  • meningoencefalite;
  • polmonite interstiziale;
  • psicosi;
  • mielite trasversa;
  • lesione del nervo facciale;
  • patologia cardiaca.

La rottura della milza e l'ostruzione delle vie respiratorie possono essere fatali. Dopo mononucleosi infettiva, debolezza e affaticamento rimangono per qualche tempo. Il paziente deve riposare più spesso, limitare lo stress fisico e mentale, evitare lo stress.

Per la prevenzione dovrebbe rafforzare il sistema immunitario. In questo caso, anche dopo l'infezione, il corpo può facilmente far fronte al virus e lo sviluppo della malattia non si verificherà. Raccomandiamo lunghe passeggiate all'aria aperta, attività fisica, alimentazione bilanciata, assunzione di complessi vitaminici in primavera e in inverno.

Mononucleosi negli adulti: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

La malattia virale causata dal virus Epstein-Barr è chiamata mononucleosi. I bambini in tenera età sono inclini a questa patologia. Entro 5-7 anni, gli anticorpi verso la mononucleosi sono rilevati nel 45-50% dei pazienti. Questo suggerisce che l'infezione è stata, ma l'immunità ha affrontato l'infezione. Gli adulti si ammalano meno spesso, estremamente raramente - di età superiore ai 35 anni.

motivi

Il virus Epstein-Barr è trasmesso da goccioline trasportate dall'aria. Entra nel corpo di un adulto attraverso gli organi respiratori e colpisce le mucose della faringe.

sintomi

Il periodo di incubazione dell'infezione dura 7-10 giorni. I primi segni di mononucleosi negli adulti compaiono nel periodo prodromico. Questo è il tempo che intercorre tra l'incubazione e l'esordio immediato della malattia. I sintomi prodromici includono debolezza, nausea, mal di gola. La mononucleosi acuta e cronica negli adulti ha un quadro clinico diverso:

La natura della malattia

  • aumento della temperatura a 38,5-39,5 gradi;
  • rossore e gonfiore delle tonsille, fiore grigio su di loro;
  • linfonodi ingrossati della regione cervicale anteriore e posteriore, sottomandibolare, ascellare, inguinale;
  • aumento della sudorazione;
  • febbre;
  • giallo di sclera, pelle;
  • brividi;
  • dolori muscolari;
  • mialgia;
  • l'emicrania;
  • una milza ingrossata (nei giorni 7-9 della malattia);
  • fegato ingrossato (9-10 giorni).
  • lieve linfoadenopatia;
  • lieve iperplasia delle tonsille;
  • ittero;
  • letargia;
  • dispepsia;
  • febbre che dura non più di 2 settimane.

diagnostica

Durante la storia medica, il medico specifica la gravità della malattia, l'ordine in cui compaiono i sintomi. Dopo un esame fisico, al paziente vengono prescritte le seguenti procedure:

Cosa mostra con la mononucleosi

Analisi del sangue generale

  • leucocitosi moderata;
  • la prevalenza di linfociti e monociti;
  • neutropenia relativa;
  • spostamento dei leucociti a sinistra;
  • la presenza di cellule mononucleate atipiche.

Analisi del sangue biochimica

  • moderato aumento dell'attività di AST e ALT;
  • aumento della quantità di bilirubina legata.

Determinazione degli antigeni di membrana e del virus del capside Epstein-Barr nel sangue

  • anticorpi contro gli antigeni VCA di Epstein-Barr;
  • immunoglobuline sieriche rilevate durante il periodo di incubazione;
  • immunoglobuline G, rilevate dopo l'infezione.

Esame sierologico del sangue per l'infezione da HIV

La presenza di cellule mononucleate nel sangue può essere osservata anche con l'HIV. Per questo motivo, un paziente con mononucleosi è sottoposto ad una triplice analisi per il virus dell'immunodeficienza: nel periodo acuto, dopo 3 e 6 mesi.

Polymerase Chain Reaction (PCR)

Nel dilavamento dell'orofaringe viene rilevato il DNA del virus Epstein-Barr.

Raschiamento buccale delle mucose all'interno delle guance

Rileva il DNA di Epstein-Barr.

Ecografia addominale

  • epatosplenomegalia;
  • aumento dei linfonodi mesenterici.

Trattamento della mononucleosi negli adulti

Obiettivi del trattamento della mononucleosi: alleviare i sintomi della malattia e prevenire lo sviluppo di complicanze batteriche.

Con grave febbre, è indicato il riposo a letto. In caso di disfunzione epatica, a Pevsner viene prescritta la dieta n. 5. La mononucleosi lieve e moderata viene trattata in regime ambulatoriale. Indicazioni per il ricovero in ospedale di pazienti adulti:

  • aggiunta di complicazioni;
  • grave intossicazione;
  • la minaccia di asfissia dovuta alle tonsille dilatate;
  • alta temperatura di 39,5-40 gradi e oltre.

Farmaci per il trattamento

La terapia della mononucleosi comprende agenti topici, farmaci orali, somministrazione intramuscolare o endovenosa. Tutto dipende dalla gravità della malattia. I principali gruppi di farmaci per questa infezione:

Nome del gruppo di farmaci

Cosa è prescritto

Rimozione di gonfiore e altre manifestazioni allergiche di infezione.

  • clemastine;
  • Chloropyramine;
  • Zodak;
  • loratadina;
  • Mebidrolina.
  • Arbidol;
  • Imudon;
  • Anaferon;
  • Viferon.

Gli antibiotici per la mononucleosi negli adulti sono prescritti per i processi necrotizzanti in gola, al fine di sopprimere lo sviluppo della microflora batterica.

  • amoxicillina;
  • oxacillina;
  • Eritromicina.

Rimozione del gonfiore delle tonsille.

  • Prednisolone (non Prednisone);
  • Desametasone.

Abbassare la temperatura se è superiore a 38,5 gradi.

  • ibuprofene;
  • nimesulide;
  • Paracetamolo.

Manutenzione del fegato

  • Essentiale Forte;
  • Antral.

Gocce nasali vasocostrittore

  • Sanorin;
  • Naftizin.
  • Miramistin;
  • furatsilin;
  • Chlorophyllipt.

dieta

Prodotti e piatti consigliati

  • yogurt magro;
  • ricotta fresca acida;
  • budino al vapore;
  • latte magro;
  • riso mucoso, farina d'avena, zuppe vegetariane;
  • biscotti galetny;
  • cracker di grano;
  • pane secco;
  • porridge sull'acqua;
  • pesce magra bollito;
  • carne di vitello tritata

Cibi e piatti proibiti

  • carne affumicata;
  • grassi animali;
  • fagioli;
  • uova fritte;
  • sottaceti;
  • cibi in salamoia;
  • cottura al forno

Medicina popolare

I metodi di medicina alternativa sono solo un'aggiunta alla terapia di base. Non fare interamente affidamento su tali ricette. Prima di applicarli, è necessario consultare un medico. I seguenti agenti possono essere considerati efficaci per la mononucleosi:

  • Versare 250 ml di acqua bollente 1 cucchiaio. l. foglie di melissa, lasciare riposare per 10 minuti, scolare. Bere 0,5 st. 3 volte al giorno a piccoli sorsi. Prendi prima del miglioramento.
  • Macinare l'echinacea per ottenere 1 cucchiaino. materie prime Versare 250 ml di acqua bollente su di esso, infondere per mezz'ora. Bevi una terza tazza di infuso tre volte al giorno. Prendi tutto il trattamento formale.
  • Preparare un bicchiere di acqua bollente 1 cucchiaio. l. fiori di calendula, lasciate riposare per circa un'ora. Prima di prendere lo sforzo, bere 0,5 cucchiai. fino a 3 volte durante il giorno. Consuma per migliorare.

Mononucleosi negli adulti sintomi e trattamento

Mononucleosi infettiva, è la malattia di Filatov, la febbre ghiandolare, l'angina monocitica, la malattia di Pfeifer. È una forma acuta di infezione da virus Ebstein-Barr (EBI o EBV - virus Epstein-Barr), caratterizzata da febbre, linfoadenopatia generalizzata, tonsillite, epatosplenomegalia (ingrossamento del fegato e della milza), nonché cambiamenti specifici nell'emogramma.

La mononucleosi infettiva fu scoperta per la prima volta nel 1885 da N. F. Filatov, notò una malattia febbrile accompagnata da un aumento nella maggior parte dei linfonodi. 1909-1929 - Burns, Tidy, Schwartz e altri hanno descritto i cambiamenti nell'emogramma di questa malattia. 1964 - Epstein e Barr isolarono uno degli agenti causali della famiglia di herpesvirus da cellule di linfoma, lo stesso virus fu isolato dalla mononucleosi infettiva.

Di conseguenza, siamo giunti alla conclusione che questo virus (virus Epstein-Barr), a seconda della forma del corso, produce varie malattie:

- mononucleosi acuta o cronica;
- tumori maligni (linfoma di Brekit, carcinoma nasofaringeo, linfogranulomatosi);
- il lancio di malattie autoimmuni (si considera il coinvolgimento del virus del lupus eritematoso e della sarcoidosi);
- CFS (Sindrome da Stanchezza Cronica).

Cause della mononucleosi

L'agente eziologico dell'infezione è il virus linfotropico Epstein-Barr leggermente contagioso (EBV), appartenente alla famiglia dei virus herpetic. Possiede proprietà opportunistiche e oncogene, contiene 2 molecole di DNA ed è capace, come gli altri patogeni di questo gruppo, di persistere per tutta la vita nel corpo umano, essendo rilasciato dall'orofaringe nell'ambiente esterno per 18 mesi dopo l'infezione iniziale. Nella stragrande maggioranza degli adulti, vengono rilevati anticorpi eterofili per EBV, che confermano l'infezione cronica con questo agente patogeno.

Il virus entra nel corpo insieme alla saliva (motivo per cui in alcune fonti la mononucleosi infettiva è chiamata "malattia del bacio"). Il luogo principale dell'auto-riproduzione delle particelle virali nell'ospite è l'orofaringe. Dopo l'affezione del tessuto linfoide, il patogeno viene introdotto nei linfociti B (la funzione principale di queste cellule del sangue è la produzione di anticorpi). Avendo un effetto diretto e indiretto sulle reazioni immunitarie, circa un giorno dopo l'introduzione, gli antigeni del virus vengono rilevati direttamente nel nucleo di una cellula infetta. Nella forma acuta della malattia, specifici antigeni virali si trovano in circa il 20% dei linfociti B circolanti nel sangue periferico. Possedendo un effetto proliferativo, il virus Epstein-Barr promuove la riproduzione attiva dei linfociti B, a sua volta, stimolando un'intensa risposta immunitaria da linfociti T CD8 + e CD3 +.

I sintomi della mononucleosi

Sintomi di mononucleosi infettiva acuta

In media, la durata del periodo di incubazione è di 7-10 giorni (secondo vari autori, da 5 a 50 giorni).

Nel periodo prodromico, i pazienti lamentano debolezza, nausea, affaticamento, mal di gola. A poco a poco, i sintomi negativi aumentano, la temperatura corporea aumenta, compaiono segni di angina, la respirazione nasale diventa difficile e i linfonodi del collo si gonfiano. Di norma, entro la fine della prima settimana del periodo acuto della malattia vi è un aumento del fegato, della milza e dei linfonodi sul retro del collo, così come la comparsa di cellule mononucleate atipiche nel sangue periferico.

Nel 3-15% dei pazienti con mononucleosi infettiva si verifica pastoznost (gonfiore) l'età, il gonfiore dei tessuti del collo dell'utero e eruzioni cutanee (rash maculopapulare).

Uno dei sintomi più caratteristici della malattia è una lesione dell'orofaringe. Lo sviluppo del processo infiammatorio è accompagnato da un aumento e gonfiore delle tonsille palatine e nasofaringee. Di conseguenza, la respirazione nasale diventa difficile, si nota un cambiamento nel timbro (contrazione) della voce, il paziente respira con la bocca aperta, emettendo caratteristici suoni "russanti". Va notato che nel mononucleosi infettiva, nonostante la congestione nasale marcata, nella fase acuta della malattia non erano osservati segni di rinorrea (secrezioni di muco nasale costante). Questa condizione è spiegata dal fatto che durante lo sviluppo della malattia è interessata la mucosa della concha nasale inferiore (rinite posteriore). Tuttavia, poiché la condizione patologica è caratterizzata da gonfiore e arrossamento della parete faringea posteriore e dalla presenza di muco denso.

La maggior parte dei bambini infetti (circa l'85%) delle tonsille palatali e nasofaringee è coperta da incursioni. Nei primi giorni della malattia sono solidi e assumono la forma di strisce o isolette. Il verificarsi di incursioni è accompagnato da un deterioramento delle condizioni generali e un aumento della temperatura corporea a 39-40 ° C.

Un ingrossamento del fegato e della milza (epatosplenomegalia) è un altro sintomo caratteristico osservato nel 97-98% dei casi di mononucleosi infettiva. La dimensione del fegato inizia a cambiare dai primissimi giorni della malattia, raggiungendo valori massimi per 4-10 giorni. È anche possibile lo sviluppo di un giallo moderato della pelle e l'ingiallimento della sclera. Di regola, l'ittero si sviluppa al culmine della malattia e gradualmente scompare insieme ad altre manifestazioni cliniche. Entro la fine del primo, all'inizio del secondo mese, la dimensione del fegato è completamente normalizzata, meno spesso l'organo rimane ingrandito per tre mesi.

La milza, così come il fegato, raggiunge la sua dimensione massima a 4-10 giorni di malattia. Entro la fine della terza settimana in metà dei pazienti, non è più palpabile.

Un rash che si verifica all'altezza della malattia può essere urtikarnoy, emorragico, core-like e scarlatto. A volte al confine tra il palato duro e il palato molle, compaiono esantemi petihiali (emorragie puntiformi). Photo rash con mononucleosi infettiva che vedi a destra.

Non ci sono grandi cambiamenti nel sistema cardiovascolare. Si può verificare un soffio sistolico, suoni cardiaci ovattati e tachicardia. Al diminuire del processo infiammatorio, i sintomi negativi tendono a scomparire.

Molto spesso, tutti i segni della malattia scompaiono in 2-4 settimane (a volte in 1,5 settimane). Allo stesso tempo, la normalizzazione delle dimensioni degli organi allargati può essere ritardata di 1,5-2 mesi. Anche per molto tempo è possibile rilevare i mononucleari atipici nell'analisi del sangue generale.

Nei bambini, la mononucleosi cronica o ricorrente non si verifica. La prognosi è favorevole

I sintomi della mononucleosi cronica

Questa forma della malattia è caratteristica solo per i pazienti adulti con un sistema immunitario indebolito. La ragione di questo può essere alcune malattie, l'uso a lungo termine di alcuni farmaci, lo stress forte o persistente.

Le manifestazioni cliniche della mononucleosi cronica possono essere abbastanza diverse. Alcuni pazienti hanno un aumento della milza (meno pronunciato rispetto alla fase acuta della malattia), un aumento dei linfonodi, un'epatite (infiammazione del fegato). La temperatura corporea è solitamente normale o subfebrilla.

I pazienti lamentano maggiore affaticamento, debolezza, sonnolenza, disturbi del sonno (insonnia), muscoli e mal di testa. Occasionalmente, c'è dolore all'addome, nausea e vomito occasionali. Spesso, il virus Epstein-Barr viene attivato in persone infette da herpevirus di tipo 1-2. In tali situazioni, la malattia si verifica con periodici rash dolorosi sulle labbra e sui genitali esterni. In alcuni casi, l'eruzione può diffondersi ad altre aree del corpo. Si presume che l'agente eziologico della mononucleosi infettiva sia una delle cause della sindrome da stanchezza cronica.

Diagnosi di mononucleosi negli adulti

Nella sindrome della tonsillite acuta e nel flusso di un mononucleare atipico nel sangue, viene diagnosticata la mononucleosi infettiva. Sospetta infezione nel quadro clinico generale. I seguenti metodi sono utilizzati per convalidare la diagnosi:

  1. Esame sierologico del sangue per anticorpi contro la mononucleosi; elevata durante l'infezione fissato ad esso poi titolare immunoglobuline di classe M quando si identifica solo anti-EBV IgG viene trasferito indice di malattia, e non caratteristico processo acuto.
  2. Il laboratorio conduce una determinazione precisa degli antigeni della membrana e del virus del capside Epstein-Barr nel sangue.
  3. Raschiamento buccale dalle mucose all'interno delle guance e esami della PCR del sangue;
  4. Per il necessario chiarimento della gravità della malattia è necessario donare il sangue per analisi biochimiche.
  5. Viene eseguita una radiografia del torace.
  6. Esame ecografico della cavità addominale.
  7. Nella fase acuta della malattia è necessario il test dell'HIV.

Trattamento della mononucleosi negli adulti

  • eliminazione dei sintomi;
  • prevenzione delle complicanze - in particolare, l'adesione di un'infezione batterica.
  1. I pazienti devono rispettare il riposo a letto.
  2. Quotidiano necessario effettuare il risciacquo soluzioni medicinali orofaringe con azione antisettica: yodinolom, Furacilinum, brodo di camomilla, estratto di salvia, ecc
  3. Gli antistaminici sono usati: peritolo, tavegil, claritina.
  4. Per ridurre la temperatura, ai pazienti viene prescritto ibuprofene antipiretico, ibuklin, ecc.
  5. Se non fosse possibile prevenire una malattia infettiva dell'eziologia batterica, sono prescritti farmaci antibatterici: eritromicina, amoxicillina, ecc.
  6. Il decorso severo della malattia (ad esempio, in caso di problemi al sistema respiratorio) richiede misure radicali: si raccomanda l'uso di glucocorticosteroidi: prednisolone, desametasone.
  7. Gli immunomodulatori sono usati per rinforzare le difese del corpo: immunitario, echinacea, centraria islandese.
  8. I pazienti hanno prescritto complessi vitaminici e minerali per rafforzare e ripristinare il corpo.
  9. Con alterazioni residue nella composizione del sangue periferico, una milza e un fegato ingrossati, viene prescritto un follow-up.

Metodi tradizionali di trattamento della mononucleosi negli adulti

Dopo la diagnosi differenziale preliminare e la prescrizione del trattamento farmacologico, è possibile mantenere efficacemente l'efficacia del trattamento con i rimedi popolari. Erbe curative e altri metodi non tradizionali possono perfettamente integrare i farmaci e aumentare il loro effetto. Si consiglia di utilizzare decotti a base di erbe:

  • Prendi la stessa proporzione di erba alpina edelweiss; fiori di fiordaliso; radici di bardana, elecampane e cicoria. Tritare completamente tutto. Versare 3 cucchiai della miscela in un piatto adatto e infornare con un litro di acqua bollente. Insistere per 12 ore. Quindi filtrare. Assumere 0,5 tazze mezz'ora prima dei pasti. La durata massima del trattamento del decotto è di circa due mesi;
  • Si può avere la stessa ricetta per preparare un decotto di calendula, fiori di camomilla, achillea, la successione e la madre perpetuino ed erba e matrigna. Assumi lo stesso sistema.

La mononucleosi richiede un ulteriore approccio speciale al processo di recupero (per dedicare più tempo al riposo, al buon sonno, meritevole di riposo).

Gli effetti della mononucleosi negli adulti

Nella maggior parte dei casi, la prognosi negli adulti è favorevole, la malattia recede ei pazienti ritornano ad uno stile di vita normale. Ma in alcuni casi, la mononucleosi assume una forma cronica e quindi il processo viene ritardato. Inoltre, in alcuni casi, le conseguenze della malattia possono essere molto gravi e talvolta persino portare alla morte della persona malata.

Cosa può succedere? La causa principale della morte della mononucleosi è la rottura della milza. Esiste la probabilità di complicanze sotto forma di forte epatite, probabilmente infiammazione dei reni. C'è il pericolo di sviluppare polmonite, che deve essere avviato immediatamente.

Sono anche possibili gravi patologie ematologiche: eccessiva distruzione dei globuli rossi (un tipo di anemia), una diminuzione del contenuto ematico di granulociti e piastrine.

Il virus che causa la mononucleosi può anche influenzare il sistema nervoso. Pertanto, vi è una piccola possibilità di alcune complicazioni neurologiche. Questa può essere una lesione dei nervi cranici e facciali, con conseguente paralisi dei muscoli facciali. A volte è possibile la polineurite (danno ai nervi multipli), l'encefalite e anche la probabilità di sviluppare psicosi.

Prevenzione della mononucleosi

La mononucleosi è una malattia virale, il cui agente causale può entrare nel corpo attraverso goccioline trasportate dall'aria. Tuttavia, seguendo alcune precauzioni può ridurre significativamente il rischio di infezione. Prima di tutto, è necessario seguire le regole di base dell'igiene personale:

  • lavarsi le mani il più spesso possibile, soprattutto dopo aver visitato luoghi pubblici;
  • non utilizzare i piatti e i prodotti per la cura personale di qualcun altro;
  • Astenersi dal mangiare dopo qualcuno.

Dato che il virus può essere trasmesso attraverso il bacio e il contatto sessuale, a nessuno verrà consigliato di rinunciare al piacere. Tuttavia, vale la pena discriminare le connessioni, in modo che la debolezza dei minuti non si riveli un problema serio in futuro. Inoltre, non dovremmo dimenticare le procedure per rafforzare il sistema immunitario: temperare, fare esercizio fisico, assumere un multivitaminico, spesso all'aria aperta. Se nell'infanzia o nell'adolescenza è già stata diagnosticata la mononucleosi, è esclusa la probabilità di una recidiva in età avanzata. All'atto di comparsa di sintomi, caratteristici di una malattia, è necessario vedere un dottore. Probabilmente, c'è una malattia con manifestazioni simili.

Dettagli sul trattamento della mononucleosi infettiva negli adulti - come trattare e cosa

La mononucleosi infettiva è una malattia prevalentemente infantile che si sviluppa sullo sfondo dell'attività del virus di Epstein-Barr (un tipo di herpes). In rari casi, la patologia si verifica negli adulti. Il trattamento della mononucleosi viene effettuato con l'aiuto di farmaci che sopprimono il virus dell'herpes. Lo schema di trattamento è selezionato in base alla natura dei sintomi generali.

Caratteristiche generali della malattia

Oltre al virus Epstein-Barr, l'agente eziologico della mononucleosi infettiva può essere l'herpes di tipo 6 o il citomegalovirus. In rari casi, la patologia si sviluppa sullo sfondo dell'attività di queste tre infezioni.

Herperoviruses (herpes virus) dopo essere entrati nel corpo infettano le cellule del sistema nervoso centrale, come conseguenza di una esacerbazione della mononucleosi infettiva si verifica con la sconfitta del corpo da altre malattie. Per provocare patologia possono altri fattori che causano un indebolimento del sistema immunitario.

I virus dell'herpes entrano nel corpo principalmente attraverso il contatto diretto con il vettore patogeno. Il periodo di incubazione dura fino a 1,5 mesi. Durante questo periodo di tempo, il paziente non sperimenta il disagio associato all'infezione con agenti virali. Meno comuni negli adulti sono i seguenti sintomi:

  • debolezza generale;
  • periodi di nausea;
  • aumento della fatica;
  • mal di gola.

Nella mononucleosi infettiva si osserva infiammazione delle tonsille e dei linfonodi. Il corso di patologia è accompagnato dai seguenti fenomeni clinici:

  • arrossamento delle mucose della cavità orale;
  • mal di testa;
  • congestione nasale;
  • brividi;
  • dolori muscolari;
  • perdita di appetito sullo sfondo di crescente frequenza di nausea.

Questi fenomeni infastidiscono il paziente per 2-14 giorni. Man mano che il processo patologico si sviluppa, compaiono altri sintomi che consentono la differenziazione della mononucleosi infettiva con altre patologie:

  • aumento della temperatura corporea fino a 38 gradi;
  • normale funzionamento delle ghiandole sudoripare, che non è tipico per le malattie con sintomi simili;
  • un leggero aumento dei linfonodi cervicali;
  • gonfiore e friabilità delle tonsille, coperto da una fioritura grigio-giallastra;
  • alterazioni iperplastiche della gola mucosa.

Contemporaneamente ai sintomi sopra descritti, sul corpo del paziente appare una eruzione cutanea rossa, localizzata in vari siti.

Spesso, il corso della mononucleosi infettiva provoca danni alla milza e al fegato. La disfunzione di quest'ultimo causa dolore, localizzato nel giusto ipocondrio, urine scure e ittero. Con la sconfitta della milza, un aumento delle dimensioni dell'organo.

Nel caso di un'infezione secondaria, la natura del quadro clinico cambia a seconda del tipo di agente patogeno.

In media, il recupero completo del paziente richiede fino a 1-2 settimane. La febbre e i nodi cervicali ingrossati possono essere disturbati per circa un mese.

Video sulla mononucleosi infettiva. Che cos'è, sintomi. Trattamento competente

Come trattare i farmaci della mononucleosi?

Durante il trattamento della mononucleosi, il riposo a letto deve essere osservato fino a quando le condizioni del paziente non si riprendono completamente. Il trattamento della malattia viene effettuato a casa. Il ricovero in ospedale del paziente è necessario solo in casi estremi quando la malattia si sviluppa sullo sfondo di immunodeficienza.

La terapia specifica per la mononucleosi non è stata sviluppata. Ciò è in parte dovuto al fatto che la malattia si verifica sullo sfondo dell'attività di herperovirus, che non è suscettibile di completare la cura.

Nel trattamento delle infezioni che causano la mononucleosi, si raccomanda di applicare un approccio integrato. Questa patologia richiede un intervento medico. Il trattamento della malattia è effettuato da agenti antivirali che sopprimono l'attività di herperovirus di qualsiasi tipo:

Aciclovir e Groprinosina.

In caso di aumento della temperatura corporea, vengono prescritti farmaci anti-infiammatori non steroidei:

Nimesulide e Ibuprofene.

Questi farmaci sopprimono il processo infiammatorio, rimuovendo così il gonfiore delle tonsille. Quest'ultimo viene anche fermato dai farmaci antistaminici:

Loratadina e Cetirizina.

Meno comunemente, ai pazienti viene prescritta l'immunoterapia, che prevede l'introduzione nel corpo di una specifica immunoglobulina contro il virus Epstein-Barr. In alcuni casi, quando il decorso della malattia è accompagnato da segni di asfissia, il trattamento viene integrato assumendo glucocorticoidi. Questi farmaci non possono essere utilizzati senza consultare un medico. La mancata osservanza del dosaggio di glucocorticoidi causa gravi complicanze.

Spesso il decorso della malattia è accompagnato da un mal di gola, nel quale vengono prescritte soluzioni antisettiche di Furacilina e Clorexidina. Al fine di rafforzare l'immunità generale, vengono prescritti complessi vitaminici o immunomodulatori.

Anche nel trattamento della mononucleosi si usa un antibiotico, che è prescritto nel caso dell'adesione di un'infezione secondaria. Molto spesso, l'attività di quest'ultimo viene interrotta con l'aiuto di farmaci antibatterici della serie di ampicilline. Con la sconfitta del fegato, sono indicati gli epatoprotettori.

Come trattare la mononucleosi con la medicina tradizionale?

I metodi tradizionali di trattamento della mononucleosi negli adulti non dovrebbero sostituire la terapia farmacologica. Sono autorizzati a usare solo dopo aver consultato il medico.

Il trattamento della mononucleosi mostra la seguente medicina tradizionale:

  • tintura di echinacea (rafforza il sistema immunitario);
  • decotto di calamo o zenzero (sopprime l'infezione secondaria, riduce l'intensità del dolore alla gola);
  • decotto di sambuco o dente di leone (allevia il mal di testa, rafforza il sistema immunitario).

Nella selezione della medicina tradizionale dovrebbe tener conto della presenza di intolleranza individuale dei singoli componenti del farmaco selezionato.

Quanto dura la malattia?

La durata del trattamento della mononucleosi infettiva negli adulti dipende dallo stato immunitario del paziente. In media, il pieno recupero del corpo dura circa un mese. Inoltre, durante le ultime settimane, l'intensità dei sintomi generali diminuisce gradualmente. Durante questo periodo, il paziente si occupa principalmente di singoli fenomeni clinici: linfonodi ingrossati, mal di gola e altro.

La mononucleosi infettiva negli adulti viene trattata più a lungo, se i farmaci vengono scelti in modo errato o se la malattia è causata da immunodeficienza.

Quali raccomandazioni dovrebbero essere seguite durante il trattamento?

Durante la terapia, è importante ridurre la comunicazione del paziente con persone sane. Inoltre, si consiglia di utilizzare piatti personali.

Nelle forme di patologia leggera e media, viene mostrato bere in abbondanza, che contribuisce alla rimozione delle tossine dal corpo. In caso di danno al fegato, è necessario regolare la dieta quotidiana, rifiutando l'alcol, cibi grassi fritti a favore di brodi, kefir, yogurt, succhi naturali.

Per curare la mononucleosi infettiva, è importante condurre una terapia complessa. I farmaci antivirali, antipiretici e antistaminici aiutano a sbarazzarsi dei sintomi della malattia.

In dettaglio su mononukleoz infettivo in adulti

Lo sviluppo della mononucleosi negli adulti è un problema serio che può portare a gravi complicazioni. Inoltre, la mononucleosi è facilmente infetta ed è importante capire come viene trasmesso il virus Epstein-Barr, che è il più delle volte l'agente causale della mononucleosi infettiva. E anche come viene trattato. Oggi esamineremo la mononucleosi negli adulti, i suoi sintomi e il trattamento, e parleremo anche delle cause, della diagnosi e delle possibili complicanze della malattia.

motivi

La mononucleosi infettiva negli adulti si sviluppa a causa dell'agente causale - il virus Epstein-Barr. Il virus infetta l'epitelio superficiale delle mucose della bocca e della gola, entrando nel corpo umano attraverso il sistema respiratorio. A stretto contatto con una membrana mucosa infetta, i linfociti B sono anche facilmente soggetti a infezione virale, che si deposita in essi e inizia a moltiplicarsi attivamente. Il risultato è la formazione di mononucleari atipici. Con il flusso sanguigno raggiungono con successo le tonsille nasofaringee e palatine e raggiungono anche fegato, milza e linfonodi.

Assolutamente tutti gli organi elencati sono composti da immunitario, cioè linfoide, tessuto. Sulla base di essi, il virus inizia anche a moltiplicarsi attivamente e provocare costantemente la loro crescita significativa.

Il paziente ha improvvisamente la febbre, inizia un dolore acuto alla gola. Raccogli il pericoloso virus Epshet-Barr può essere esclusivamente da una persona infetta. Anche nell'aspetto, una persona perfettamente sana può facilmente diventare una fonte di malattia virale se c'è un'infezione nella sua saliva. Questa persona è un vettore di virus.

Affinché un adulto venga infettato dal virus Epstein-Barr, ci sono diversi motivi, come ad esempio:

  • un virus che è nella saliva ha una via di trasmissione aerea quando si tossisce o si starnutisce;
  • un bacio è un metodo essenziale per l'infezione da contatto;
  • un segno di contaminazione domestica - l'uso generale di vari articoli per la casa (piatti, asciugamani, spazzolino da denti, donne - rossetto e altri oggetti);
  • la mononucleosi negli adulti può essere disponibile sia nella saliva che nello sperma, quindi il virus può essere trasmesso attraverso il contatto sessuale;
  • durante la procedura di trasfusione di sangue infetto, la mononucleosi può nascondere il rischio di infezione ed è facilmente trasmessa attraverso il sangue a una persona sana;
  • effettuando il trapianto di organi interni dal vettore virus.

A volte la mononucleosi negli adulti e nei bambini viene diagnosticata come SARS. In tali casi, il virus potrebbe essere in modalità sospensione o la malattia è stata trasferita nella forma più debole possibile. Per questo motivo, il 90% della popolazione potrebbe non mostrare chiari segni di malattia.

La mononucleosi può verificarsi sotto forma di casi sistematici regolari. Il gruppo di rischio comprende tutti i membri della famiglia, così come tutti i membri del team in cui si è verificata effettivamente un'epidemia di mononucleosi; Persone con infezione da HIV La malattia è registrata durante l'intero anno intero. Ma un'incidenza significativa è registrata nelle stagioni primaverili e autunnali. Principalmente la mononucleosi colpisce persone dai venti ai trenta anni. I sintomi e il trattamento della mononucleosi negli adulti sono diversi da altre malattie. Le manifestazioni di questa malattia e la procedura di trattamento hanno caratteristiche distintive.

sintomi

Non appena il virus viene attivamente introdotto nel corpo umano attraverso le mucose della gola o del nasofaringe, così come attraverso il sistema digestivo, durante la fase di incubazione (da 4 a 14 giorni - una settimana in media), il virus passa nel sangue e nei linfonodi. In primo luogo, una persona che ne soffre soffre di gravi disturbi somatici, debolezza generale, dolori muscolari incommensurabili e un mal di testa infernale, oltre a un forte mal di gola durante la deglutizione.

Uno dopo l'altro, i sintomi della malattia compaiono durante il periodo più difficile dell'altezza della mononucleosi infettiva:

  • di regola, tutti questi sintomi compaiono quasi immediatamente, con un aumento della temperatura corporea da 38,5 a 39,5 gradi, raggiungendo talvolta i 40 gradi;
  • Inoltre, nella gola di una persona malata, inizia l'arrossamento delle tonsille iperemiche e friabili, che sono coperte da una patina grigia. Tali sintomi di mononucleosi negli adulti sono molto simili ai sintomi dell'angina;
  • sul collo, i linfonodi anteriore e posteriore sono ingranditi;
  • in un paziente si può notare un aumento del linfoma del gomito, dei nodi tracheobronchiale, ascellare e inguinale, raggiungendo un valore dalle dimensioni di un fagiolino con le dimensioni di una noce. Di norma, la dimensione dei linfonodi diventa normale dopo alcune settimane, meno spesso dopo pochi mesi, in casi eccezionali - dopo un anno;
  • anche la mononucleosi è caratterizzata da un aumento della milza - osservato nei giorni 7-9 e fegato - fissato nei giorni 9-10;
  • un cambiamento nel modello di sangue periferico (leucocitosi - un aumento del numero di leucociti).

L'altezza della comparsa della mononucleosi negli adulti si verifica entro 2-4 settimane. Il tempo di recupero si verifica entro 3-4 settimane, accompagnato da grave affaticamento e sonnolenza.

diagnostica

Nella sindrome della tonsillite acuta e nel flusso di un mononucleare atipico nel sangue, viene diagnosticata la mononucleosi infettiva. Sospetta infezione nel quadro clinico generale. I seguenti metodi sono utilizzati per convalidare la diagnosi:

  1. Esame sierologico del sangue per anticorpi contro la mononucleosi; durante l'infezione, viene registrato un aumento del titolo di immunoglobuline di classe M, quando la rilevazione di solo IgG anti-EBV è un indicatore della malattia e non un processo acuto caratteristico.
  2. Il laboratorio conduce una determinazione precisa degli antigeni della membrana e del virus del capside Epstein-Barr nel sangue.
  3. Raschiamento buccale dalle mucose all'interno delle guance e esame del sangue da PCR;
  4. Per il necessario chiarimento della gravità della malattia è necessario donare il sangue per analisi biochimiche.
  5. Viene eseguita una radiografia del torace.
  6. Esame ecografico della cavità addominale.
  7. Nella fase acuta della malattia è necessario il test dell'HIV.

Se si sospetta la mononucleosi, è necessaria anche la consultazione con specialisti come un chirurgo (per il dolore addominale); ematologo; un neurologo.

trattamento

Con la corretta diagnosi differenziale della mononucleosi infettiva negli adulti, sarà facile determinare come trattare questa malattia. Vale la pena prestare attenzione al fatto che è assolutamente necessario andare subito in clinica, dove solo uno specialista qualificato prescriverà il trattamento corretto.

Quindi, per trattare la mononucleosi negli adulti si possono usare i farmaci descritti nella tabella.

Sintomi e trattamento della mononucleosi negli adulti

La mononucleosi è una malattia infettiva causata dal virus Epstein-Barr della famiglia degli herpesvirus. La frequenza dell'infezione non dipende dalla regione e dal sesso del paziente. Molto spesso si ammalano durante l'adolescenza, i casi di manifestazione luminosa si verificano negli adulti con un forte indebolimento del sistema immunitario (di solito si tratta di pazienti con infezione da HIV). In quali casi si sviluppa la malattia e in che modo viene trattata la mononucleosi negli adulti?

motivi

La differenza del virus che causa la mononucleosi, dal resto dei virus dell'herpes, è che non distrugge la cellula in cui infetta, ma inizia a stimolare la sua crescita. Nel caso specifico stiamo parlando di linfociti B. Oltre al quadro clinico principale, questo virus può causare il linfoma e il carcinoma maligno di Burkitt nel rinofaringe.

L'infezione si verifica da un corriere o da una persona malata. Il virus viene costantemente espulso dal corpo, a partire dal primo giorno della manifestazione della malattia, e poi per 6-18 mesi. Il trasferimento avviene per goccioline trasportate dall'aria, un po 'meno spesso per contatto (piatti, mani non lavate, articoli per la casa). La particolarità dell'infezione è che viene trasmessa anche dalla madre al bambino e il feto attraverso la placenta.

Di solito, quando una mononucleosi infettiva appare negli adulti, i suoi sintomi non sono molto pronunciati e procede nella sua forma cancellata. La ragione per cui i bambini fino a un anno sono protetti dalle infezioni è che ricevono l'immunità passiva attraverso il latte materno. Se un adulto si ammala di una forma grave, allora in questo caso si può assumere uno stato di immunodeficienza.

sintomi

Il tempo dal momento dell'infezione allo sviluppo dei primi sintomi varia da cinque giorni a 1,5 mesi. I primi segni di mononucleosi infettiva dipendono dal tipo di processo patologico. Ci sono due opzioni per lo sviluppo della malattia: graduale e acuta. Nel primo caso, i segni crescono lentamente e il paziente nota:

  • lieve malessere;
  • la debolezza;
  • lieve catarro della faringe;
  • temperatura (fino a 37 gradi);
  • gonfiore nel naso e congestione;
  • tonsille allargate.

Con una variante acuta dello sviluppo della patologia, i sintomi saranno più pronunciati:

  • febbre con febbre alta;
  • dolore articolare volatile;
  • dolori muscolari;
  • sudorazione intensa;
  • grave debolezza;
  • mal di testa.

All'apice della malattia, il processo infettivo sta guadagnando il massimo slancio. L'intossicazione si fa pronunciata, c'è angina (catarrale, follicolare e persino ulcera necrotica), un ingrossamento del fegato e della milza, un aumento significativo dei linfonodi. A volte la placca sulle tonsille è simile in natura alla sconfitta della difterite. Le mucose visibili possono mostrare emorragie.

Una caratteristica della mononucleosi infettiva è un rigonfiamento totale dei linfonodi nei primi giorni dello sviluppo della malattia.

Possono essere facilmente palpati in luoghi accessibili (parte posteriore della testa, collo, mascella inferiore).

Il lavoro del fegato è compromesso, nella stragrande maggioranza dei pazienti l'ittero della pelle, i disturbi digestivi, l'urina diventa scura. A volte compaiono macchie e papule sulla pelle, che non sono accompagnate da prurito e altre sensazioni, e quindi scompaiono senza lasciare traccia. Ci sono dolori addominali causati da un aumento dei linfonodi intestinali.

In alcuni casi, una malattia acuta si trasforma in un processo cronico. La sua durata è di un anno e mezzo, con alternanza di remissioni e riacutizzazioni. Un peggioramento della prognosi può essere l'aggiunta di infezione, ma questa complicanza è più comune durante l'infanzia.

Come fare una diagnosi

Poiché il disturbo è accompagnato da segni che possono essere osservati in altre condizioni patologiche, la conclusione finale sulla sua presenza può essere presa solo dopo la diagnosi di laboratorio.

  1. La conta ematica completa mostrerà un leggero aumento dei leucociti, dove si osserveranno linfocitosi e monocitosi, nonché neutropenia. È possibile trovare cellule mononucleate atipiche, che a volte rimangono nella composizione di sangue bianco e dopo il recupero.
  2. I metodi sierologici aiutano a identificare gli anticorpi contro il virus. Le globuline sieriche sono osservate anche durante il periodo di incubazione. Con risultati positivi, tali criteri sono considerati sufficienti per una diagnosi definitiva.
  3. Quando si conferma la diagnosi, i pazienti devono essere controllati per l'infezione da HIV tre volte, in quanto è anche accompagnata dalla comparsa di cellule mononucleate nel test del sangue.
  4. I pazienti devono essere consultati da un otorinolaringoiatra che conduce la faringoscopia.

terapia

Il trattamento della malattia in forma lieve e moderata viene effettuato a casa. Il paziente è tenuto a rispettare il riposo a letto in caso di febbre. Segni di intossicazione grave e problemi al fegato richiedono che un paziente sia ricoverato in ospedale.

Un punto importante è la dieta, soprattutto se si sviluppano ittero e altri segni di disfunzione degli epatociti. In questo caso, il paziente deve limitare l'uso di stoviglie che possono caricare pesantemente il fegato e provocare un deterioramento. È necessario cucinare il cibo per una coppia o bollire, non è consigliabile mangiare condimenti fritti, affumicati, conservati, in salamoia e piccanti. Dovrebbe essere 4-5 volte al giorno, in piccole porzioni, per migliorare l'assorbimento del cibo si consiglia di riscaldare leggermente. I piatti freddi e troppo caldi al momento del processo acuto dovrebbero essere completamente eliminati.

La mononucleosi infettiva negli adulti non può essere trattata con antibiotici.

Sono applicati solo in caso di adesione di flora batterica patogena. Le tetracicline o penicilline sono le droghe scelte. A volte il medico, tenendo conto della peculiarità del corso e della nitidezza del processo, può utilizzare agenti antivirali. Ma la loro efficacia in questa malattia non è stata dimostrata e viene messa in discussione.

Nei casi più gravi, viene utilizzata la terapia ormonale. Il prednisolone è usato in dosi medie, il corso medio. Su appuntamento è necessario considerare possibili effetti collaterali. Riducendo le forze immunitarie aiutano immunostimolanti e complessi multivitaminici.

Rimedi popolari

Nel trattamento della mononucleosi, le erbe sono utilizzate come mezzo aggiuntivo per migliorare l'immunità e per combattere l'infezione virale.

astragalo

L'effetto antivirale più potente ha un astragalo della radice, che può essere usato sotto forma di una tintura o decotto acquoso.

  1. Per l'infusione, è necessario prendere un cucchiaio grande di materie prime tritate e versare 250 ml di acqua bollente. Insistere in un thermos per 30 minuti, filtrare e bere 1-2 cucchiai da tavola tre volte al giorno, a stomaco vuoto.
  2. Un cucchiaio e mezzo di radice di astragalo viene versato con un bicchiere d'acqua e tenuto a bagnomaria per 15 minuti. Quindi deve essere conservato in un contenitore sigillato e riscaldato per un'altra ora. Dopo aver sforzato, prendere l'agente come nella ricetta precedente.

Echinacea

Per aiutare con la mononucleosi dovrebbe essere presa l'echinacea. Questa erba stimolerà la produzione di immunità, eliminerà l'effetto del virus e preverrà l'attaccamento della flora batterica secondaria.

  1. Per preparare il tè con l'echinacea, prendi due cucchiaini di materia prima frantumata per 0,5-0,6 l di acqua bollente. Insisti 40 minuti e prendi un bicchiere, tre volte - per il trattamento e uno - per la prevenzione di qualsiasi malattia virale.
  2. L'echinacea può essere preparata in un altro modo. Prendi 30 g di fiori (secchi o freschi) a 0,5 litri di acqua e fai bollire sotto un coperchio per 10 minuti. Il rimedio deve essere infuso per cinque ore, aggiungere miele e bere 100 ml tre volte.
  3. Puoi guarire e le foglie di questa pianta. Dovrebbero essere presi nella quantità di un cucchiaio piccolo e tenuti a bagnomaria per 10 minuti. Prendi 50 ml tre volte al giorno.

Ginger e curcuma

Per eliminare il rossore e il mal di gola, è possibile sciacquare con tè a base di radice di zenzero o curcuma. Puoi usare una miscela di ingredienti in parti uguali. Per il tè, prendere un cucchiaio della miscela o uno degli ingredienti per 220-250 ml di acqua e far bollire per 15 minuti. Dopo lo sforzo, sciacquare la gola o bere con zucchero o miele.

Altri mezzi

Esistono altre ricette e rimedi popolari per il trattamento della mononucleosi:

  1. Infusione di radice di sambuco con dolore e temperatura elevata. Il farmaco aiuta ad alleviare la condizione con la febbre. Per cucinare, è necessario prendere un tavolo di materie prime in un bicchiere di acqua bollente e tenere premuto per 25 minuti. Dividi l'intera porzione in 5-7 ricevimenti e prendila per tutto il giorno.
  2. Radice d'oro Particolarmente utile in caso di infezione batterica. Un cucchiaino di radici tritate versava 1,5 litri di acqua bollente. Insistere per due ore. Prendi una tazza 2-3 volte al giorno.
  3. L'uva dell'Oregon, o Mahonia, è considerata dai guaritori tradizionali uno dei migliori rimedi per la mononucleosi. In questa malattia, il fegato è quasi sempre disturbato. Diverse bacche consumate durante il giorno fungono da epatoprotettore.
  4. Un'altra ricetta fatta in casa prevede l'uso della radice di tarassaco. Il decotto allevia, lenisce, pulisce il sangue, allevia altri sintomi della malattia. Per preparare il rimedio, un grande cucchiaio della radice viene fatto bollire per 1-2 minuti in 200 ml di acqua. Dopo questo, il brodo deve insistere per un'ora, filtrare, bere 100 ml prima di colazione e cena per 30 minuti.

Il trattamento della mononucleosi sarà efficace se si utilizzano tutti i tipi di terapia nel complesso. Non auto-medicare, assumere farmaci e rimedi popolari dovrebbero essere eseguiti solo dopo aver consultato uno specialista.