Principale
Bronchite

Farmaco antivirale "Interferone": recensioni, istruzioni per l'uso e caratteristiche

Negli ultimi anni, ho parlato molto e scritto sugli interferoni. A volte sono accreditate le proprietà curative della panacea per varie malattie e talvolta sono considerate la fantasia non confermata delle persone della scienza. Vediamo cosa sono questi farmaci, è necessario ed è possibile trattare con loro a tutti?

Gli interferoni sono sostanze che hanno una natura proteica e hanno meccanismi protettivi. Sono secreti dalle cellule del corpo quando vengono introdotti virus patogeni. Tali proteine ​​sono una sorta di barriera di origine naturale, che impedisce la penetrazione del virus nel corpo.

Da chi e quando è stato aperto Interferon?

L'interferone fu scoperto nel 1957 dal virologo inglese A. Isaac e dal suo collega svizzero, il dott. D. Lindemann, che condussero esperimenti su topi da laboratorio infettati da malattie virali. Durante questi esperimenti, lo scienziato e il suo collega hanno notato uno strano schema, vale a dire che i topi che erano già malati con un tipo di virus non sono stati infettati da altri virus. Più tardi questo fenomeno fu chiamato interferenza (in altre parole, protezione naturale). In realtà, il nome dell'interferone deriva da questa parola.

Successivamente, gli interferoni, che sono prodotti dal corpo umano, sono stati divisi in gruppi. Sono classificati in base al tipo di cellule secrete dagli interferoni. Questo articolo sarà considerato come "Interferone" le istruzioni per l'uso. Verranno forniti anche prezzi e recensioni.

specie

Quindi, ci sono i seguenti tipi:

  • L'interferone alfa, secondo gli esperti, è prodotto da leucociti, è anche chiamato leucocita.
  • Il beta-interferone è prodotto da fibroblasti (cellule del tessuto connettivo), è anche chiamato fibroblastico.
  • L'interferone gamma è sintetizzato da killer naturali, makgofagami e linfociti, è anche chiamato immune.

Nella pratica medica, principalmente usato interferone alfa. È usato per trattare malattie virali di varia natura. È noto che attualmente gli interferoni del gruppo beta sono utilizzati nella moderna terapia per la sclerosi multipla. Per il farmaco "Interferone" le istruzioni per l'uso e le recensioni sono di interesse per molti.

Interferoni e loro principio d'azione

Quando i virus patogeni entrano nel corpo, iniziano a riprodursi attivamente. La struttura cellulare interessata da questi virus procede alla sintesi degli interferoni, che iniziano ad agire all'interno della cellula, per poi uscire da essa e trasmettere informazioni alle cellule vicine. Sfortunatamente, l'interferone non può distruggere completamente i virus, il suo meccanismo d'azione si basa sulla ritenzione del movimento e sulla riproduzione attiva delle particelle virali.

Secondo le recensioni, "Interferone" - una droga eccellente. Ha il seguente meccanismo di azione:

  • inibisce attivamente la riproduzione di particelle virali;
  • attiva gli enzimi cellulari di ribonucleasi-L e proteikinasi-R, che ritardano la sintesi delle proteine ​​del virus e si dividono anche in cellule di RNA in parti (comprese le cellule di virus);
  • attiva la produzione di proteina p53, che causa la morte di una cellula infetta.

Oltre all'effetto inibitorio sulla riproduzione delle particelle virali, gli interferoni attivano le risposte immunitarie del corpo. Questa attivazione degli enzimi cellulari porta alla stimolazione delle cellule del sangue protettive (macrofagi, aiutanti T, cellule killer).

Gli interferoni hanno un'aggressività e un'attività molto elevate. Spesso, solo una delle particelle è in grado di rendere la cellula più resistente agli effetti dei corpi virali e anche di ridurre la loro riproduzione del 50%.

Inoltre, gli interferoni hanno un effetto concomitante di sopprimere le cellule tumorali.

Secondo le recensioni, "Interferone" nel naso dei bambini viene spesso prescritto dai medici durante il raffreddore.

Come arrivare?

I seguenti metodi sono usati per ottenere gli interferoni:

  • Infezione con ceppi sicuri di virus linfocitari e leucocitari umani. Successivamente, le cellule iniziano a secernere l'interferone, che viene sottoposto a vari metodi di elaborazione tecnologica e alla fine lo trasforma in una forma di farmaco.
  • Un metodo ricombinante in cui i batteri che hanno il genoma dell'interferone nel DNA vengono coltivati ​​artificialmente.

Grazie alle informazioni sopra descritte, si possono distinguere le seguenti forme di interferone:

  • Interferoni linfoblastoidi - sono ottenuti da materiali di natura naturale.
  • Gli interferoni ricombinanti sono analoghi sintetici degli interferoni umani.
  • Gli interferoni pegilati vengono secreti con polietilenglicole, che consente agli interferoni di agire più a lungo. Questa specie ha migliorato le proprietà curative.

Indicazioni per l'uso

Il risultato del trattamento con Interferon dipenderà da quanto tempo è iniziata la terapia.

Secondo le recensioni, "Interferone" è prescritto in una terapia complessa per il trattamento di influenza, epatite virale, ARVI, sclerosi multipla, malattie erpetiche, nonché in stati di immunodeficienza e neoplasie maligne.

Forme di dosaggio

Il modo migliore per somministrare gli interferoni è parenterale (iniezioni intramuscolari), perché hanno una struttura proteica che si rompe nel tratto digestivo. Con questo metodo di somministrazione, i farmaci hanno il massimo effetto e sono quasi completamente assorbiti dal corpo. Il farmaco non è distribuito equamente nei tessuti. Nei tessuti degli organi visivi e del sistema nervoso si osservano basse concentrazioni di interferone. Questi farmaci sono escreti dai reni e dal fegato.

L'interferone più comunemente usato sotto forma di candele, gocce nasali "interferone" (secondo le recensioni, sono molto popolari) e la soluzione iniettabile.

Effetti collaterali durante il trattamento

All'inizio del trattamento con interferoni, possono verificarsi le seguenti reazioni avverse:

  • un leggero aumento della temperatura corporea umana;
  • dolore agli occhi e ai muscoli del corpo;
  • sensazione di debolezza e pesantezza nel corpo, così come una sensazione di debolezza.

Ciò è confermato dalle istruzioni e recensioni "Interferon". Il prezzo sarà elencato di seguito.

Nelle fasi successive del trattamento si presentano:

  • diminuzione dei livelli di emoglobina, globuli rossi e conta piastrinica;
  • declino dell'umore, disturbi del sonno, mal di testa, cretini convulsi, problemi di coscienza e vertigini;
  • problemi agli occhi causati da alterata circolazione del sangue nei vasi dei muscoli oculari e dei tessuti circostanti;
  • disturbi circolatori del cervello;
  • abbassamento della pressione, aritmia del cuore, a volte l'uso del farmaco può portare a infarto miocardico;
  • è stata anche registrata polmonite, varie forme di tosse con mancanza di respiro, arresto respiratorio;
  • disfunzione della tiroide;
  • eruzioni cutanee;
  • mancanza di appetito, accompagnato da un sapore sgradevole in bocca, nausea, vomito, a volte l'uso della droga provoca sanguinamento del tratto digestivo;
  • in rari casi si osserva la caduta dei capelli.

Cos'è l'interferone beta efficace? Le recensioni prendono in considerazione di seguito.

Quali farmaci interferone sono attualmente utilizzati?

Il moderno mercato della droga produce un'ampia gamma di interferoni:

  • "Reaferon" è usato per l'epatite virale, la leucemia, i tumori maligni nei reni e il condiloma.
  • "Wellferon" in azione è simile a "IFN". Assegnare con patologie tumorali e virali.

Praticamente tutti i farmaci ricombinanti sono usati per trattare le malattie virali, sono anche prescritti nella complessa terapia di malattie oncologiche, herpes zoster, infezioni da herpes e sclerosi multipla.

I suddetti farmaci sono prodotti sotto forma di soluzioni iniettabili, gocce per occhi e naso, unguenti.

"Interferone" nel naso, secondo le recensioni, può essere acquistato in qualsiasi farmacia.

Controindicazioni

Gli interferoni non possono essere utilizzati in alcune malattie e condizioni. Questi includono:

  • stati convulsi e gravi malattie mentali;
  • disturbi circolatori di qualsiasi natura;
  • malattie dell'apparato respiratorio e cardiovascolare;
  • disturbi del fegato, che si verificano in una forma cronica;
  • diabete grave

Ciò è confermato dalle istruzioni e recensioni "Interferon".

Gli interferoni possono essere utilizzati durante la gravidanza e l'allattamento solo in caso di necessità dopo aver consultato un medico.

Caratteristiche di applicazione a età da bambini

"Interferone" (gocce), secondo le recensioni, è vietato applicare ai bambini di età inferiore a un anno. Per le persone anziane, i farmaci sono selezionati in modo strettamente individuale, in base all'età, alle condizioni e alla malattia del bambino.

Induttori di interferone

Gli induttori includono farmaci che non sono interferoni, ma sono in grado di stimolare la sintesi dell'interferone stesso.

Questi induttori cominciarono a svilupparsi negli anni '70 del secolo scorso, ma poi non furono inclusi nella pratica terapeutica a causa dell'elevata tossicità e dei bassi tassi di efficacia, che portarono a gravi reazioni avverse. Nella pratica medica moderna, questi problemi sono praticamente risolti e gli induttori di interferoni hanno occupato la loro meritevole nicchia.

Si distinguono due tipi di induttori di interferone: naturale e sintetico.

Fino ad oggi, hanno sviluppato più di una dozzina di questi farmaci che hanno proprietà antigeniche basse, che hanno ampliato la loro gamma di applicazioni.

I seguenti induttori di interferone sono più comunemente utilizzati:

  • "Amixin" è la prima droga di questo gruppo. È prodotto sotto forma di compresse con un effetto duraturo. È in grado di penetrare nei tessuti dell'intestino, del cervello e del fegato, che consente il suo utilizzo in malattie di diversa natura. Costa circa 500 rubli.
  • Neovir è in grado di attivare i killer naturali. È prodotto sotto forma di soluzione iniettabile. Il più delle volte prescritto per l'influenza, epatite virale e tumori maligni. Prezzo - 400 rubli.
  • "Cycloferon" è in grado di migliorare la sintesi di tutti i tipi di interferone nel corpo. È prodotto sotto forma di polvere solubile o in ampolle per iniezioni. È usato per trattare l'infiammazione virale del fegato, eruzioni erpetiche, encefalite da zecche, citomegalovirus. Il costo è di circa 200 rubli.
  • "Poludan" è usato in oftalmologia. È prescritto per le malattie degli occhi dell'herpes. Prezzo: 150-250 rubli.
  • Kagocel ha un impatto principalmente sulla milza, sangue, reni, fegato e organi che contengono tessuto linfoide. Questa unicità ti consente di assegnarlo per lesioni virali di natura locale. Costa circa 270 rubli.

Prezzi e recensioni di "Interferon"

Il costo di "interferone" in ampolle - 71-85 rubli. "Interferone beta" 1a e 1b costa da 13 a 28 mila rubli in Russia.

Al naso scende il prezzo inizia da 187 rubli.

Candele per bambini - da 300 rubli. Il costo di Interferone Alfa e Ribavirina varia notevolmente.

Recensioni di alfa, beta e gamma interferone più spesso positive. Il farmaco è raccomandato da oltre il 95% dei pazienti che li hanno usati per il trattamento.

Per i bambini, lo strumento è ideale, non solo consente di curare un bambino già malato, ma aumenta anche significativamente la sua difesa immunitaria, per questo motivo il corpo può resistere alle infezioni.

Riassumendo

Secondo le recensioni, l'interferone è un farmaco immunomodulatorio antivirale. La sua azione si basa sull'aumento della resistenza, cioè sull'immunità dell'organismo alle infezioni, nonché sull'aumento dell'attività delle cellule del sistema immunitario. Indicazioni per l'uso sono l'epatite di gruppo B e C, le malattie oncologiche e le immunodeficienze secondarie. La medicina scientifica può dimostrare l'efficacia del trattamento con interferone solo quando si tratta di forme gravi della malattia. Per quanto riguarda il trattamento e la prevenzione delle infezioni virali respiratorie acute, compresa l'influenza, l'intero gruppo di farmaci interferone non ha dimostrato efficacia. È importante che i pazienti sappiano che quando compaiono i primi segni dell'influenza, si consiglia di consultare un medico e ricordare la necessità di prevenire e trattare tempestivamente queste malattie.

Abbiamo esaminato l'istruzione "Interferone". Vengono anche descritti prezzo, recensioni, prezzi degli analoghi.

interferone

Sugli interferoni negli ultimi anni, molto è scritto e parlato. A volte sono attribuiti alle proprietà della panacea per varie malattie, e talvolta sono considerate fantasie non confermate di scienziati. Proviamo a capire cosa sono questi farmaci, possiamo e dovremmo essere trattati con il loro aiuto.

Gli interferoni sono sostanze di natura proteica con proprietà protettive comuni. Sono prodotti dalle cellule del corpo in risposta all'introduzione di virus patogeni. Queste proteine ​​sono la barriera naturale che impedisce la penetrazione del virus nel corpo umano.

Chi e quando ha aperto l'interferone

Il 1957 è riconosciuto come l'anno della scoperta dell'interferone: il virologo britannico A. Isaac e il suo collega svizzero Dr. D. Lindemann hanno condotto esperimenti su topi infetti da malattie virali. Durante gli esperimenti, è stato osservato uno strano pattern - i topi che erano già malati con un tipo di virus non hanno ceduto all'infezione con altri virus. Il fenomeno è chiamato interferenza (cioè protezione naturale). Da questa parola deriva il nome originale di interferone.

Nel tempo, gli interferoni prodotti dalle cellule umane sono stati divisi in gruppi. La classificazione è basata su tipi di cellule che secernono interferoni.

Quindi c'erano:

  • interferone (ITP) alfa (leucociti, prodotti dai leucociti);
  • interferone (ITF) beta (fibroblastico, prodotto da cellule del tessuto connettivo - fibroblasti);
  • interferone (ITP) gamma (immune - prodotto da linfociti, macrofagi e assassini naturali).

L'applicazione principale in medicina si trova negli interferoni alfa. Sono coinvolti nel trattamento della maggior parte delle patologie virali. ITP-beta testato nel trattamento delle manifestazioni cliniche della sclerosi multipla.

Che effetto hanno gli interferoni

Quando vengono ingeriti, i virus patogeni penetrano nelle cellule e iniziano il processo di riproduzione attivo. Una struttura cellulare interessata dal principio patogenico inizia a produrre interferoni, che agiscono all'interno e oltrepassano i suoi limiti per trasmettere informazioni ai "vicini" delle cellule. L'interferone non è in grado di distruggere i virus, la sua azione si basa sul contenimento della riproduzione attiva delle particelle virali e sulla loro capacità di movimento.

Il meccanismo d'azione dell'interferone:

  • riduce attivamente la sintesi di virus;
  • causa l'attivazione di enzimi cellulari della proteina chinasi R e della ribonucleasi-L, che causano un ritardo nella produzione di molecole proteiche del virus, e anche l'RNA in cellule (inclusi i virus);
  • avvia la sintesi della proteina p53, che ha la capacità di causare la morte della cellula interessata.

Come potete vedere, gli interferoni possono distruggere non solo i virus stranieri, ma anche la struttura delle cellule umane.

Oltre agli effetti dannosi sulla riproduzione dei corpi virali, gli interferoni stimolano le risposte immunitarie. La stimolazione degli enzimi cellulari porta all'attivazione antivirale di cellule del sangue protettive (aiutanti T, macrofagi, cellule killer).

L'attività e l'aggressività dell'interferone sono molto alte. A volte una particella di interferone può garantire pienamente la resistenza della cellula agli effetti avversi dei virus, oltre a ridurre la loro riproduzione del 50%.

Nota: dall'inizio dell'azione dei preparati di interferone al livello di protezione completa sono necessarie circa 4 ore.

Tra gli effetti correlati, va notato l'abilità dell'ITP di sopprimere le cellule dei tumori maligni.

Sul meccanismo di azione del farmaco - Interferone dice immunologo-allergologo, dipendente del Dipartimento di Immunologia RNIMU loro. N.I Pirogov Bella Bragvadze:

Metodi per produrre la classificazione di interferone

Per i metodi di interferone sono utilizzati:

  • infezione dei fattori di protezione del sangue umano (linfociti, leucociti) da alcuni ceppi di virus sicuri. Quindi l'interferone secreto dalle cellule subisce metodi di elaborazione tecnologica e si trasforma in una forma medicinale;
  • progettazione genetica (ricombinante) - coltivazione artificiale di batteri (più spesso Escherichia coli), con il gene dell'interferone disponibile nel DNA. Il nome brevettato di interferone, prodotto secondo questo metodo, è "Reaferon".

Nota: la produzione di "Reaferon" è molto più economica dell'interferone leucocitario e l'efficienza può essere maggiore. L'interferone ricombinante è usato nel trattamento non solo delle malattie virali.

Sulla base delle informazioni ricevute, selezioniamo i principali tipi di interferone:

  1. ITP linfoblastoide - derivato da materiali naturali.
  2. ITF ricombinante - analoghi sintetici dell'interferone umano.
  3. ITP peghilato - sintetizzato insieme con polietilenglicole, consentendo agli interferoni di agire più a lungo del normale periodo. Hanno un effetto terapeutico più forte.

Quando è necessario usare l'interferone

Prima viene avviato il trattamento con interferone, migliore sarà il risultato. È questo schema che viene utilizzato per l'uso profilattico di questi farmaci.

L'interferone è utilizzato nel complesso delle misure terapeutiche per l'influenza, l'epatite virale, le malattie erpetiche, la sclerosi multipla, i tumori maligni, gli stati di immunodeficienza.

Nota: gli interferoni dei leucociti sono ormai praticamente fuori uso a causa dei possibili effetti collaterali e dell'instabilità della composizione, nonché degli alti costi di produzione del farmaco.

Forme di interferone

A causa del fatto che gli interferoni sono strutture proteiche, vengono distrutti nel tratto gastrointestinale, pertanto il metodo più ottimale per la loro somministrazione è parenterale (iniezione nel muscolo). In questo caso, i farmaci vengono assorbiti quasi completamente e hanno il massimo effetto. La distribuzione tissutale dei farmaci non è la stessa. Si osservano basse concentrazioni di ITP nel sistema nervoso, i tessuti degli organi visivi. I farmaci vengono rimossi dal fegato e dai reni.

Le forme di dosaggio più comunemente usate:

  • interferone a lume di candela
  • interferone sotto forma di gocce nasali,
  • interferone in ampolle per iniezioni.

Effetti collaterali del trattamento con interferone

L'uso di interferone all'inizio del trattamento può provocare:

  • leggero aumento della temperatura;
  • dolore muscolare, bulbi oculari;
  • debolezza e pesantezza nel corpo, sensazione di debolezza;

Le manifestazioni precoci degli effetti collaterali di solito scompaiono rapidamente e non richiedono un trattamento aggiuntivo.

In seguito potrebbero verificarsi:

  • diminuzione del numero di globuli rossi, emoglobina, piastrine. Può anche essere osservata la comparsa di forme patologiche di cellule del sangue;
  • disturbi del sonno, sbalzi d'umore, contrazioni a scatti, mal di testa e vertigini, problemi di coscienza;
  • disturbi transitori della circolazione cerebrale;
  • problemi alla vista (sono causati da problemi nei vasi che alimentano gli occhi, i muscoli degli occhi e i tessuti circostanti);
  • manifestazione di aritmie cardiache, bassa pressione sanguigna, in alcuni casi lo sviluppo di infarto miocardico;
  • diversi tipi di tosse con sintomi di mancanza di respiro, infiammazione dei polmoni. È stato descritto un caso di insufficienza respiratoria;
  • patologia della tiroide;
  • eruzioni cutanee;
  • problemi con l'appetito, accompagnati da nausea, sapore sgradevole, vomito, a volte la comparsa di sanguinamento gastrointestinale;
  • la comparsa di attività delle transaminasi epatiche (enzimi che mostrano problemi nel tessuto epatico);
  • casi di perdita di capelli.

Preparati di interferone attualmente utilizzati

L'industria farmaceutica moderna fornisce al mercato interno un'ampia gamma di interferoni linfoblastoidi, ricombinanti e peghilati:

  1. linfoblastoidi:
  • "Wellferon" - è prescritto per la leucemia, l'epatite virale, il cancro del rene e il condiloma;
  • Reaferon - è simile nell'azione Wellferon. È usato per le patologie virali e tumorali.
  1. ricombinante:
  • Laferobion.
  • Roferon.
  • Realdiron.
  • Viferon.
  • Grippferon.
  • Genferon.
  • Ingaron.

Tutti i farmaci ricombinanti sono stati utilizzati per le malattie virali, sono stati inclusi nel complesso trattamento dei problemi di cancro, infezioni da herpes, fuoco di Sant'Antonio, sclerosi multipla.

Disponibile sotto forma di soluzioni sterili per iniezione, unguenti, una goccia per il naso e gli occhi. Ciascuna delle preparazioni di interferone contiene istruzioni per l'uso.

Quali malattie sono indicate come farmaci interferone

Il trattamento dell'ITP viene utilizzato in tutte le condizioni associate a un deficit di interferone.

Più spesso, questi farmaci sono coinvolti in:

  • infezioni da influenza-parainfluenza, ARVI;
  • epatite C acuta;
  • epatite cronica (B, C, D);
  • stati di immunodeficienza.

Ci sono controindicazioni alla nomina di interferone

Alcune condizioni e malattie non consentono l'uso di farmaci ITP.

Gli interferoni non dovrebbero essere prescritti per:

  • grave malattia mentale, stati convulsi;
  • per disturbi del sangue;
  • malattie scompensate dei sistemi cardiovascolare e respiratorio;
  • malattie del fegato con grave cirrosi;
  • diabete grave;

Durante la gravidanza e l'allattamento al seno, l'ITF è prescritto solo in caso di necessità rigide o per motivi di salute.

Uso di interferone nella pratica pediatrica

L'interferone per bambini fino a un anno non viene utilizzato. A un'età più avanzata, ogni farmaco viene selezionato individualmente, a seconda dell'età, delle condizioni e della malattia del bambino.

Il pediatra Dr. Komarovsky racconta le peculiarità dell'uso di interferone e di altri farmaci antivirali per bambini in questa recensione video:

Induttori di interferone

Questo gruppo di farmaci non è interferone, ma è in grado di stimolare le reazioni dello sviluppo della propria ITP.

Gli induttori cominciarono a svilupparsi a partire dagli anni '70 del secolo scorso, ma in quegli anni non furono inclusi nella pratica clinica a causa della bassa efficienza e dell'elevata tossicità, con gravi reazioni avverse. Al momento, questi problemi sono stati quasi completamente risolti e gli induttori hanno occupato una nicchia degna della medicina moderna.

Esistono due gruppi di induttori di interferone:

  • origine naturale (prodotta da prodotti di lievito e batteriofagi);
  • sintetico (farmaci acido acridoneacetico e fluorenoni).

Importante: al di fuori dei confini della Russia e di altri paesi della CSI, gli induttori ITF non vengono utilizzati a causa della mancanza di prove della loro azione clinica.

Attualmente sono stati sviluppati più di 10 farmaci con proprietà antigeniche ridotte, che hanno notevolmente ampliato le possibilità di utilizzo.

Gli induttori di interferone più significativi sono:

  • Amiksin - la prima droga di questo gruppo. Disponibile in forma di compresse, ha un effetto duraturo. Penetra nei tessuti del cervello, dell'intestino e del fegato, contribuendo al suo utilizzo in varie malattie.
  • neovir - ha la capacità di attivare gli assassini naturali. Disponibile in fiale per iniezioni. È usato per l'epatite virale, l'influenza, i tumori.
  • tsikloferon - migliora la secrezione di tutti i tipi di organismi interferone. Disponibile in fiale e sotto forma di polvere solubile per iniezione.
    È prescritto per le forme virali di infiammazione del fegato, citomegalovirus, encefalite trasmessa dalle zecche, eruzioni cutanee da herpes. Per questo farmaco, i regimi di dosaggio sviluppati testati in cliniche.
  • Poluden (polyadenur) - trovato la principale applicazione in oftalmologia. È prescritto per le malattie dell'occhio erpetico.
  • Poliguatsil- possiede una buona capacità di penetrare nei tessuti del parenchima, è anche usato per la rabbia.
  • Kagocel- colpisce principalmente sangue, milza, fegato, reni e organi contenenti tessuto linfoide. Questa funzione consente di utilizzarla nelle lesioni virali locali.
  • Rogasin - la forma moderna di induttori di interferone, efficace contro l'epatite virale e le neoplasie.

Lotin Alexander, radiologo, narcologo

36.438 visualizzazioni totali, 4 visualizzazioni oggi

Interferone. Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali. Prezzi e recensioni di utilizzo

Indicazioni per l'uso di interferone

Gli interferoni sono un gruppo di composti proteici che si trovano normalmente nel corpo umano e sono prodotti dalle cellule in risposta all'invasione dei virus. In medicina, questa sostanza è usata come farmaco con un effetto combinato. L'interferone è usato come agente antivirale, immunostimolante e antitumorale.

Le indicazioni per l'uso di questo farmaco sono piuttosto ampie. Sono dovuti a una vasta gamma di azione del farmaco.
In generale, l'interferone è usato per trattare malattie virali o neoplastiche. L'interferone beta è anche usato per trattare la sclerosi multipla. Un elenco completo di indicazioni può sempre essere trovato nelle istruzioni di accompagnamento del farmaco. Possono differire per le diverse forme di dosaggio di interferone.

L'interferone alfa è indicato per l'uso nei seguenti casi:

  • encefalite trasmessa da zecche;
  • epatite virale cronica B e C;
  • Sarcoma di Kaposi (malattia maligna associata all'HIV);
  • candidosi;
  • neoplasie maligne della pelle (compreso il melanoma);
  • malattie del sangue maligne (leucemia a cellule capellute, leucemia mieloide cronica);
  • neoplasie maligne dei reni;
  • piede d'atleta;
  • prevenzione e cura dell'influenza e infezioni virali respiratorie acute (infezioni virali respiratorie acute);
  • per l'immunoterapia profilattica.
Il beta-interferone è usato per le seguenti malattie:
  • infezione da herpes;
  • dell'herpes zoster;
  • verruche virali (papillomavirus umano);
  • epatite cronica B e C;
  • sclerosi multipla;
  • lesioni maligne delle ghiandole mammarie, dell'utero, del sangue, della pelle.

Interferone per epatite virale (B, C)

L'epatite virale B e C sono uno dei principali problemi medici del 21 ° secolo. Sono caratterizzati da un lungo decorso asintomatico (più di 6 mesi), ma dopo diversi anni causano cirrosi epatica e morte quasi inevitabile. L'epatite virale può anche portare al cancro del fegato. Attualmente, i farmaci antivirali (ribavirina, lamivudina) sono utilizzati insieme a preparati di interferone (alfa-feron, pegasys, pegintron) per il trattamento dell'epatite virale.

L'uso di questi farmaci è più efficace quando rileva i marcatori di replicazione attiva (riproduzione) del virus nelle cellule epatiche. L'indicazione per l'uso di questi farmaci è un aumento del livello delle transaminasi epatiche (ALT, AST) e la presenza di un processo infiammatorio attivo nel fegato. Con un'infezione inattiva e inattiva, l'effetto dell'uso del farmaco sarà meno pronunciato.

Interferone per herpes

L'infezione da herpes è una delle più comuni. Circa il 90% della popolazione mondiale è portatore del virus dell'herpes simplex. La famiglia del virus dell'herpes è suddivisa in 8 gruppi che causano varie malattie, dalla varicella all'herpes zoster. Le solite manifestazioni di infezione da herpes (vesciche sulla pelle e sulle mucose, riempite di fluido sieroso) implicano infezione con il virus dell'herpes del primo e del secondo tipo.

Gli interferoni per l'herpes sono usati sotto forma di unguenti o iniezioni, a seconda della gravità della malattia. Si ritiene che la loro efficacia si avvicini al 90%. Un farmaco abbastanza comune nella lotta contro il virus dell'herpes del 1 ° e 2 ° tipo è l'unguento Herpferon. Contiene interferone (20.000 UI / ml) e aciclovir, due sostanze che combinano l'attività contro il virus dell'herpes e la lidocaina, che riduce il prurito, il bruciore e il dolore nell'area colpita. Il farmaco viene utilizzato sintomaticamente per l'applicazione locale. Questa combinazione è parecchie volte più attiva del normale aciclovir, inoltre, questo unguento non ha un effetto di riassorbimento (non viene assorbito nel sangue e non produce effetti collaterali).

Interferone per infezione da HIV e AIDS. Uso del farmaco per il sarcoma di Kaposi

L'infezione da HIV colpisce le cellule del sistema immunitario umano. L'ultimo stadio dell'infezione da HIV è l'AIDS (Sindrome da immunodeficienza acquisita). Si verifica a causa dell'esaurimento del sistema immunitario. L'AIDS è caratterizzato dallo sviluppo di infezioni, tumori maligni e danni al sistema nervoso. Tutto questo non si trova normalmente nelle persone sane. Non esiste una cura per l'infezione da HIV oggi, ma lo sviluppo della malattia può essere contenuto con la terapia antiretrovirale.

L'interferone non ha alcun effetto sul virus dell'immunodeficienza, poiché le membrane della struttura delle cellule bersaglio dell'infezione da HIV non sono regolate dagli interferoni. Inoltre, all'inizio della malattia, il virus HIV stesso stimola la produzione di interferoni. Tuttavia, nonostante questo, i preparati di interferone aiutano a contenere le infezioni e lo sviluppo di tumori. Previene anche la malattia con citomegalovirus, virus Epstein-Barr e altre infezioni. L'assunzione di questo farmaco è quasi obbligatoria nella fase avanzata della malattia, quando la produzione di interferone naturale da parte dell'organismo viene significativamente ridotta.

Il sarcoma di Kaposi è una numerosa neoplasia maligna del derma della pelle. È attivato dal virus herpes simplex di tipo 8. Il tumore ha una tinta rossa dovuta alla presenza di vasi al suo interno, leggermente al di sopra della pelle. Il trattamento viene effettuato iniettando l'interferone direttamente nel tumore (8 milioni di UI a giorni alterni). Il rilevamento del sarcoma di Kaposi ti permette quasi sempre di fare una diagnosi di AIDS. Ad oggi, il tasso di sopravvivenza dei pazienti con sarcoma di Kaposi per 5 anni con trattamento con interferone è di circa il 70%.

Interferone per congiuntivite, cheratite e altre malattie dell'occhio

Le malattie degli occhi sono molto comuni nella popolazione generale, la loro prognosi peggiore è la cecità totale. Tra le malattie infiammatorie dell'occhio, ci sono cause virali e batteriche. Attualmente, ci sono circa 500 virus che possono influenzare le varie strutture dell'occhio. Il quadro clinico caratteristico (congiuntivite, cheratite) è caratterizzato da danni agli occhi del virus dell'herpes, adenovirus e enterovirus.

Per il trattamento delle lesioni virali dell'occhio, gli oftalmologi a volte prescrivono gocce di interferone. In precedenza, le gocce venivano preparate immediatamente prima dell'uso smontando la polvere per iniezione con soluzione salina. Oggi ci sono preparazioni appositamente preparate della composizione combinata sotto forma di colliri (ophthalmoferon). Possono essere utilizzati per la cheratite adenovirale ed erpetica, congiuntivite, anche nel caso di ulcere corneali. Questo farmaco è anche utile per la congiuntivite allergica.

Ophthalmoferon ha le seguenti proprietà:

  • antivirale (azione dell'interferone primario);
  • antibatterico (contiene acido borico);
  • antiallergico;
  • decongestionanti;
  • lubrificazione del bulbo oculare (la base polimerica imita l'azione di una lacrima artificiale).

Interferone per cancro, melanoma e altri tumori maligni. Uso del farmaco per il tumore del sangue

Il melanoma è il tumore più maligno della pelle, che si metastatizza dopo pochi mesi dalla sua esistenza. L'interferone nei primi anni '80 è stato utilizzato come trattamento sperimentale per il melanoma e oggi non un singolo caso di trattamento di successo può farne a meno. Il farmaco viene utilizzato in un dosaggio di circa 10 milioni di UI al giorno per un anno o più, a volte fino alla fine della vita. Nonostante ciò, questo medicinale può aumentare significativamente la sopravvivenza dei pazienti a cinque anni.

La leucemia è una malattia del sangue maligna in cui il midollo osseo produce un gran numero di leucociti immaturi. Di conseguenza, il corpo diventa suscettibile alle infezioni, una persona perde peso, diventa debole e facilmente stanca. L'interferone mostra la massima efficacia nel trattamento della leucemia mieloide e delle cellule dei capelli. A volte l'immunoterapia viene utilizzata in combinazione con agenti chemioterapici.

L'efficacia dell'interferone nel tumore del sangue è dovuta all'effetto antiproliferativo diretto, nonché alla capacità di aumentare l'attività di macrofagi e linfociti (cellule immunitarie che distruggono le cellule mutanti). Un grande successo nel trattamento della leucemia si ottiene usando il farmaco per 4-6 settimane alla dose di 3.000.000 UI.

Interferone per papillomi

I papillomi sono lesioni cutanee benigne. Il loro aspetto è nella maggior parte dei casi causato dall'azione del papillomavirus. I papillomi possono apparire in grandi numeri e creare numerosi disagi, inclusa la natura estetica. L'infezione da papillomavirus aumenta il rischio di tumori maligni. A volte i papillomi possono essere trattati solo in modo conservativo. In questo caso, l'interferone viene utilizzato in varie forme e dosaggi di dosaggio.

I seguenti preparati di interferone sono usati per il trattamento dei papillomi:

  • Viferon. È usato sotto forma di gel, unguento (per via topica) e supposte (sistematicamente).
  • Introne. È usato sistemicamente sotto forma di iniezioni intramuscolari.
  • Roferon. Iniettato per via sottocutanea a 1-3 milioni di UI 3 volte a settimana. La durata del trattamento è di 1-2 mesi.
  • Vellferon. Iniettato per via sottocutanea a 5 milioni UI 3 volte a settimana.
Se è stata dimostrata la natura virale delle verruche e dei papillomi, l'effetto dell'uso di questi farmaci è molto alto. Dopo 1 mese di somministrazione sottocutanea o intramuscolare del farmaco, le verruche scompaiono completamente nel 66 - 100% dei pazienti. Ciò è dovuto al fatto che l'uso di interferone riduce il tasso di riproduzione del materiale genetico virale. L'effetto dell'applicazione cutanea di unguenti e gel non è così alto. Va tenuto presente che il trattamento con interferone è accompagnato da numerosi effetti collaterali, ma per un'eliminazione conservativa dei papillomi, questo approccio è quasi l'unico.

Interferone per la sclerosi multipla

La sclerosi multipla è una delle più comuni malattie neurologiche. Ha un carattere autoimmune ed è spiegato dalla distruzione della guaina mielinica delle fibre nervose del cervello e del midollo spinale. La malattia porta ad una significativa diminuzione della qualità della vita. Ci vuole molto tempo e gradualmente progredisce dopo brevi periodi di esacerbazione.

La terapia patogenetica (diretta non ai sintomi, ma alla causa della malattia) viene effettuata da un elenco limitato di farmaci. Di loro spiccano i farmaci interferone beta (rebif, betaferon). La loro azione è associata a un cambiamento nell'equilibrio del sistema immunitario nella direzione dell'attività antinfiammatoria. L'effetto dei farmaci è caratterizzato dall'inibizione della crescita dei leucociti e dalla cessazione dell'attacco dei tessuti del corpo.

I preparati sono forniti in siringhe da 0,5 ml contenenti 8.000.000 UI di principio attivo. È pronto per l'uso, il che è molto conveniente per i pazienti che soffrono di compromissione delle capacità motorie. Il farmaco viene iniettato per via sottocutanea. Il trattamento dura un lungo periodo (da 6 mesi a 1 anno). Il farmaco fornisce la stabilizzazione della condizione e previene le riacutizzazioni. Tuttavia, una cura completa per la malattia non viene raggiunta in tutti i casi. I cambiamenti nella guaina dei nervi sono di solito irreversibili.

Interferone con policitemia

La vera policitemia (malattia di Vaisez) è una malattia in cui aumenta il numero di tutti gli elementi cellulari nel sangue. È spiegato da una mutazione nelle cellule staminali del midollo osseo rosso, da cui si verifica lo sviluppo di tutti gli elementi cellulari del sangue. Per il trattamento citostatici tradizionalmente utilizzati, agenti alchilanti (ciclofosfamide) e sanguinamento terapeutico (per ridurre la viscosità del sangue - ematocrito). L'interferone è attualmente utilizzato nel trattamento della policitemia.

L'effetto terapeutico dell'interferone nella policitemia è dovuto alla soppressione della proliferazione nel midollo osseo, che porta ad una diminuzione del numero di piastrine, leucociti e globuli rossi. Il trattamento con questo farmaco è lungo (dura più di 6 mesi), ma è abbastanza efficace. Dal 50 al 90% dei pazienti sono stati completamente guariti (raggiunta la remissione completa). Lo svantaggio di questo metodo è un gran numero di complicazioni. Circa un quinto dei pazienti rifiuta tale trattamento a causa di effetti collaterali.

Interferone con meningite da zecche ed encefalite

L'encefalite da zecche è un'infezione virale trasmissibile, che è caratterizzata da un danno al sistema nervoso. L'encefalite trasmessa da zecche si sviluppa dopo una puntura di zecca, nel caso in cui fosse un portatore del virus. La malattia è caratterizzata da una sindrome del dolore pronunciata, un aumento del tono e dell'attività muscolare, l'acquisizione di una postura forzata. Se non curato, il paziente muore entro pochi giorni.

Il trattamento dell'encefalite da zecche prevede l'introduzione di una specifica immunoglobulina come vaccino dopo una puntura di zecca. È inefficace se somministrato dopo 24 ore dopo essere stato morso da un segno di spunta ed è difficile da tollerare. L'interferone è anche usato come profilassi contro l'encefalite da zecche, congiuntamente o separatamente dall'immunoglobulina.

L'interferone del farmaco viene utilizzato entro 5 giorni dalla puntura di zecca 2 volte al giorno (mattina e sera) con 500 mila UI. Questa misura è abbastanza efficace nel prevenire l'encefalite da zecche ed è più sicura rispetto all'immunoglobulina.

Interferone per rinite e infezioni virali respiratorie acute (ARVI)

Il farmaco può essere utilizzato nel trattamento della SARS e dell'influenza. Esistono forme di dosaggio speciali sotto forma di gocce nasali (grippferon), che vengono vendute senza prescrizione medica e aiutano ad eliminare i principali sintomi del raffreddore e dell'influenza. L'uso del farmaco accelera il periodo di recupero di 1 - 2 giorni. Nel trattamento dell'influenza e del raffreddore sono richieste dosi molto piccole del farmaco, che non causano effetti collaterali negativi quando vengono rilasciate nel sangue.

Per la prevenzione e il trattamento dell'influenza, è possibile utilizzare Viferon come un unguento (per lubrificare i passaggi nasali 1-2 volte al giorno). Inoltre, per i bambini si raccomanda l'uso di candele, che hanno un effetto generale e aiutano a prevenire l'intossicazione sistemica con l'influenza.

Interferone per bronchite

La bronchite è una malattia infiammatoria che interessa la mucosa dell'albero bronchiale. La bronchite è acuta e cronica. I virus possono causare lo sviluppo di bronchite acuta, ma molto più spesso la causa della bronchite è un'infezione batterica. Questo è il motivo per cui nel trattamento della bronchite acuta non è accettato l'uso di interferone e altri agenti antivirali.

Secondo la ricerca, nei bambini, la bronchite può essere causata da alcuni tipi di adenovirus e alcune altre infezioni virali. Con la comprovata natura virale della bronchite (che è molto difficile da eseguire), il trattamento corretto è l'uso di interferone. Tuttavia, nella maggior parte dei casi viene utilizzato il trattamento tradizionale per la bronchite.

Interferone con toxoplasmosi

La toxoplasmosi è un'infezione causata da batteri del genere Toxoplasma. L'infezione ha una varietà di manifestazioni, può essere acuta e cronica, congenita e acquisita. La fonte di infezione sono gli animali domestici, in particolare i gatti. La malattia si manifesta con febbre alta, ingrossamento del fegato, mal di testa, vomito e convulsioni. La toxoplasmosi viene diagnosticata solo testando il sangue per specifici anticorpi. La toxoplasmosi è un'infezione batterica, quindi gli antibiotici sono usati per il trattamento.

Per il trattamento della toxoplasmosi vengono utilizzati i seguenti farmaci antibatterici:

  • sulfadiazina;
  • clindamicina;
  • spiramicina;
  • azitromicina;
  • levamisolo.
L'interferone per il trattamento della toxoplasmosi non viene utilizzato, poiché la malattia è batterica e non di natura virale. Durante gli esami del sangue, il livello di interferone aumenta durante la malattia, ma dopo un adeguato trattamento e recupero, torna alla normalità.

Interferone come profilattico

Interferone: uno strumento con effetti antivirali e immunomodulatori pronunciati. Questo porta al suo uso come profilassi (prevenzione dell'influenza e ARVI). Molto spesso le madri cercano di usarlo per tali scopi, proteggendo i bambini dalle infezioni durante i picchi stagionali di morbilità.

L'uso di interferone, ovviamente, dà un buon effetto preventivo, tuttavia, anche in piccole concentrazioni, può causare gravi effetti collaterali in un bambino. Ecco perché è necessario comprendere i rischi associati all'assunzione di questo farmaco e valutare i pro ei contro. Allo stesso tempo, altri tipi di immunostimolanti (ad esempio, anaferon) hanno spesso effetti insufficientemente dimostrati e il loro uso può essere inutile.

Controindicazioni all'uso di interferone

Interferone per l'epilessia

Il farmaco non può essere utilizzato per l'epilessia, la depressione, gravi disturbi mentali. Questo farmaco ha un effetto esteso sui sistemi del corpo, compreso quello nervoso. Può causare convulsioni, cambiamenti di umore e altri effetti collaterali spiacevoli. Nel caso dell'epilessia, il farmaco peggiora il decorso di questa malattia e può provocare il suo peggioramento.

Inoltre, il farmaco non è raccomandato in associazione a sedativi, ipnotici e analgesici oppioidi. Questi gruppi di farmaci, in un modo o nell'altro, influenzano lo stato del sistema nervoso e possono anche portare a reazioni collaterali indesiderabili.

Interferone nelle malattie autoimmuni

L'interferone non può essere utilizzato per la maggior parte delle malattie autoimmuni. Questo farmaco ha la capacità di stimolare reazioni immunologiche, quindi può aggravare il corso di tali malattie come l'epatite autoimmune, la tiroidite e altre malattie. Il farmaco può essere utilizzato esclusivamente per la sclerosi multipla, poiché questa malattia ha dimostrato di modificare le risposte immunitarie nella direzione della loro riduzione.

È vietato la distribuzione e la somministrazione incontrollate di questo farmaco, poiché questa azione non solo esaurisce la riserva del sistema immunitario, ma potenzialmente può portare a malattie autoimmuni. Il farmaco aumenta la velocità di presentazione degli antigeni (particelle estranee) alle cellule competenti, tuttavia, nel caso di un errore immunitario, qualsiasi tessuto del corpo può essere riconosciuto come sostanza estranea.

Precauzioni prima di usare il farmaco

Prima di usare questo farmaco, specialmente con un effetto sistemico (sotto forma di iniezioni), si raccomanda di sottoporsi a un esame completo del corpo. Particolare attenzione è rivolta all'analisi generale e biochimica del sangue. Grazie a queste analisi, è possibile rivelare malattie nascoste del fegato, dei reni, del sistema ematopoietico. L'assunzione del farmaco può influire negativamente sulle condizioni di questi organi.

Si raccomanda inoltre di ripetere periodicamente l'analisi di controllo dei parametri del sangue periferico, i risultati dell'attività dell'enzima epatico, la creatinina, i livelli di zucchero nel sangue. Nel diabete e nell'ipertensione è necessario un esame del fondo oculare. Il trattamento con interferone sullo sfondo di insufficienza cardiaca cronica, aritmie, infarto miocardico, deve essere effettuato sotto la supervisione di un cardiologo.

L'interferone può essere usato durante la gravidanza?

L'interferone è indesiderabile da usare durante la gravidanza. Secondo l'Associazione americana per il controllo della qualità dei medicinali, questo farmaco può essere utilizzato nel caso in cui i potenziali benefici per la salute della madre superino il rischio per il feto. Nonostante questo, una serie di studi suggeriscono che la frequenza delle nascite premature e dei casi di crescita stentata del feto aumenta quando le donne in gravidanza assumono interferone.

Questo farmaco può essere usato come agente antivirale e antitumorale se la donna non è incinta. Dopo la gravidanza, puoi scegliere analoghi più sicuri che preserveranno la salute del feto e del futuro bambino.

Posso usare l'interferone nei bambini?

Ci sono opinioni diverse sulla possibilità di usare questo farmaco nei bambini. Molti medici dicono che è impossibile stimolare l'immunità nell'infanzia, poiché questo potrebbe potenzialmente causare il suo fallimento in seguito. A supporto di molti farmaci con contenuto di interferone, i produttori scrivono del divieto di utilizzo nell'infanzia. Tuttavia, ci sono alcune forme di dosaggio progettate specificamente per i bambini.

L'interferone sotto forma di iniezioni è completamente vietato per l'uso nei bambini. Uno dei farmaci che possono essere usati ufficialmente durante l'infanzia è Viferon. Questo farmaco è presentato sotto forma di unguenti, gel e supposte. Unguenti e gel usati localmente non hanno un effetto di riassorbimento (sistemico) e non portano a effetti collaterali. Le supposte possono essere utilizzate per il trattamento generale, dal momento che il contenuto della sostanza attiva in esse è piuttosto piccolo - fino a 1 milione di UI. Va notato che l'effetto dell'uso del farmaco può essere ottenuto solo dopo pochi giorni, quindi non è sempre necessario il suo utilizzo. Prima di utilizzare il farmaco dovrebbe consultare un pediatra.

Effetti collaterali dell'interferone

L'interferone è un farmaco che ha molti effetti collaterali. Agisce negativamente su quasi tutti i sistemi e gli organi di una persona. Questa circostanza è molto importante con l'uso a lungo termine del farmaco come parte di un corso di terapia. Circa il 20% dei pazienti smette di usarlo a causa dello sviluppo di effetti collaterali. Prima di usare il farmaco, i pazienti devono essere informati dei possibili effetti collaterali. Se alcuni di questi si verificano, è possibile correggere gli effetti indesiderati con altri medicinali.
Gli effetti collaterali quando si usa il farmaco si trovano di solito dopo l'iniezione. Anche il modo giusto di usare il farmaco non aiuta a evitare tali fenomeni. Tuttavia, l'uso di unguenti, gel e gocce contenenti questa sostanza di solito non porta alla comparsa di effetti collaterali.

Quando si utilizza l'interferone, ci sono effetti collaterali e violazioni dei seguenti sistemi e organi:

  • Sangue e sistema linfatico. A volte c'è una diminuzione del numero di globuli rossi, piastrine e leucociti a causa di una diminuzione dell'attività dei processi di formazione del sangue.
  • Sistema cardiovascolare Il farmaco può causare ipertensione, palpitazioni, cardiomiopatia.
  • Sistema nervoso Quasi tutti i pazienti che assumono questo farmaco, si lamentano di mal di testa, stanchezza. A volte la sua ricezione è accompagnata da depressione, convulsioni, ipertonia muscolare, instabilità emotiva. La concentrazione di attenzione, gusto, stabilità del sonno può essere disturbata.
  • Sistema respiratorio Raramente osservato broncospasmo e aumento della respirazione.
  • Sistema gastrointestinale. Raramente l'assunzione del farmaco è accompagnata da nausea e vomito. A volte c'è una violazione della sedia (stitichezza o diarrea). In alcuni casi, è stata osservata un'esacerbazione della pancreatite.
  • Disturbi endocrini. L'uso di questa sostanza può portare a disturbi della tiroide (ipotiroidismo, ipertiroidismo, tiroidite autoimmune).
  • Fegato e dotti biliari. Nei dati di laboratorio si osserva un aumento temporaneo dell'attività enzimatica epatica e un aumento del contenuto di acidi grassi nel sangue. Raramente assumendo il farmaco porta a insufficienza epatica.
  • Sistema urinario e riproduttivo. Molto raramente, il farmaco può portare a insufficienza renale. Ci può essere aumento della minzione, sanguinamento mestruale prolungato nelle donne, impotenza negli uomini.
  • Sistema muscolo-scheletrico. Raramente c'è dolore muscolare, dolore alle articolazioni, crampi agli arti inferiori. Il paziente può avere dolore alla schiena, al collo, alle ossa.
  • L'organo della vista. L'assunzione del farmaco può influire negativamente sulla qualità della vista, sulle patologie infiammatorie dell'occhio, sul sanguinamento intraoculare durante la somministrazione del farmaco. Quando si utilizza il farmaco, sono stati segnalati casi gravi di distacco di retina.

Reazioni allergiche in risposta all'uso del farmaco. La formazione di anticorpi contro l'interferone

Raramente si sviluppano reazioni allergiche (ipersensibilità) al farmaco. Le manifestazioni cutanee locali (orticaria, edema) sono uno dei tipi di allergie. Prendendo il farmaco in caso di allergia dovrebbe essere fermato immediatamente. Nel peggiore dei casi, la somministrazione di interferone è minacciata da manifestazioni allergiche così pericolose come angioedema, shock anafilattico e sindrome di Stevens-Johnson.

Gli studi hanno dimostrato che con l'uso prolungato del farmaco nell'1 - 5% dei pazienti sono stati trovati anticorpi anti interferone. Questo suggerisce che il farmaco in questo caso diventa meno efficace e potenzialmente sviluppa il rischio di reazioni allergiche. La formazione di anticorpi contro l'interferone è più spesso osservata in pazienti con epatite virale cronica.

Sindrome simil-influenzale. Aumento della temperatura dopo l'assunzione di interferone

L'assunzione di questo farmaco in quasi tutti i casi è caratterizzata dallo sviluppo di reazioni generali. Sono uniti sotto il nome di sindrome simil-influenzale, in quanto hanno una manifestazione simile con l'infezione causata dal virus dell'influenza. Questa sindrome include sintomi simili alla reazione del corpo all'intossicazione. Il più frequente di loro è l'aumento della temperatura (circa 38 gradi). La sindrome simil-influenzale scompare da sola dopo diverse settimane di assunzione del farmaco. Nei primi giorni, quando questa sindrome si manifesta più acutamente, i medici raccomandano l'assunzione di paracetamolo (o di altri farmaci antinfiammatori non steroidei) come mezzo affidabile per eliminarlo.

La sindrome simil-influenzale derivante dall'assunzione di interferone include i seguenti sintomi:

  • mal di testa;
  • dolori e dolori muscolari;
  • febbre;
  • malessere generale;
  • alto affaticamento;
  • dolore al petto e dolore addominale;
  • brividi.

Reazioni locali in risposta all'uso del farmaco

Quando si usano pomate e gel, si possono notare reazioni locali. Sono caratterizzati da prurito, arrossamento della pelle, eruzioni cutanee. Questi effetti collaterali sono un tipo di reazione allergica e sono transitori. Scompaiono non più tardi di 72 ore dopo l'interruzione dell'uso del farmaco. Raramente può esserci un cambiamento nel colore della pelle (pigmentazione), perdita di capelli (alopecia) e aumento della sudorazione. Se si verificano reazioni cutanee, interrompere l'assunzione del farmaco.

Con l'iniezione del farmaco, la reazione al sito di iniezione può essere osservata in circa un terzo dei pazienti. È più spesso caratterizzato da dolore e arrossamento della pelle. Molto raramente, compattazione o necrosi del tessuto possono verificarsi nel sito di iniezione. Se le regole di asepsi e antisepsi non vengono seguite nel sito di iniezione, può svilupparsi un ascesso post-iniezione.

L'effetto dell'interferone sulla ghiandola tiroidea. Tiroidite autoimmune

Gli interferoni sono uno dei tipi di citochine che hanno effetti anti-infiammatori e immunostimolanti. Le citochine sono proteine ​​che regolano l'interazione tra le cellule del sistema immunitario. Le citochine svolgono un ruolo importante nello sviluppo delle malattie autoimmuni, tra cui la tiroidite autoimmune. Gli scienziati non possono ancora spiegare perché l'uso di interferone da tutte le malattie autoimmuni aumenta il rischio di danni alla ghiandola tiroidea.

Dimostrato che l'uso a lungo termine del farmaco può portare alla distruzione del tessuto ghiandolare a causa dell'azione del proprio sistema immunitario. La malattia della ghiandola tiroidea si manifesta con una diminuzione dell'attività ormonale della tiroide (ipotiroidismo) e la rilevazione nel sangue di anticorpi contro ormoni e cellule tiroidee. Questi sintomi scompaiono quando smetti di usare il farmaco. I pazienti con una storia di malattia tiroidea dovrebbero prestare particolare attenzione quando scelgono l'interferone come farmaco principale.

Overdose e avvelenamento da interferone

L'interazione di interferone con altre sostanze medicinali

L'interferone è generalmente ben combinato con altri farmaci, poiché nelle malattie gravi viene usato come parte di una terapia complessa. Quindi, con l'epatite virale, è usato in associazione con ribavirina. Con il virus dell'herpes, è combinato con l'aciclovir. Sono anche possibili combinazioni di interferone con antibiotici, chemioterapia (per il trattamento di tumori), anestetici (antidolorifici), antinfiammatori e antiallergici. Allo stesso tempo, la ricerca a tutti gli efetti sull'interazione di interferone con medicine da altri gruppi non è stata condotta.

I progressi teorici in medicina dimostrano che questa sostanza in grandi dosi inibisce l'attività degli enzimi epatici. Sono questi enzimi che processano la maggior parte dei farmaci e li preparano alla rimozione dal corpo. Pertanto, il metabolismo (metabolismo) è teoricamente rallentato rispetto a molti farmaci (diazepam, propranololo, warfarin, cimetidina e altri). Pertanto, l'uso di determinati farmaci (oltre all'alcol) insieme all'interferone porta ad un aumento dell'effetto neurotossico di questi farmaci e può anche danneggiare il cuore e gli organi che formano il sangue.

È possibile usare il farmaco mentre si guida un'auto e controllare i mezzi meccanici?

Posso bere alcolici durante il trattamento con interferone?

Interferone prezzi dei farmaci nelle città russe

Questo farmaco ha un numero abbastanza grande di varianti di forme di dosaggio. Non si può dire che siano accessibili, dal momento che il costo dei preparati contenenti interferone supera il costo di farmaci simili in effetti. Ciò è dovuto alla difficoltà di ottenere questa sostanza. I prezzi per il farmaco variano in una gamma molto ampia. Dipendono dal produttore del farmaco (le droghe domestiche sono molto più economiche di quelle straniere), sul contenuto del principio attivo, sulla regione della Federazione Russa.

Il costo dei preparativi di interferone nelle farmacie delle città russe

Il prezzo di vari farmaci ad interferone