Principale
Bronchite

Amoxicillina (compresse) prescrizione in latino

Amoxicillina, una ricetta in latino si presenta così:

Ricetta: Amoxicillini 0,5
Da tales doses numero 20
Signa: 3 volte al giorno con i pasti

Questo è un antibiotico ad ampio spettro che ha proprietà battericide. Il nome Amoxicillin in latino suona come Amoxycillinum (genere Amoxycillini). Questo farmaco appartiene al gruppo semisintetico di penicilline.

La sostanza esibisce attività contro i cocchi gram-positivi, ad eccezione di quelli che producono penicillinasi. L'amoxicillina è anche attiva nei microrganismi aerobi gram-negativi.

Modulo di rilascio

Quando prescrive una prescrizione in latino per Amoxicillina, il medico curante deve indicare il modulo per dispensare la sostanza in farmacia, perché il farmaco è prodotto sotto forma di:

  • polvere per sospensione per uso interno;
  • compresse.

Ho bisogno di una prescrizione per Amoxicillina? Oggi non è richiesta la prescrizione di compresse di Amoxicillina prescritte da un medico, il farmaco può essere dispensato da banco.

Indicazioni per l'uso

Le istruzioni includono le seguenti indicazioni per l'uso di Amoxicillina:

  • lesioni infettive del tratto respiratorio superiore;
  • infiammazione dell'orecchio;
  • la polmonite;
  • malattie del sistema genito-urinario;
  • malattie infettive di natura batterica durante la gravidanza;
  • infiammazione della cavità addominale;
  • infezioni di tessuti molli e pelle;
  • patologie ginecologiche, inclusi aborti settici;
  • malattie sessualmente trasmissibili.

Controindicazioni all'uso di Amoxicillina

Nella descrizione del farmaco indicato che è vietato prenderlo nei casi in cui vi è:

  • ipersensibilità alla penicillina e ai suoi derivati;
  • diatesi allergica;
  • asma bronchiale;
  • danno ai tessuti linfatici di tumori maligni;
  • malattie del tratto gastrointestinale;
  • l'allattamento al seno.

Caratteristiche di Amoxicillina

Come indicato dal produttore, il farmaco viene assunto per via orale, indipendentemente dal pasto.

I bambini da 10 anni (di peso pari o superiore a 40 kg) e gli adulti possono assumere 500 mg di Amoxicillina tre volte al giorno. Se la malattia è grave, il dosaggio è aumentato a 0,75-1,0 g, anche preso tre volte al giorno. Se questo trattamento non dà il risultato desiderato, il medico può prescrivere Amoxiclav. Questo farmaco ha anche Amoxicillina, ma è integrato con acido clavulanico, rendendolo più forte e più efficace.

I bambini da 5 a 10 anni hanno prescritto il farmaco non in pillole, ma nella forma di una sospensione di 5 millilitri 3 volte al giorno.

Bambini da 2 a 5 anni - sospensione da 2,5 ml tre volte al giorno.

Per i bambini di età inferiore a 2 anni, il farmaco viene somministrato in ragione di 20 mg per 1 kg di peso corporeo del bambino al giorno. La dose risultante è divisa in 3 dosi e prese durante il giorno. Se il trattamento è prescritto a un bambino prematuro o neonato, il dosaggio viene regolato in basso, o l'intervallo tra i farmaci è aumentato.

La durata del corso di terapia con amoxicillina va da 5 a 12 giorni.

Effetto collaterale

Sfortunatamente, questo farmaco può causare effetti collaterali da vari sistemi e organi, ad esempio:

Sistema nervoso centrale:

  • debolezza e malessere generale;
  • insonnia;
  • eccessiva agitazione e ansia;
  • depressione;
  • mal di testa e vertigini;
  • sudorgi.

Apparato digerente e apparato digerente:

  • nausea, crescendo nel vomito;
  • diarrea;
  • diminuzione dell'appetito;
  • secchezza in bocca;
  • cambiamento nel gusto;
  • aumento della formazione di gas;
  • rottura del fegato.

Manifestazioni allergiche:

  • la comparsa di orticaria;
  • rinite;
  • shock anafilattico;
  • congiuntiviti;
  • vasculite, ecc.

Oltre alle suddette reazioni avverse dell'organismo all'amossicillina, possono verificarsi anche anemia, dolore alle articolazioni, disbatteriosi, colite, ecc.

Articolo verificato
Anna Moschovis è un medico di famiglia.

Trovato un bug? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Scrivi ricette

MEDICINALI ANTIMICROBICI

1. Antibiotico per il trattamento della polmonite "atipica"

azitromicina

Rp.: Tab. Azitromicini 0,5 N. 3

D.S. All'interno 1 compressa al giorno.

2. Antibiotico per il trattamento ambulatoriale della polmonite acquisita in comunità

amoxicillina

Rp.: Amoxicillini 0,5

D.t.d. N. 16 in caps.

S. 1 capsula 3 volte al giorno.

3. Antibiotico per il trattamento della polmonite acquisita in comunità in un paziente con diabete mellito

Amoxicillina / Clavulanato

Rp.: Amoxicillini 0,5

Ac. clavulanici 0.125

D.t.d. N. 15 in tab.

S. 1 compressa 2 volte al giorno.

4. Un antibiotico per un paziente ospedalizzato per il trattamento della polmonite non acquisita in comunità

ampicillina

Rp.: Ampicillini 1.0

S. Diluire il contenuto della fiala prima dell'uso.

4 ml di acqua per iniezione, immettere / m 4 volte al giorno.

5. Antibiotico per il trattamento della polmonite grave

cefotaxime

Rp.: Cefotaximi 1.0

S. Il contenuto della fiala deve essere sciolto in 100 ml di soluzione di glucosio al 5%, somministrato per via endovenosa 2 volte al giorno.

6. Antibiotico per il trattamento della sepsi associata a catetere

vancomicina

Rp.: Vancomycini 1.0

S. Diluire il contenuto di 1 flacone in 200 ml di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%, iniettare per via endovenosa entro 1 ora 2 volte al giorno.

7. Farmaci per la prevenzione delle complicanze postoperatorie.

ceftriaxone

Rp.: Ceftriaxoni 1.0

S. Il contenuto del flacone diluito in 10 ml di acqua per iniezione,

Iniettare 10 ml per via endovenosa entro 2-4 minuti 30 minuti prima dell'intervento.

8. Antibiotico per il trattamento della peritonite

meropenem

Rp.: Meropenemi 1.0

S. Il contenuto del flacone diluito in 200 ml di cloruro di sodio allo 0,9%,

gocciolamento endovenoso 3 volte al giorno.

9. Farmaco antimicrobico per il trattamento di esacerbazione di gastrite cronica

Ditrato di tri-potassio di bismuto

Rp.: Tab. Bismuthi trikalii dicitratis 0.12

S. 2 compresse 2 volte al giorno (30 minuti prima dei pasti).

10. Antibiotico per l'eradicazione di Helicobacter pylori

claritromicina

Rp.: Tab. Claritromicina 0,5

S. 1 compressa 2 volte al giorno.

11. Il farmaco di scelta per il trattamento della pielonefrite acuta

levofloxacina

Rp.: Tab. Levofloxacini 0,5

S. Dentro 1 compressa 1 volta al giorno.

12. Antibiotico per il trattamento dell'infezione complicata del tratto urinario

amikacina

Rp.: Sol. Amikacini sulfatis 25% - 4 ml

S. Sciogliere in 200 ml di nat. la soluzione

gocciolamento endovenoso 1 volta al giorno (per 7 giorni).

13. Il farmaco per pyelonephritis cronico

kanefron

Rp.: Dragee "Canephronum" N. 60

D.S. 2 pillole 3 volte al giorno.

14. Farmaci per il trattamento della clamidia urogenitale

doxiciclina

Rp.: Josamycini 0,5

D.t.d. N. 15 in tab.

S. 1 compressa 2 volte al giorno per 7 giorni.

194.48.155.252 © studopedia.ru non è l'autore dei materiali pubblicati. Ma offre la possibilità di un uso gratuito. C'è una violazione del copyright? Scrivici | Contattaci.

Disabilita adBlock!
e aggiorna la pagina (F5)
molto necessario

aiuta a scrivere ricette in latino -

Alumag - on 1t. 3 volte al giorno, 20 minuti prima dei pasti.
Antiossidanti - 1 capsula al giorno. Complesso antiossidante di vitamine.

. Amoxicillina - 500 mg, 3 volte al giorno durante i pasti
Furazolidone - 2 volte x 4 volte al giorno
Valeriana - 1t. 3 volte al giorno

2. Metoclopramide - 10 mg, 2 volte al giorno

Ricetta: Tabulletas "Antioxycapsum" numero 20
Da. Signa: 1 capsula al giorno. Complesso antiossidante di vitamine.

Ricetta: Amoxicillini 0,5
Da tales doses numero 20
Signa: 3 volte al giorno con i pasti

Ricetta: Tabulletas "Furazolidonum" numero 10
Da. Signa: 2 compresse 4 volte al giorno.

Ricetta: Tabulletas "Valerianum" numero 100
Da. Signa: 1 compressa 3 volte al giorno.

Amoxicillina (Amoxicillina)

Il contenuto

Formula strutturale

Nome russo

Nome della sostanza latina Amoxicillina

Nome chimico

[2S- [2alf, 5alf, 6beta (S *)]] - 6 - [[Amino- (4-hydroxyphenyl) acetyl] amino] -3,3-dimethyl-7-oxo-4-thia-1-azabicyclo [ 3.2.0] acido eptano-2-carbossilico (e come triidrato o sale di sodio)

Formula lorda

Gruppo farmacologico di sostanza Amoxicillina

Classificazione Nosologica (ICD-10)

Codice CAS

Sostanze caratteristiche Amoxicillina

Gruppo di penicilline antibiotiche semisintetiche ad ampio spettro. Kislotostabilen. Distrutto da penicillinasi.

Amoxicillina. Peso molecolare di 365,41.

Amoxicillina sale di sodio. Peso molecolare 387,89.

Amoxicillina triidrato. Solubilità (mg / ml): in acqua 4.0; in metanolo 7,5; in alcool assoluto 3,4; insolubile in esano, benzene, etil acetato, acetonitrile. Peso molecolare 419,45.

farmacologia

Inibisce la transpeptidasi, viola la sintesi peptidica del peptidoglicano (proteina di supporto della parete cellulare) durante il periodo di divisione e crescita, causa lisi di microrganismi.

Ha una vasta gamma di azione antimicrobica. Attivo contro microrganismi gram-positivi aerobici - Staphylococcus spp. (ad eccezione dei ceppi che producono penicillinasi), Streptococcus spp., tra cui Streptococcus faecalis, Streptococcus pneumoniae, aerobici gram-negativi organismi - Neisseria gonorrhoeae, Neisseria meningitidis, Escherichia coli, Proteus mirabilis, Haemophilus influenzae, alcuni ceppi di Salmonella, Shigella, Klebsiella, e Helicobacter pylori.

Non agisce sui ceppi indo-positivi di Proteo (P.vulgaris, P.rettgeri); Serratia spp., Enterobacter spp., Morganella morganii, Pseudomonas spp. Rickettsia, micoplasmi, virus sono resistenti alla sua azione.

Quando somministrato come sospensione in dosi di 125 mg / 5 ml e 250 mg / 5 ml rapidamente e bene (75-90%) assorbito, creando Cmax (1,5-3,0 μg / ml e 3,5-5,0 μg / ml, rispettivamente) dopo 1-2 ore. Se assunto per via orale sotto forma di capsule a dosi di 250 e 500 mg Cmax (3.5-5.0 μg / ml e 5.5-7.5 μg / ml, rispettivamente) sono anche raggiunti in 1-2 ore. Stabile in un mezzo acido, l'assunzione di cibo non influenza l'assorbimento.

Quando somministrato per via parenterale rapidamente assorbito e distribuito nei tessuti e nei fluidi corporei; Cmax si trova nel sangue 1 ora dopo la somministrazione di i / me e rimane a livello terapeutico dopo somministrazione parenterale per 6-8 ore.

Il legame alle proteine ​​plasmatiche è di circa il 20%. Le barriere istologiche si passano facilmente, ad eccezione del BBB invariato, e penetrano rapidamente nella maggior parte dei tessuti e dei fluidi corporei; accumula in concentrazioni terapeutiche nel fluido peritoneale, urina contenuti pelle blister, effusione pleurica, tessuto polmonare, mucosa intestinale, organi genitali femminili, fluido nell'orecchio medio, colecisti e la bile (con funzione epatica normale), i tessuti fetali (attraversa la barriera placentare ). T1/2 è 1-1,5 ore In caso di insufficienza renale1/2 si estende fino a 4-12,6 ore, a seconda della clearance della creatinina. Parzialmente metabolizzato per formare metaboliti inattivi. Il 50-70% viene escreto dai reni invariati dalla secrezione tubulare (80%) e dalla filtrazione glomerulare (20%), dal 10% al 20% da parte del fegato. In tracce quantità determinate nel siero 8 ore dopo l'ingestione. In piccole quantità escreto nel latte materno.

Uso della sostanza Amoxicillina

infezioni batteriche causate da patogeni sensibili: infezioni respiratorie e otorinolaringoiatria (bronchite, polmonite, tonsillite, otite media acuta, faringite, sinusite), sistema urinario (uretrite, cistite, pieliti, pielonefrite, endometriti, cervicite), la cute e dei tessuti molli (erisipela, impetigine, dermatosi secondariamente infette), infezioni addominali e infezioni gastrointestinali (peritonite, colecistite, colangite, febbre tifoide, dissenteria, salmonellosi, carenza di Salmonella); leptospirosi, listeriosi, meningite, sepsi, malattia di Lyme (borreliosi), gonorrea; eradicazione di Helicobacter pylori (come parte della terapia di associazione); prevenzione dell'endocardite e dell'infezione chirurgica.

Controindicazioni

Ipersensibilità (incluso ad altre penicilline), mononucleosi infettiva.

Restrizioni all'uso di

Ipersensibilità polivalente agli xenobiotici, diatesi allergica, asma bronchiale, pollinosi, leucemia linfocitica, storia del tratto gastrointestinale (in particolare colite associata all'uso di antibiotici), insufficienza renale.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

In gravidanza, è possibile che il beneficio per la madre superi il potenziale rischio per il feto (non ci sono studi adeguati e ben controllati in donne in gravidanza).

Categoria di azione sul feto da parte della FDA - B.

Con cura durante l'allattamento (penicilline penetrano nel latte materno).

Effetti collaterali di Amoxicillina

Reazioni allergiche: arrossamento della pelle, rinite, congiuntivite, dermatite esfoliativa, eritema multiforme, sindrome di Stevens-Johnson, shock anafilattico, rash maculopapulare, prurito, orticaria, angioedema, reazioni simili alla malattia da siero.

Da parte del tubo digerente: nausea, vomito, alterazione del gusto, diarrea, dolore all'ano, stomatite, glossite.

Dal sistema nervoso e dagli organi sensoriali: eccitazione, ansia, insonnia, confusione, cambiamento di comportamento, mal di testa, vertigini, reazioni convulse.

Dal momento che il sistema cardiovascolare e il sangue (sangue, emostasi): tachicardia, anemia transitoria, porpora trombocitopenica, eosinofilia, leucopenia, neutropenia e agranulocitosi.

Altri: difficoltà respiratoria, dolore alle articolazioni, nefrite interstiziale, aumento moderato dei livelli delle transaminasi nel sangue; complicazioni dovute all'azione chemioterapica - disbatteriosi, superinfezione (specialmente nei pazienti con malattie croniche o ridotta resistenza del corpo), candidosi orale o vaginale, colite pseudomembranosa o emorragica.

interazione

Riduce l'effetto dei farmaci contraccettivi orali contenenti estrogeni, riduce la clearance e aumenta la tossicità del metotrexato. Antibiotici battericidi (compresi aminoglicosidi, cefalosporine, cicloserina, vancomicina, rifampicina), metronidazolo - effetto sinergico; farmaci batteriostatici (macrolidi, cloramfenicolo, linkosamidi, tetracicline, sulfonamidi) - azione antagonista. Aumenta l'efficacia degli anticoagulanti indiretti (sopprimendo la microflora intestinale, riduce la sintesi di vitamina K e l'indice di protrombina). FANS, incl. acido acetilsalicilico, indometacina, l'ossifenbutazone, fenilbutazone, sulfinpirazone, diuretici, allopurinolo, probenecid, e altri farmaci che inibiscono la secrezione tubulare, lenta escrezione e aumento della concentrazione nel sangue di amoxicillina. L'allopurinolo aumenta il rischio di eruzione cutanea. Gli antiacidi riducono l'assorbimento.

overdose

Sintomi: nausea, vomito, diarrea, interruzione del bilancio idrico ed elettrolitico (conseguenza di vomito e diarrea); con uso prolungato in dosi elevate - reazioni neurotossiche e trombocitopenia (questi fenomeni sono reversibili e scompaiono dopo la sospensione del farmaco).

Trattamento: lavanda gastrica, l'appuntamento di carbone attivo, lassativi salini, correzione di equilibrio dell'acqua e elettrolitico; Hepatology.

Via di somministrazione

Dentro, dentro / m, dentro / nel getto e gocciolare.

Misure di sicurezza Amoxicillina

Il trattamento deve continuare per 48-72 ore dopo la scomparsa dei segni clinici della malattia, per le infezioni da streptococco - 10 giorni.

Nel corso del trattamento è necessario monitorare lo stato della funzione degli organi ematici, del fegato e dei reni.

Forse lo sviluppo della superinfezione a causa della crescita della microflora insensibile al farmaco. Nel caso dello sviluppo della superinfezione richiede l'abolizione di amoxicillina e un corrispondente cambiamento nella terapia antibiotica. Quando si trattano pazienti con batteriemia, la reazione di batteriolisi può essere possibile (reazione di Jarish-Herxheimer).

Nei pazienti con ipersensibilità alle penicilline, sono possibili reazioni crociate allergiche con antibiotici cefalosporinici.

Nel trattamento della lieve diarrea sullo sfondo della terapia del corso, i farmaci antidiarroici che riducono la motilità intestinale dovrebbero essere evitati; Si possono usare antidiarroici contenenti caolino o attapulgite. Per grave diarrea, dovresti consultare un medico.

Con l'uso simultaneo di contraccettivi orali contenenti estrogeni e amoxicillina, se possibile, usare metodi contraccettivi aggiuntivi.

Ricetta dell'amoxicillina in latino

nel blister 7 pz.; in una confezione di 1 o 2 blister.

Dosaggio e somministrazione: all'interno. La compressa deve essere deglutita intera con un liquido; le compresse non possono essere masticate o frantumate.
Per i pazienti con difficoltà a deglutire, le compresse possono essere sciolte a metà dello stack in acqua non gassata. Non usare altri liquidi, perché Le protezioni sul guscio della microgranula possono dissolversi. Mescolare fino alla disintegrazione della compressa e bere immediatamente una sospensione di microgranuli o entro 30 minuti. Ancora una volta, riempire il bicchiere a metà con acqua, mescolare il residuo e bere. Non masticare o schiacciare i microgranuli.
Per i pazienti che non possono deglutire, le compresse devono essere sciolte in acqua non gassata e iniettate attraverso il tubo gastrico-gastrico. È importante testare accuratamente la siringa e la sonda scelte.
Reflusso gastroesofageo I per malattia I (GERD)
Trattamento dell'esofagite da reflusso erosivo: 40 mg 1 volta al giorno per 4 settimane. Si raccomanda un ulteriore ciclo di trattamento di 4 settimane nei casi in cui, dopo il primo ciclo di guarigione dell'esofagite, non persistano fasi o sintomi.
Trattamento di supporto a lungo termine dei pazienti con esofagite indurita per prevenire le ricadute: 20 mg 1 volta al giorno.
Trattamento sintomatico della malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) in pazienti senza esofagite: 20 mg 1 volta al giorno. Se dopo 4 settimane di trattamento i sintomi non scompaiono, è necessario eseguire un esame aggiuntivo del paziente. Dopo l'eliminazione dei sintomi, è possibile passare alla modalità di assunzione del farmaco "se necessario", cioè in caso di sintomi, assumere Nexium alla dose di 20 mg 1 volta al giorno (in media 1 volta ogni 3 giorni).
In combinazione con un appropriato regime di terapia antibatterica per l'eradicazione di Helicobacter pylori:
- trattamento delle ulcere due sull'ulcera duodenale associata a Helicobacter pylori - Nexium 20 mg, amoxicillina 1 g e claritromicina 500 mg;
tutti i farmaci vengono assunti 2 volte al giorno per 7 giorni;
- prevenzione della recidiva delle ulcere peptiche in pazienti con ulcere associate a Helicobacter pylori - Nexium 20 mg, amoxicillina 1 g e claritromicina 500 mg;
Tutti i farmaci vengono assunti due volte al giorno per 7 giorni.
bambini. Non è raccomandato l'uso di Nexium nei bambini a causa della mancanza di dati.
Disfunzione renale. Non è richiesto un aggiustamento della dose di Nexium in pazienti con funzionalità renale compromessa. A causa dell'esperienza limitata con Nexium nell'insufficienza renale grave, si deve usare cautela nel trattamento di questi pazienti.
Disfunzione epatica. Non è richiesto un aggiustamento della dose di Nexium in pazienti con compromissione della funzionalità epatica da lieve a moderata. I pazienti con grave danno epatico non devono superare la dose massima di 20 mg al giorno.
Pazienti anziani. Non è richiesto un aggiustamento della dose nei pazienti anziani.

  • Nexium (Nexium)

Principio attivo (INN) Amoxicillina (Amoxicillina)
Applicazione: Le infezioni del tratto respiratorio e del tratto respiratorio superiore (bronchite, polmonite, Angie, Otite media acuta, faringite, sinusite), sistema urinario (uretrite, cistite, pielonefrite, endometrite, semplice su I gonorrea), della pelle e dei tessuti molli, tratto gastrointestinale ( peritonite, enterocolite, colecistite, colangite, febbre tifoide); leptospirosi, listeriosi, meningite, malattia di Lyme (borreliosi), prevenzione dell'endocardite e infezione chirurgica; terapia combinata di gastrite e ulcera peptica (in combinazione con metronidazolo), sepsi (insieme ad aminoglicosidi).

Controindicazioni: Ipersensibilità (inclusi ad altri penicilli su m, cephalospori su m, carbapenemici), diatesi allergica, asma bronchiale, pollinosi, mononucleosi infettiva, leucemia linfocitica, infezioni del tratto gastrointestinale e mitezza (in particolare colite associata a uso di antibiotici).

Effetti collaterali: nausea, vomito, diarrea, dolore all'ano, stomatite, glossite; eccitazione, ansia, insonnia, confusione, cambiamento di comportamento, mal di testa, vertigini, reazioni convulse; difficoltà a respirare, tachicardia; dolore articolare; nefrite interstiziale; dysbacteriosis, superinfezione, candidosi orale o vaginale, colite pseudomembranosa o emorragica; aumento moderato delle transaminasi ematiche, transitorie sono anemia, porpora trombocitopenica, eosinofilia, leucopenia, neutropenia e agranulocitosi; Reazioni allergiche: dermatite esfoliativa, multiforme su essudativa su i eritema, sindrome di Stevens-Jonso, e su shock phylactic, maculopapulez su i rash, prurito, orticaria, angioedema, reazioni simili a malattia da siero.

Interazione: riduce l'effetto dei farmaci contraccettivi orali contenenti estrogeni, riduce la clearance e aumenta la tossicità del metotrexato. Aumenta l'assorbimento di digox di. L'escrezione viene rallentata dal probenecid, sulfinpirazone, acido acetilsalicilico, indometacina, ossifenutazone, fenilbutazone e altri farmaci che sopprimono la secrezione tubulare. L'attività antibatterica diminuisce con agenti chemioterapici e antiacidi batteriostatici, aumenti di aminoglicosidi e metronidazolo.

Sovradosaggio: sintomi: nausea, vomito, diarrea, compromissione del bilancio idrico ed elettrolitico.
Trattamento: lavanda gastrica, uso di carbone attivo, lassativi salini, correzione del bilancio idrico ed elettrolitico; Hepatology.

Dosaggio e somministrazione: all'interno. Adulti e adolescenti sopra i 10 anni - 500-750 mg 2 volte al giorno o 375-500 mg (fino a 1 g nelle infezioni gravi) 3 volte al giorno (assunzione massima giornaliera alla dose di 6 g), per i bambini da 3 a 10 anni - 375 mg 2 volte o 250 mg 3 volte al giorno, fino a 1 anno - 125 mg 2 volte o 100 mg 3 volte al giorno. La dose giornaliera per i bambini è di 30 mg / kg (fino a 60 mg / kg), la dose è 2-3 volte. In gonorrea acuta - 3 g una volta in combinazione con 1 g di probenecid (le donne per m sono raccomandate per re-introduzione). I pazienti con creatinina Cl inferiore a 10 ml / min riducono la dose del 15-50%, con anuria, la dose non deve superare i 2 g al giorno. Il corso medio è di 5-7 giorni (per le infezioni da streptococco - almeno 10 giorni).

Precauzioni: per i gravi danni alla funzione renale (creatina Cl a 10 ml / min sotto), è necessario aumentare l'intervallo tra le iniezioni a 12-24 ore. Usare con cautela quando orticaria e raffreddore da fieno. Dovrebbe monitorare periodicamente la funzione dei reni, del fegato e dell'ematopoiesi con una terapia prolungata. Il trattamento deve continuare per 48-72 ore dopo la scomparsa dei premi clinici per la malattia. Durante la gravidanza e l'allattamento, vengono utilizzati per motivi vitali, tenendo conto dell'effetto atteso per la madre e del potenziale rischio per il feto o il bambino. Per il periodo di allattamento al seno è escluso.

  • Amoxicillina (Amoxicillina)

Principio attivo (INN) citrato di bismuto di ranitidina (citrato di bismuto di ranitidina)
Applicazione: Ulcera sulla malattia dello stomaco e due sul duodeno, eradicazione di Helicobacter pylori, trattamento e prevenzione delle recidive a causa di Helicobacter pylori (in combinazione con claritromicina o amoxicillina).

Controindicazioni: Ipersensibilità, alterazione della funzionalità renale, grave insufficienza renale, porfiria (inclusa in a), gravidanza e allattamento (interrotta per la durata del trattamento), bambini (fino a 14 anni di età).

Effetti collaterali: Tremore, vertigini, mal di testa, dolore con e con gusto, confusione, depressione, allucinazioni della nazione (principalmente in pazienti anziani molto gravi), dolore toracico, gastralgia, stitichezza, nausea e vomito, diarrea elevazione transitoria di enzimi epatici, artralgia, mialgia, anemia, leucopenia, trombocitopenia, agranulocitosi, pancitopenia, iperplasia o aplasia del midollo osseo, per gonfiore al seno maschile, prurito cutaneo, rash e reazioni filattive.

Interazione: la generazione di penicilline III (amoxicillina) e macrolidi (claritromicina) aumentano (reciprocamente) l'effetto battericida del bismuto (in relazione all'helicobacter). La claritromicina aumenta l'assorbimento della ranitidina.

Sovradosaggio: gli effetti collaterali del sovradosaggio con ranitidina sono reversibili, non specifici e non pericolosi.
Sintomi: manifestazioni di neuro-o nefrotossicità da bismuto.
Trattamento: rimozione delle quantità non assorbite dal tratto gastrointestinale, terapia sintomatica. La ranitidina e il bismuto vengono rimossi dal sangue mediante emodialisi.

Dosaggio e somministrazione: nelle prime 2 settimane - 400 mg 2 volte al giorno in combinazione con claritromicina (500 mg 2 volte al giorno), nelle prossime 2 settimane - ranitidina bismuto citrato 400 mg 2 volte al giorno, indipendentemente dal pasto.

Precauzioni: prima del trattamento, è necessario assicurarsi che non vi siano processi maligni nel tratto gastrointestinale.

Istruzioni speciali: Sotto l'influenza del bismuto c'è un oscuramento temporaneo e innocuo della lingua e l'annerimento delle feci.

  • Citrato di bismuto di ranitidina (citrato di bismuto di ranitidina) (-)

amoxicillina
Latino per titolo: Amoxicillin
Gruppi farmacologici: penicilline
Classificazione Nosologica (ICD-10): A01 Tifoide e paratifo. A01.0 Febbre tifoidea. A03 Shigellosi. A04.9 Infezione batterica intestinale I Non sono specificato. A09 Diarrea e gastroenterite di origine presumibilmente infettiva (dissenteria, diarrea batterica su di me). A27 Leptospirosi. Listeriosi A32. A37 Pertosse. A39 infezione da meningococco. A41 Altri setticemia. A54 infezione da Gonococco. A69.2 Malattia di Lyme. G00 Meningite batterica, non classificata altrove. H66 Otite media purulenta e non specificata. H74 Altre malattie dell'orecchio medio e mastoide. I33 Endocardite acuta e subacuta. J00-J06 Infezioni respiratorie acute del tratto respiratorio superiore. J01 sinusite acuta. J02 Faringite acuta. J03 tonsillite acuta [angi su]. J04 laringite acuta e tracheite. J13 Polmonite, causata da Streptococcus pneumoniae. J15.2 Polmonite, causata da I stafilococco. J15.5 Polmonite, causata da Escherichia coli. J15.9 Batterico su polmonite I, non specificato su I. Polmonite J18 senza specificare l'agente patogeno. Bronchite acuta J20. J20-J22 Altre infezioni respiratorie acute del tratto respiratorio inferiore. J22 Respiratore acuto per l'infezione del tratto respiratorio inferiore, non specificato per I. Sinusite cronica J32. Bronchite J40, non specificato come acuta o cronica. Bronchite cronica J42, non specificata. Ascesso del polmone e del mediastino J85. Pyotorax J86. K12 Stomatite e lesioni correlate. K25 Ulcera gastrica. K26 Ulcera due sul duodeno. K52 Altre gastroenteriti e coliti non infettive. Peritonite K65. Colecistite K81. Colinite K83.0. L00-L08 Infezioni della pelle e del tessuto sottocutaneo. L08.9 Selle I, un'infezione della pelle e del tessuto sottocutaneo, non specificate in I. M00-M03 Artropatie infettive. Miosite infettiva M60.0. Sinoviti M65 e tenosinovite. Guaina del cavo ascesso M65.0. M65.1 Altro tendosynovitis infettivo. M71.0 Ascesso del sacco sinoviale. M71.1 Altre borsiti infettive. Osteomielite M86. N10 Nefrite tubulo-interstiziale acuta. N12 tubulo-interstiziale nefrite, non specificato come acuta o cronica. Cistite N30 N34 uretrite e sindrome uretrale. Infezione del tratto urinario N39.0 senza localizzazione stabilita. N41 malattie infiammatorie della ghiandola prostatica. N45 Orchite ed epididimite. N49 Malattie infiammatorie degli organi genitali maschili, non classificate altrove. N71 Malattie infiammatorie dell'utero, eccetto la cervice. N71.0 malattie infiammatorie acute dell'utero. N71.1 malattie infiammatorie croniche dell'utero. N72 malattie infiammatorie della cervice. N73.2 Parametrite e cellulite pelvica, non specificate. N73.9 Malattie infiammatorie degli organi pelvici femminili, non specificate. N74.3 Malattie infiammatorie gonococciche degli organi pelvici femminili. R09.1 Pleurite. Ractactria R78.8.0. T14.1 Aprire il corpo su una regione del corpo non specificata. T20-T32 Ustioni termici e chimici. T79.3 Infezione post-traumatica della ferita, non classificata in un'altra rubrica. Infezione T81.4, relativa alla procedura I, non classificata in un'altra categoria. Z100 CLASS XXII Pratica chirurgica
Azione farmacologica

Principio attivo (INN) Amoxicillina (Amoxicillina)
Applicazione: Le infezioni del tratto respiratorio e del tratto respiratorio superiore (bronchite, polmonite, Angie, Otite media acuta, faringite, sinusite), sistema urinario (uretrite, cistite, pielonefrite, endometrite, semplice su I gonorrea), della pelle e dei tessuti molli, tratto gastrointestinale ( peritonite, enterocolite, colecistite, colangite, febbre tifoide); leptospirosi, listeriosi, meningite, malattia di Lyme (borreliosi), prevenzione dell'endocardite e infezione chirurgica; terapia combinata di gastrite e ulcera peptica (in combinazione con metronidazolo), sepsi (insieme ad aminoglicosidi).

Controindicazioni: Ipersensibilità (inclusi ad altri penicilli su m, cephalospori su m, carbapenemici), diatesi allergica, asma bronchiale, pollinosi, mononucleosi infettiva, leucemia linfocitica, infezioni del tratto gastrointestinale e mitezza (in particolare colite associata a uso di antibiotici).

Effetti collaterali: nausea, vomito, diarrea, dolore all'ano, stomatite, glossite; eccitazione, ansia, insonnia, confusione, cambiamento di comportamento, mal di testa, vertigini, reazioni convulse; difficoltà a respirare, tachicardia; dolore articolare; nefrite interstiziale; dysbacteriosis, superinfezione, candidosi orale o vaginale, colite pseudomembranosa o emorragica; aumento moderato delle transaminasi ematiche, transitorie sono anemia, porpora trombocitopenica, eosinofilia, leucopenia, neutropenia e agranulocitosi; Reazioni allergiche: dermatite esfoliativa, multiforme su essudativa su i eritema, sindrome di Stevens-Jonso, e su shock phylactic, maculopapulez su i rash, prurito, orticaria, angioedema, reazioni simili a malattia da siero.

Interazione: riduce l'effetto dei farmaci contraccettivi orali contenenti estrogeni, riduce la clearance e aumenta la tossicità del metotrexato. Aumenta l'assorbimento di digox di. L'escrezione viene rallentata dal probenecid, sulfinpirazone, acido acetilsalicilico, indometacina, ossifenutazone, fenilbutazone e altri farmaci che sopprimono la secrezione tubulare. L'attività antibatterica diminuisce con agenti chemioterapici e antiacidi batteriostatici, aumenti di aminoglicosidi e metronidazolo.

Sovradosaggio: sintomi: nausea, vomito, diarrea, compromissione del bilancio idrico ed elettrolitico.
Trattamento: lavanda gastrica, uso di carbone attivo, lassativi salini, correzione del bilancio idrico ed elettrolitico; Hepatology.

Dosaggio e somministrazione: all'interno. Adulti e adolescenti sopra i 10 anni - 500-750 mg 2 volte al giorno o 375-500 mg (fino a 1 g nelle infezioni gravi) 3 volte al giorno (assunzione massima giornaliera alla dose di 6 g), per i bambini da 3 a 10 anni - 375 mg 2 volte o 250 mg 3 volte al giorno, fino a 1 anno - 125 mg 2 volte o 100 mg 3 volte al giorno. La dose giornaliera per i bambini è di 30 mg / kg (fino a 60 mg / kg), la dose è 2-3 volte. In gonorrea acuta - 3 g una volta in combinazione con 1 g di probenecid (le donne per m sono raccomandate per re-introduzione). I pazienti con creatinina Cl inferiore a 10 ml / min riducono la dose del 15-50%, con anuria, la dose non deve superare i 2 g al giorno. Il corso medio è di 5-7 giorni (per le infezioni da streptococco - almeno 10 giorni).

Precauzioni: per i gravi danni alla funzione renale (creatina Cl a 10 ml / min sotto), è necessario aumentare l'intervallo tra le iniezioni a 12-24 ore. Usare con cautela quando orticaria e raffreddore da fieno. Dovrebbe monitorare periodicamente la funzione dei reni, del fegato e dell'ematopoiesi con una terapia prolungata. Il trattamento deve continuare per 48-72 ore dopo la scomparsa dei premi clinici per la malattia. Durante la gravidanza e l'allattamento, vengono utilizzati per motivi vitali, tenendo conto dell'effetto atteso per la madre e del potenziale rischio per il feto o il bambino. Per il periodo di allattamento al seno è escluso.

  • Amoxicillina (Amoxicillina)

Amoxicillina 0,25 g
Latino per titolo: Amoxicillin 0,25 g
Gruppi farmacologici: penicilline
Classificazione Nosologica (ICD-10): A01 Tifoide e paratifo. A01.0 Febbre tifoidea. A03 Shigellosi. A04.9 Infezione batterica intestinale I Non sono specificato. A09 Diarrea e gastroenterite di origine presumibilmente infettiva (dissenteria, diarrea batterica su di me). A27 Leptospirosi. Listeriosi A32. A37 Pertosse. A39 infezione da meningococco. A41 Altri setticemia. A54 infezione da Gonococco. A69.2 Malattia di Lyme. G00 Meningite batterica, non classificata altrove. H66 Otite media purulenta e non specificata. H74 Altre malattie dell'orecchio medio e mastoide. I33 Endocardite acuta e subacuta. J00-J06 Infezioni respiratorie acute del tratto respiratorio superiore. J01 sinusite acuta. J02 Faringite acuta. J03 tonsillite acuta [angi su]. J04 laringite acuta e tracheite. J13 Polmonite, causata da Streptococcus pneumoniae. J15.2 Polmonite, causata da I stafilococco. J15.5 Polmonite, causata da Escherichia coli. J15.9 Batterico su polmonite I, non specificato su I. Polmonite J18 senza specificare l'agente patogeno. Bronchite acuta J20. J20-J22 Altre infezioni respiratorie acute del tratto respiratorio inferiore. J22 Respiratore acuto per l'infezione del tratto respiratorio inferiore, non specificato per I. Sinusite cronica J32. Bronchite J40, non specificato come acuta o cronica. Bronchite cronica J42, non specificata. Ascesso del polmone e del mediastino J85. Pyotorax J86. K12 Stomatite e lesioni correlate. K25 Ulcera gastrica. K26 Ulcera due sul duodeno. K52 Altre gastroenteriti e coliti non infettive. Peritonite K65. Colecistite K81. Colinite K83.0. L00-L08 Infezioni della pelle e del tessuto sottocutaneo. L08.9 Selle I, un'infezione della pelle e del tessuto sottocutaneo, non specificate in I. M00-M03 Artropatie infettive. Miosite infettiva M60.0. Sinoviti M65 e tenosinovite. Guaina del cavo ascesso M65.0. M65.1 Altro tendosynovitis infettivo. M71.0 Ascesso del sacco sinoviale. M71.1 Altre borsiti infettive. Osteomielite M86. N10 Nefrite tubulo-interstiziale acuta. N12 tubulo-interstiziale nefrite, non specificato come acuta o cronica. Cistite N30 N34 uretrite e sindrome uretrale. Infezione del tratto urinario N39.0 senza localizzazione stabilita. N41 malattie infiammatorie della ghiandola prostatica. N45 Orchite ed epididimite. N49 Malattie infiammatorie degli organi genitali maschili, non classificate altrove. N71 Malattie infiammatorie dell'utero, eccetto la cervice. N71.0 malattie infiammatorie acute dell'utero. N71.1 malattie infiammatorie croniche dell'utero. N72 malattie infiammatorie della cervice. N73.2 Parametrite e cellulite pelvica, non specificate. N73.9 Malattie infiammatorie degli organi pelvici femminili, non specificate. N74.3 Malattie infiammatorie gonococciche degli organi pelvici femminili. R09.1 Pleurite. Ractactria R78.8.0. T14.1 Aprire il corpo su una regione del corpo non specificata. T20-T32 Ustioni termici e chimici. T79.3 Infezione post-traumatica della ferita, non classificata in un'altra rubrica. Infezione T81.4, relativa alla procedura I, non classificata in un'altra categoria. Z100 CLASS XXII Pratica chirurgica
Azione farmacologica

Principio attivo (INN) Amoxicillina (Amoxicillina)
Applicazione: Le infezioni del tratto respiratorio e del tratto respiratorio superiore (bronchite, polmonite, Angie, Otite media acuta, faringite, sinusite), sistema urinario (uretrite, cistite, pielonefrite, endometrite, semplice su I gonorrea), della pelle e dei tessuti molli, tratto gastrointestinale ( peritonite, enterocolite, colecistite, colangite, febbre tifoide); leptospirosi, listeriosi, meningite, malattia di Lyme (borreliosi), prevenzione dell'endocardite e infezione chirurgica; terapia combinata di gastrite e ulcera peptica (in combinazione con metronidazolo), sepsi (insieme ad aminoglicosidi).

Controindicazioni: Ipersensibilità (inclusi ad altri penicilli su m, cephalospori su m, carbapenemici), diatesi allergica, asma bronchiale, pollinosi, mononucleosi infettiva, leucemia linfocitica, infezioni del tratto gastrointestinale e mitezza (in particolare colite associata a uso di antibiotici).

Effetti collaterali: nausea, vomito, diarrea, dolore all'ano, stomatite, glossite; eccitazione, ansia, insonnia, confusione, cambiamento di comportamento, mal di testa, vertigini, reazioni convulse; difficoltà a respirare, tachicardia; dolore articolare; nefrite interstiziale; dysbacteriosis, superinfezione, candidosi orale o vaginale, colite pseudomembranosa o emorragica; aumento moderato delle transaminasi ematiche, transitorie sono anemia, porpora trombocitopenica, eosinofilia, leucopenia, neutropenia e agranulocitosi; Reazioni allergiche: dermatite esfoliativa, multiforme su essudativa su i eritema, sindrome di Stevens-Jonso, e su shock phylactic, maculopapulez su i rash, prurito, orticaria, angioedema, reazioni simili a malattia da siero.

Interazione: riduce l'effetto dei farmaci contraccettivi orali contenenti estrogeni, riduce la clearance e aumenta la tossicità del metotrexato. Aumenta l'assorbimento di digox di. L'escrezione viene rallentata dal probenecid, sulfinpirazone, acido acetilsalicilico, indometacina, ossifenutazone, fenilbutazone e altri farmaci che sopprimono la secrezione tubulare. L'attività antibatterica diminuisce con agenti chemioterapici e antiacidi batteriostatici, aumenti di aminoglicosidi e metronidazolo.

Sovradosaggio: sintomi: nausea, vomito, diarrea, compromissione del bilancio idrico ed elettrolitico.
Trattamento: lavanda gastrica, uso di carbone attivo, lassativi salini, correzione del bilancio idrico ed elettrolitico; Hepatology.

Dosaggio e somministrazione: all'interno. Adulti e adolescenti sopra i 10 anni - 500-750 mg 2 volte al giorno o 375-500 mg (fino a 1 g nelle infezioni gravi) 3 volte al giorno (assunzione massima giornaliera alla dose di 6 g), per i bambini da 3 a 10 anni - 375 mg 2 volte o 250 mg 3 volte al giorno, fino a 1 anno - 125 mg 2 volte o 100 mg 3 volte al giorno. La dose giornaliera per i bambini è di 30 mg / kg (fino a 60 mg / kg), la dose è 2-3 volte. In gonorrea acuta - 3 g una volta in combinazione con 1 g di probenecid (le donne per m sono raccomandate per re-introduzione). I pazienti con creatinina Cl inferiore a 10 ml / min riducono la dose del 15-50%, con anuria, la dose non deve superare i 2 g al giorno. Il corso medio è di 5-7 giorni (per le infezioni da streptococco - almeno 10 giorni).

Precauzioni: per i gravi danni alla funzione renale (creatina Cl a 10 ml / min sotto), è necessario aumentare l'intervallo tra le iniezioni a 12-24 ore. Usare con cautela quando orticaria e raffreddore da fieno. Dovrebbe monitorare periodicamente la funzione dei reni, del fegato e dell'ematopoiesi con una terapia prolungata. Il trattamento deve continuare per 48-72 ore dopo la scomparsa dei premi clinici per la malattia. Durante la gravidanza e l'allattamento, vengono utilizzati per motivi vitali, tenendo conto dell'effetto atteso per la madre e del potenziale rischio per il feto o il bambino. Per il periodo di allattamento al seno è escluso.

  • Amoxicillina 0,25 g (Amoxicillina 0,25 g)

nel serbatoio su x; in un pacchetto di cartone 1 o 5 bottiglie o in un cartone da 50 bottiglie.

Descrizione della forma di dosaggio: bianca o bianca con una sfumatura giallastra, polvere cristallina e igroscopica.

Caratteristica: penicillina semisintetica in combinazione con inibitore della beta-lattamasi.

Azione farmacologica: antibatterico ad ampio spettro, battericida. La combinazione di amoxicillina a è un antibiotico penicillinico battericida con un ampio spettro di azione e l'acido clavulanico è un inibitore irreversibile della beta-lattamasi, che forma complessi stabili e inattivi con enzimi che distruggono l'amoxicillina. L'acido clavulanico protegge l'amoxicillina dalla decomposizione e, di conseguenza, dalla perdita di azione antibatterica su numerosi microrganismi gram-negativi che formano la beta-lattamasi.

Farmacocinetica: la farmacocinetica di amoxicillina A e acido clavulanico sono simili. Dopo l'assunzione / in dose di 1200 mg e 600 mg di Cmax amoxicillina a - 105,4 μg / ml e 32,2 μg / ml, rispettivamente, acido clavulanico - 28,5 μg / ml e 10,5 μg / ml, rispettivamente. Comunicazione con proteine ​​del plasma: amoxicillina - 17-20%, acido clavulanico - 23-30%. Entrambi i componenti sono metabolizzati nel fegato: amoxicillina - 10% della dose somministrata, acido clavulanico - 50%. T1 / 2 dopo l'on / nell'introduzione di una dose di 1,2 ge 600 mg - 0,9 e 1,07 h per amoxicillina a, 0,9 e 1,12 h per acido clavulanico, rispettivamente. Principalmente escreto dai reni (filtrazione glomerulare e secrezione del livido): 50-78% e 25-40% della dose di amoxicillina a e acido clavulanico, rispettivamente, escreta invariata durante le prime 6 ore dopo la somministrazione.

Farmacodinamica: battericida contro un'ampia gamma di microrganismi Gram-positivi e Gram-negativi, aerobi e A su patogeni erobici (compresi i ceppi che hanno sviluppato resistenza agli antibiotici beta-lattamici dovuti alla produzione di beta-lattamasi).
È attivo contro batteri Gram-positivi aerobi (compresi i ceppi che producono beta-lattamasi): Staphylococcus aureus, Staphylococcus epidermidis, Streptococcus pyogenes, Streptococcus anthracis, Streptococcus pneumoniae, Streptococcus viridans, Enterococcus faecalis, Corynebacterium spp, Listeria monocytogenes ;. e su batteri gram-positivi erubici: Clostridium spp., Peptococcus spp., Peptostreptococcus spp; batteri gram-negativi aerobici (compresi i ceppi produttori di beta-lattamasi): Escherichia coli, Proteus mirabilis, Proteus vulgaris, Klebsiella spp., Salmonella spp. catarrhalis, Haemophilus influenzae, Haemophilus ducreyi, Yersinia multocida (precedentemente Pasteurella), Campylobacter jejuni; e su batteri gram-negativi erotici (compresi i ceppi che producono beta-lattamasi): Bacteroides spp., incluso Bacteroides fragilis.
L'acido clavulanico inibisce la beta-lattamasi di tipo II, III, IV e V, inattiva rispetto alla beta-lattamasi di tipo I, prodotta da Enterobacter spp., Pseudomonas aeruginosa, Serratia spp., Acinetobacter spp. L'acido clavulanico ha un alto trofismo per i penicilli nel deputato e forma un complesso stabile con l'enzima, che impedisce la degradazione enzimatica dell'amoxicillina A sotto l'influenza della beta-lattamasi.

Indicazioni: infezioni delle vie respiratorie (bronchite acuta e cronica, e polmonite lobare, empiema, ascesso polmonare, infezione dell'orecchio, naso e gola); infezioni del sistema genito-urinario e organi pelvici (pielonefrite, pielite, cistiti, uretriti, prostatiti, cervicite, salpingite, oophoritis, tubo-ovarico ascesso, endometrite, vaginiti batteriche, aborto settico, sepsi puerperale, infiammazione pelvica, ulcera molle, gonorrea); Infezioni della pelle e dei tessuti molli (ascessi, infiammazione dei tessuti molli, erisipela, impetigine, dermatosi secondariamente infette, ascessi, catarro su, infezione della ferita); infezione del tratto biliare (colangite, colecistite), infezioni intestinali (dissenteria, salmonellosi, salmonella carrier); addome di lino sepsi, e altre infezioni - osteomielite, endocardite, meningite, setticemia, peritonite, un'infezione dopo l'intervento chirurgico.
Viene anche utilizzato per la prevenzione di infezioni associate a importanti interventi chirurgici sul tratto gastrointestinale, nella zona pelvica, testa e collo, cuore, reni, tratto biliare.

Controindicazioni: Ipersensibilità agli antibiotici penicillina, mononucleosi infettiva, leucemia linfatica.

Uso durante la gravidanza e l'allattamento: accettabile. In studi su animali sperimentali, l'effetto teratogeno non è stato osservato.

Effetti collaterali: sintomi dispeptici (nausea, vomito, diarrea), reazioni allergiche (eritema, eruzioni cutanee).

Interazione: farmaceuticamente incompatibile con soluzioni contenenti sangue, proteine, lipidi, glucosio, destrano, bicarbo per tonnellata; l'uso concomitante con allopurinolo aumenta il rischio di esantema; evitare l'esposizione simultanea a disulfiram.

Overdose: sintomi: nausea, diarrea, vomito.
Trattamento: sintomatico; emodialisi efficace.

Dosaggio e somministrazione: in / in. Inserire lentamente, entro 3-4 minuti, non più tardi di 20 minuti dopo la dissoluzione. Per l'infusione, 600 mg della sostanza vengono sciolti in 50 ml della soluzione per infusione o 1,2 g della sostanza in 100 ml di soluzione. La durata dell'infusione a goccia è di 30-40 minuti. Il farmaco può essere somministrato in varie soluzioni per infusione, oltre alla soluzione di glucosio (destrosio).
Adulti e bambini sopra i 12 anni: 1,2 g ogni 8 ore, con infezioni più gravi, l'intervallo tra le iniezioni è ridotto a 6 ore.
Bambini da 3 mesi a 12 anni: 30 mg / kg ogni 8 ore, con infezioni più gravi, l'intervallo tra le iniezioni è ridotto a 6 ore.
Bambini fino a 3 mesi: 30 mg / kg ogni 12 ore in neonati prematuri e neonati, quindi l'intervallo tra le iniezioni è ridotto a 8 ore.
30 mg di un farmaco per via endovenosa contengono 25 mg di amoxicillina A e 5 mg di acido clavulanico.
Nella pratica chirurgica, Klamosar viene utilizzato per proteggere dalle infezioni durante l'intervento chirurgico. Adulti iniettati in / in 1,2 g prima dell'anestesia, se l'intervento dura più di un'ora. Il corso del trattamento può essere esteso per diversi giorni se l'intervento aumenta il rischio di infezione. Dovrebbe essere usato nel trattamento postoperatorio.
Con una diminuzione della funzionalità renale: gli adulti con lieve carenza (Cl creatinina a> 30 ml / min) non hanno bisogno di ridurre il dosaggio; per insufficienza moderatamente grave (Cl di creatinina a - 10-30 ml / min), il trattamento con l'introduzione di 1,2 g i / v, quindi 600 mg i / v ogni 12 ore è dato; in grave insufficienza renale (Cl creatin on

  • Klamosar (Klamosar)

Amoxicillina Watham
Latino per titolo: Amoxicillin Vatchem
Gruppi farmacologici: penicilline
Classificazione Nosologica (ICD-10): A01 Tifoide e paratifo. A01.0 Febbre tifoidea. A03 Shigellosi. A04.9 Infezione batterica intestinale I Non sono specificato. A09 Diarrea e gastroenterite di origine presumibilmente infettiva (dissenteria, diarrea batterica su di me). A27 Leptospirosi. Listeriosi A32. A37 Pertosse. A39 infezione da meningococco. A41 Altri setticemia. A54 infezione da Gonococco. A69.2 Malattia di Lyme. G00 Meningite batterica, non classificata altrove. H66 Otite media purulenta e non specificata. H74 Altre malattie dell'orecchio medio e mastoide. I33 Endocardite acuta e subacuta. J00-J06 Infezioni respiratorie acute del tratto respiratorio superiore. J01 sinusite acuta. J02 Faringite acuta. J03 tonsillite acuta [angi su]. J04 laringite acuta e tracheite. J13 Polmonite, causata da Streptococcus pneumoniae. J15.2 Polmonite, causata da I stafilococco. J15.5 Polmonite, causata da Escherichia coli. J15.9 Batterico su polmonite I, non specificato su I. Polmonite J18 senza specificare l'agente patogeno. Bronchite acuta J20. J20-J22 Altre infezioni respiratorie acute del tratto respiratorio inferiore. J22 Respiratore acuto per l'infezione del tratto respiratorio inferiore, non specificato per I. Sinusite cronica J32. Bronchite J40, non specificato come acuta o cronica. Bronchite cronica J42, non specificata. Ascesso del polmone e del mediastino J85. Pyotorax J86. K12 Stomatite e lesioni correlate. K25 Ulcera gastrica. K26 Ulcera due sul duodeno. K52 Altre gastroenteriti e coliti non infettive. Peritonite K65. Colecistite K81. Colinite K83.0. L00-L08 Infezioni della pelle e del tessuto sottocutaneo. L08.9 Selle I, un'infezione della pelle e del tessuto sottocutaneo, non specificate in I. M00-M03 Artropatie infettive. Miosite infettiva M60.0. Sinoviti M65 e tenosinovite. Guaina del cavo ascesso M65.0. M65.1 Altro tendosynovitis infettivo. M71.0 Ascesso del sacco sinoviale. M71.1 Altre borsiti infettive. Osteomielite M86. N10 Nefrite tubulo-interstiziale acuta. N12 tubulo-interstiziale nefrite, non specificato come acuta o cronica. Cistite N30 N34 uretrite e sindrome uretrale. Infezione del tratto urinario N39.0 senza localizzazione stabilita. N41 malattie infiammatorie della ghiandola prostatica. N45 Orchite ed epididimite. N49 Malattie infiammatorie degli organi genitali maschili, non classificate altrove. N71 Malattie infiammatorie dell'utero, eccetto la cervice. N71.0 malattie infiammatorie acute dell'utero. N71.1 malattie infiammatorie croniche dell'utero. N72 malattie infiammatorie della cervice. N73.2 Parametrite e cellulite pelvica, non specificate. N73.9 Malattie infiammatorie degli organi pelvici femminili, non specificate. N74.3 Malattie infiammatorie gonococciche degli organi pelvici femminili. R09.1 Pleurite. Ractactria R78.8.0. T14.1 Aprire il corpo su una regione del corpo non specificata. T20-T32 Ustioni termici e chimici. T79.3 Infezione post-traumatica della ferita, non classificata in un'altra rubrica. Infezione T81.4, relativa alla procedura I, non classificata in un'altra categoria. Z100 CLASS XXII Pratica chirurgica
Azione farmacologica

Principio attivo (INN) Amoxicillina (Amoxicillina)
Applicazione: Le infezioni del tratto respiratorio e del tratto respiratorio superiore (bronchite, polmonite, Angie, Otite media acuta, faringite, sinusite), sistema urinario (uretrite, cistite, pielonefrite, endometrite, semplice su I gonorrea), della pelle e dei tessuti molli, tratto gastrointestinale ( peritonite, enterocolite, colecistite, colangite, febbre tifoide); leptospirosi, listeriosi, meningite, malattia di Lyme (borreliosi), prevenzione dell'endocardite e infezione chirurgica; terapia combinata di gastrite e ulcera peptica (in combinazione con metronidazolo), sepsi (insieme ad aminoglicosidi).

Controindicazioni: Ipersensibilità (inclusi ad altri penicilli su m, cephalospori su m, carbapenemici), diatesi allergica, asma bronchiale, pollinosi, mononucleosi infettiva, leucemia linfocitica, infezioni del tratto gastrointestinale e mitezza (in particolare colite associata a uso di antibiotici).

Effetti collaterali: nausea, vomito, diarrea, dolore all'ano, stomatite, glossite; eccitazione, ansia, insonnia, confusione, cambiamento di comportamento, mal di testa, vertigini, reazioni convulse; difficoltà a respirare, tachicardia; dolore articolare; nefrite interstiziale; dysbacteriosis, superinfezione, candidosi orale o vaginale, colite pseudomembranosa o emorragica; aumento moderato delle transaminasi ematiche, transitorie sono anemia, porpora trombocitopenica, eosinofilia, leucopenia, neutropenia e agranulocitosi; Reazioni allergiche: dermatite esfoliativa, multiforme su essudativa su i eritema, sindrome di Stevens-Jonso, e su shock phylactic, maculopapulez su i rash, prurito, orticaria, angioedema, reazioni simili a malattia da siero.

Interazione: riduce l'effetto dei farmaci contraccettivi orali contenenti estrogeni, riduce la clearance e aumenta la tossicità del metotrexato. Aumenta l'assorbimento di digox di. L'escrezione viene rallentata dal probenecid, sulfinpirazone, acido acetilsalicilico, indometacina, ossifenutazone, fenilbutazone e altri farmaci che sopprimono la secrezione tubulare. L'attività antibatterica diminuisce con agenti chemioterapici e antiacidi batteriostatici, aumenti di aminoglicosidi e metronidazolo.

Sovradosaggio: sintomi: nausea, vomito, diarrea, compromissione del bilancio idrico ed elettrolitico.
Trattamento: lavanda gastrica, uso di carbone attivo, lassativi salini, correzione del bilancio idrico ed elettrolitico; Hepatology.

Dosaggio e somministrazione: all'interno. Adulti e adolescenti sopra i 10 anni - 500-750 mg 2 volte al giorno o 375-500 mg (fino a 1 g nelle infezioni gravi) 3 volte al giorno (assunzione massima giornaliera alla dose di 6 g), per i bambini da 3 a 10 anni - 375 mg 2 volte o 250 mg 3 volte al giorno, fino a 1 anno - 125 mg 2 volte o 100 mg 3 volte al giorno. La dose giornaliera per i bambini è di 30 mg / kg (fino a 60 mg / kg), la dose è 2-3 volte. In gonorrea acuta - 3 g una volta in combinazione con 1 g di probenecid (le donne per m sono raccomandate per re-introduzione). I pazienti con creatinina Cl inferiore a 10 ml / min riducono la dose del 15-50%, con anuria, la dose non deve superare i 2 g al giorno. Il corso medio è di 5-7 giorni (per le infezioni da streptococco - almeno 10 giorni).

Precauzioni: per i gravi danni alla funzione renale (creatina Cl a 10 ml / min sotto), è necessario aumentare l'intervallo tra le iniezioni a 12-24 ore. Usare con cautela quando orticaria e raffreddore da fieno. Dovrebbe monitorare periodicamente la funzione dei reni, del fegato e dell'ematopoiesi con una terapia prolungata. Il trattamento deve continuare per 48-72 ore dopo la scomparsa dei premi clinici per la malattia. Durante la gravidanza e l'allattamento, vengono utilizzati per motivi vitali, tenendo conto dell'effetto atteso per la madre e del potenziale rischio per il feto o il bambino. Per il periodo di allattamento al seno è escluso.

  • Amoxicillina Vatham (Amoxicillina Vatchem)

Capsule di amoxicillina 0,25 g
Latino per titolo: Amoxicillinum in capsule 0,25 g
Gruppi farmacologici: penicilline
Classificazione Nosologica (ICD-10): A01 Tifoide e paratifo. A01.0 Febbre tifoidea. A03 Shigellosi. A04.9 Infezione batterica intestinale I Non sono specificato. A09 Diarrea e gastroenterite di origine presumibilmente infettiva (dissenteria, diarrea batterica su di me). A27 Leptospirosi. Listeriosi A32. A37 Pertosse. A39 infezione da meningococco. A41 Altri setticemia. A54 infezione da Gonococco. A69.2 Malattia di Lyme. G00 Meningite batterica, non classificata altrove. H66 Otite media purulenta e non specificata. H74 Altre malattie dell'orecchio medio e mastoide. I33 Endocardite acuta e subacuta. J00-J06 Infezioni respiratorie acute del tratto respiratorio superiore. J01 sinusite acuta. J02 Faringite acuta. J03 tonsillite acuta [angi su]. J04 laringite acuta e tracheite. J13 Polmonite, causata da Streptococcus pneumoniae. J15.2 Polmonite, causata da I stafilococco. J15.5 Polmonite, causata da Escherichia coli. J15.9 Batterico su polmonite I, non specificato su I. Polmonite J18 senza specificare l'agente patogeno. Bronchite acuta J20. J20-J22 Altre infezioni respiratorie acute del tratto respiratorio inferiore. J22 Respiratore acuto per l'infezione del tratto respiratorio inferiore, non specificato per I. Sinusite cronica J32. Bronchite J40, non specificato come acuta o cronica. Bronchite cronica J42, non specificata. Ascesso del polmone e del mediastino J85. Pyotorax J86. K12 Stomatite e lesioni correlate. K25 Ulcera gastrica. K26 Ulcera due sul duodeno. K52 Altre gastroenteriti e coliti non infettive. Peritonite K65. Colecistite K81. Colinite K83.0. L00-L08 Infezioni della pelle e del tessuto sottocutaneo. L08.9 Selle I, un'infezione della pelle e del tessuto sottocutaneo, non specificate in I. M00-M03 Artropatie infettive. Miosite infettiva M60.0. Sinoviti M65 e tenosinovite. Guaina del cavo ascesso M65.0. M65.1 Altro tendosynovitis infettivo. M71.0 Ascesso del sacco sinoviale. M71.1 Altre borsiti infettive. Osteomielite M86. N10 Nefrite tubulo-interstiziale acuta. N12 tubulo-interstiziale nefrite, non specificato come acuta o cronica. Cistite N30 N34 uretrite e sindrome uretrale. Infezione del tratto urinario N39.0 senza localizzazione stabilita. N41 malattie infiammatorie della ghiandola prostatica. N45 Orchite ed epididimite. N49 Malattie infiammatorie degli organi genitali maschili, non classificate altrove. N71 Malattie infiammatorie dell'utero, eccetto la cervice. N71.0 malattie infiammatorie acute dell'utero. N71.1 malattie infiammatorie croniche dell'utero. N72 malattie infiammatorie della cervice. N73.2 Parametrite e cellulite pelvica, non specificate. N73.9 Malattie infiammatorie degli organi pelvici femminili, non specificate. N74.3 Malattie infiammatorie gonococciche degli organi pelvici femminili. R09.1 Pleurite. Ractactria R78.8.0. T14.1 Aprire il corpo su una regione del corpo non specificata. T20-T32 Ustioni termici e chimici. T79.3 Infezione post-traumatica della ferita, non classificata in un'altra rubrica. Infezione T81.4, relativa alla procedura I, non classificata in un'altra categoria. Z100 CLASS XXII Pratica chirurgica
Azione farmacologica

Principio attivo (INN) Amoxicillina (Amoxicillina)
Applicazione: Le infezioni del tratto respiratorio e del tratto respiratorio superiore (bronchite, polmonite, Angie, Otite media acuta, faringite, sinusite), sistema urinario (uretrite, cistite, pielonefrite, endometrite, semplice su I gonorrea), della pelle e dei tessuti molli, tratto gastrointestinale ( peritonite, enterocolite, colecistite, colangite, febbre tifoide); leptospirosi, listeriosi, meningite, malattia di Lyme (borreliosi), prevenzione dell'endocardite e infezione chirurgica; terapia combinata di gastrite e ulcera peptica (in combinazione con metronidazolo), sepsi (insieme ad aminoglicosidi).

Controindicazioni: Ipersensibilità (inclusi ad altri penicilli su m, cephalospori su m, carbapenemici), diatesi allergica, asma bronchiale, pollinosi, mononucleosi infettiva, leucemia linfocitica, infezioni del tratto gastrointestinale e mitezza (in particolare colite associata a uso di antibiotici).

Effetti collaterali: nausea, vomito, diarrea, dolore all'ano, stomatite, glossite; eccitazione, ansia, insonnia, confusione, cambiamento di comportamento, mal di testa, vertigini, reazioni convulse; difficoltà a respirare, tachicardia; dolore articolare; nefrite interstiziale; dysbacteriosis, superinfezione, candidosi orale o vaginale, colite pseudomembranosa o emorragica; aumento moderato delle transaminasi ematiche, transitorie sono anemia, porpora trombocitopenica, eosinofilia, leucopenia, neutropenia e agranulocitosi; Reazioni allergiche: dermatite esfoliativa, multiforme su essudativa su i eritema, sindrome di Stevens-Jonso, e su shock phylactic, maculopapulez su i rash, prurito, orticaria, angioedema, reazioni simili a malattia da siero.

Interazione: riduce l'effetto dei farmaci contraccettivi orali contenenti estrogeni, riduce la clearance e aumenta la tossicità del metotrexato. Aumenta l'assorbimento di digox di. L'escrezione viene rallentata dal probenecid, sulfinpirazone, acido acetilsalicilico, indometacina, ossifenutazone, fenilbutazone e altri farmaci che sopprimono la secrezione tubulare. L'attività antibatterica diminuisce con agenti chemioterapici e antiacidi batteriostatici, aumenti di aminoglicosidi e metronidazolo.

Sovradosaggio: sintomi: nausea, vomito, diarrea, compromissione del bilancio idrico ed elettrolitico.
Trattamento: lavanda gastrica, uso di carbone attivo, lassativi salini, correzione del bilancio idrico ed elettrolitico; Hepatology.

Dosaggio e somministrazione: all'interno. Adulti e adolescenti sopra i 10 anni - 500-750 mg 2 volte al giorno o 375-500 mg (fino a 1 g nelle infezioni gravi) 3 volte al giorno (assunzione massima giornaliera alla dose di 6 g), per i bambini da 3 a 10 anni - 375 mg 2 volte o 250 mg 3 volte al giorno, fino a 1 anno - 125 mg 2 volte o 100 mg 3 volte al giorno. La dose giornaliera per i bambini è di 30 mg / kg (fino a 60 mg / kg), la dose è 2-3 volte. In gonorrea acuta - 3 g una volta in combinazione con 1 g di probenecid (le donne per m sono raccomandate per re-introduzione). I pazienti con creatinina Cl inferiore a 10 ml / min riducono la dose del 15-50%, con anuria, la dose non deve superare i 2 g al giorno. Il corso medio è di 5-7 giorni (per le infezioni da streptococco - almeno 10 giorni).

Precauzioni: per i gravi danni alla funzione renale (creatina Cl a 10 ml / min sotto), è necessario aumentare l'intervallo tra le iniezioni a 12-24 ore. Usare con cautela quando orticaria e raffreddore da fieno. Dovrebbe monitorare periodicamente la funzione dei reni, del fegato e dell'ematopoiesi con una terapia prolungata. Il trattamento deve continuare per 48-72 ore dopo la scomparsa dei premi clinici per la malattia. Durante la gravidanza e l'allattamento, vengono utilizzati per motivi vitali, tenendo conto dell'effetto atteso per la madre e del potenziale rischio per il feto o il bambino. Per il periodo di allattamento al seno è escluso.

  • Capsule di amoxicillina 0,25 g (Amoxicillina in capsule 0,25 g)

pilorid
Latino per titolo: Pylorid
Gruppi farmacologici: antistaminici H2
Classificazione Nosologica (ICD-10): ulcera gastrica K25. Ulcera K26 due sull'ulcera duodenale
Azione farmacologica

Principio attivo (INN) citrato di bismuto di ranitidina (citrato di bismuto di ranitidina)
Applicazione: Ulcera sulla malattia dello stomaco e due sul duodeno, eradicazione di Helicobacter pylori, trattamento e prevenzione delle recidive a causa di Helicobacter pylori (in combinazione con claritromicina o amoxicillina).

Controindicazioni: Ipersensibilità, alterazione della funzionalità renale, grave insufficienza renale, porfiria (inclusa in a), gravidanza e allattamento (interrotta per la durata del trattamento), bambini (fino a 14 anni di età).

Effetti collaterali: Tremore, vertigini, mal di testa, dolore con e con gusto, confusione, depressione, allucinazioni della nazione (principalmente in pazienti anziani molto gravi), dolore toracico, gastralgia, stitichezza, nausea e vomito, diarrea elevazione transitoria di enzimi epatici, artralgia, mialgia, anemia, leucopenia, trombocitopenia, agranulocitosi, pancitopenia, iperplasia o aplasia del midollo osseo, per gonfiore al seno maschile, prurito cutaneo, rash e reazioni filattive.

Interazione: la generazione di penicilline III (amoxicillina) e macrolidi (claritromicina) aumentano (reciprocamente) l'effetto battericida del bismuto (in relazione all'helicobacter). La claritromicina aumenta l'assorbimento della ranitidina.

Sovradosaggio: gli effetti collaterali del sovradosaggio con ranitidina sono reversibili, non specifici e non pericolosi.
Sintomi: manifestazioni di neuro-o nefrotossicità da bismuto.
Trattamento: rimozione delle quantità non assorbite dal tratto gastrointestinale, terapia sintomatica. La ranitidina e il bismuto vengono rimossi dal sangue mediante emodialisi.

Dosaggio e somministrazione: nelle prime 2 settimane - 400 mg 2 volte al giorno in combinazione con claritromicina (500 mg 2 volte al giorno), nelle prossime 2 settimane - ranitidina bismuto citrato 400 mg 2 volte al giorno, indipendentemente dal pasto.

Precauzioni: prima del trattamento, è necessario assicurarsi che non vi siano processi maligni nel tratto gastrointestinale.

Istruzioni speciali: Sotto l'influenza del bismuto c'è un oscuramento temporaneo e innocuo della lingua e l'annerimento delle feci.