Principale
Bronchite

Adrianol

Istruzioni per l'uso:

Prezzi nelle farmacie online:

L'Adrianolo è un vasocostrittore sintetico ad uso topico nella rinite e nella sinusite.

Azione farmacologica

Le gocce nasali di Adrianolo hanno un effetto decongestionante.

I principi attivi del farmaco sono agenti vasocostrittori, che riduce il gonfiore della mucosa, migliora la respirazione nasale e diminuisce la pressione nei seni paranasali e nell'orecchio medio. Inoltre, la consistenza viscosa della soluzione di Adrianol, secondo le revisioni, protegge la mucosa nasale dall'essiccazione e aumenta la durata del farmaco.

Modulo di rilascio

Adrianol viene rilasciato sotto forma di gocce nasali per adulti e bambini:

  • 1 ml di gocce di Adrianolo per gli adulti contiene 1 mg di fenilefrina cloridrato e 1,5 mg di trimazolin cloridrato;
  • 1 ml di Adrianol bambino contiene 500 μg di fenilefrina cloridrato e trimazolina cloridrato.

Eccipienti - fenilmercurio (II) borato, ammoniaca acquosa, metilcellulosa M.N.V. 10.000, etanolo 96%, glicerolo, acido citrico monoidrato, acqua purificata e sodio idrogeno fosfato diidrato. In flaconi contagocce da 10 ml.

Indicazioni per l'uso Adrianola

Secondo le istruzioni Adrian applica:

  • Con rinite acuta o cronica;
  • Con sinusite;
  • Come agente anti-edema ausiliario durante le procedure diagnostiche e le operazioni sugli organi ENT.

Controindicazioni

Secondo le istruzioni, Adrianol è controindicato per l'uso con:

  • Grave danno renale;
  • feocromocitoma;
  • Cardiopatia ischemica;
  • il glaucoma;
  • aterosclerosi;
  • Maggiore sensibilità individuale ai componenti delle goccioline di Adrianol;
  • tireotossicosi;
  • L'ipertensione;
  • Rinite atrofica

Non ci sono dati sugli effetti di Adrianol durante la gravidanza e l'allattamento, quindi il farmaco deve essere usato solo come prescritto da un medico.

Istruzioni per l'uso e la dose

La normale durata delle gocce di Adrianol non supera i 7 giorni. Nella rinite cronica, il trattamento può essere continuato se necessario dopo una pausa di diversi giorni.

Bambini Adrianol si applica dalla prima infanzia, 1 goccia per mezz'ora prima dell'alimentazione. I bambini di 1-5 anni vengono generalmente prescritti 2 gocce tre volte al giorno. Secondo le istruzioni Adrianol, i bambini più grandi e gli adulti possono essere utilizzati fino a 4 volte al giorno, 1-3 gocce.

Non è consigliabile prendere gocce nasali di Adrianol con inibitori MAO contemporaneamente.

Effetti collaterali

Adrianol è ben tollerato da tutte le fasce d'età. Gli effetti collaterali che ne derivano possono manifestarsi come secchezza, bruciore o dolore della mucosa nasale.

Condizioni di conservazione

Adrianol può essere acquistato senza prescrizione medica, la durata di conservazione delle gocce - 3 anni.

Adrianol: prezzi nelle farmacie online

Adrianol cade chiamato d / adulto 10 ml

Adrianol gocce 10 ml

Adrianol cade chiamato d / bambini 10ml

Adrianol gocce nasali per i bambini 10 ml

Gocce nasali di Adrianol per adulti 10 ml

Adrianol gocce per bambini 10 ml

Le informazioni sul farmaco sono generalizzate, sono fornite a scopo informativo e non sostituiscono le istruzioni ufficiali. L'autotrattamento è pericoloso per la salute!

Esistono sindromi mediche molto curiose, ad esempio l'ingestione ossessiva di oggetti. Nello stomaco di un paziente affetto da questa mania, sono stati trovati 2500 oggetti estranei.

La maggior parte delle donne è in grado di ottenere più piacere dal contemplare il proprio bellissimo corpo nello specchio che dal sesso. Quindi, donne, cercate l'armonia.

Durante gli starnuti, il nostro corpo smette completamente di funzionare. Anche il cuore si ferma.

La medicina per la tosse "Terpinkod" è uno dei più venduti, per niente a causa delle sue proprietà medicinali.

Nel tentativo di estrarre il paziente, i medici spesso vanno troppo lontano. Ad esempio, un certo Charles Jensen nel periodo dal 1954 al 1994. sopravvissuto a oltre 900 operazioni di rimozione della neoplasia.

Anche se il cuore di una persona non batte, può ancora vivere per un lungo periodo di tempo, come ci ha mostrato il pescatore norvegese Jan Revsdal. Il suo "motore" si fermò alle 4 dopo che il pescatore si perse e si addormentò nella neve.

Le ossa umane sono quattro volte più forti del cemento.

Una persona istruita è meno incline alle malattie del cervello. L'attività intellettuale contribuisce alla formazione di ulteriore tessuto, compensando i malati.

Se sorridi solo due volte al giorno, puoi abbassare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di infarti e ictus.

L'aspettativa di vita media dei mancini è inferiore alla destra.

Gli scienziati dell'Università di Oxford hanno condotto una serie di studi in cui hanno concluso che il vegetarismo può essere dannoso per il cervello umano, in quanto porta a una diminuzione della sua massa. Pertanto, gli scienziati raccomandano di non escludere il pesce e la carne dalla loro dieta.

Il peso del cervello umano è circa il 2% dell'intera massa corporea, ma consuma circa il 20% dell'ossigeno che entra nel sangue. Questo fatto rende il cervello umano estremamente suscettibile ai danni causati dalla mancanza di ossigeno.

Durante la vita, la persona media produce ben due grandi pozze di saliva.

I nostri reni sono in grado di pulire tre litri di sangue in un minuto.

Secondo gli studi, le donne che bevono pochi bicchieri di birra o vino a settimana hanno un aumentato rischio di sviluppare il cancro al seno.

Gli uomini sono considerati di sesso forte. Tuttavia, chiunque, l'uomo più potente e coraggioso diventa improvvisamente indifeso ed estremamente imbarazzato di fronte a problemi.

Adrianol - le istruzioni per l'uso diminuiscono

Per eliminare il gonfiore e la vasocostrizione della mucosa dei passaggi nasali, i medici raccomandano le gocce di Adrianol. Il farmaco è prescritto per sinusite e rinite come parte della terapia complessa. Prima dell'inizio del corso, è necessaria una consulenza individuale di un otorinolaringoiatra, l'autotrattamento è controindicato.

Composizione Adrianola

Il medicinale viene prodotto sotto forma di gocce nasali, confezionato in flaconi contagocce da 10 ml. 1 confezione contiene 1 flacone, istruzioni per l'uso. Composizione chimica di Adrianol:

fenilefrina cloridrato 1 / 0,5 mg

lerimazolina cloridrato 1,5 / 0,5 mg

acido citrico monoidrato

sodio idrogeno fosfato diidrato

Proprietà farmacologiche

Indicazioni per l'uso

Adrianolo è usato nel complesso trattamento di sinusite, rinite, forme acute e croniche. L'uso di gocce nasali è appropriato quando si eseguono procedure diagnostiche, durante la preparazione o la riabilitazione dopo che il paziente è stato sottoposto a operazioni sul tratto respiratorio superiore. Questo è un agente profilattico per la rinite allergica.

Dosaggio e somministrazione

Gocce sepolte nel naso per bambini dai 7 anni di età, adulti. La dose giornaliera dipende dall'età del paziente, viene regolata individualmente. Secondo le istruzioni, prescritto da 1 a 3 cap. in ogni narice fino a 4 volte al giorno. Il ciclo di trattamento raccomandato non supera i 7 giorni. In assenza di dinamiche positive, il farmaco viene interrotto, il medico seleziona un analogo. Nella rinite cronica, il trattamento può essere ripreso dopo una pausa di 3-5 giorni. L'uso prolungato di Adrianol è controindicato.

Adrianol durante la gravidanza

Quando si trasporta un feto e durante l'allattamento, il farmaco può essere usato rigorosamente secondo le raccomandazioni mediche. Non sono stati condotti studi clinici di questa categoria di pazienti, pertanto l'automedicazione è controindicata. Adrianolo ha una bassa tossicità, quindi un carico maggiore sul fegato, lo sviluppo di patologie intrauterine è escluso.

Adrianol per i bambini

Il farmaco è usato in pediatria. I dosaggi dei bambini differiscono dagli adulti, non è auspicabile superarli. Secondo le istruzioni, i bambini da 1 a 5 anni nominano 1-2 cap. in ogni narice fino a 3 volte al giorno. Quando si verificano reazioni locali e allergiche, l'ulteriore trattamento viene interrotto.

Interazione farmacologica

Con l'uso simultaneo di inibitori delle monoaminossidasi e antidepressivi aumenta il rischio di sviluppare ipertensione. Per evitare un salto della pressione sanguigna, devi attendere 10 giorni tra un corso e l'altro. Non sono fornite altre informazioni sulle interazioni farmacologiche.

Effetti collaterali

Adrianol è ben tollerato, ma i medici non escludono il verificarsi di effetti collaterali fino all'atrofia delle mucose, perdita di gusto. I potenziali disturbi dei pazienti descritti nelle istruzioni per l'uso scompaiono dopo alcuni giorni dall'interruzione del farmaco. Effetti collaterali:

  • sistema nervoso: vertigini, mal di testa, confusione, insonnia;
  • distesa digestiva: segni di dispepsia, nausea;
  • sistema cardiovascolare: aumento della pressione sanguigna, aritmia, tachicardia;
  • reazioni locali: prurito, bruciore, arrossamento, gonfiore, secchezza delle mucose delle vie nasali;
  • reazioni allergiche nella forma di un'eruzione della pelle, orticaria;
  • altro: rhinitis ricorrente, congestione nasale, scarico pesante dai passaggi nasali, riflesso bradicardia.

Controindicazioni

Il farmaco non è prescritto in caso di ipersensibilità del corpo ai componenti sintetici di Adrianol. Le istruzioni forniscono un elenco completo di controindicazioni mediche:

  • rinite atrofica;
  • aterosclerosi;
  • glaucoma ad angolo chiuso;
  • ipertensione arteriosa;
  • malattia ischemica del miocardio;
  • feocromocitoma;
  • ipertiroidismo;
  • grave malattia renale, incline a recidiva.

Gocce nasali Adrianol è accuratamente prescritto per alcolismo cronico, insufficienza epatica, epilessia, ampie patologie del fegato e del cervello, gravidanza e allattamento. Vietato l'uso simultaneo con farmaci contenenti alcol.

Condizioni di vendita e conservazione

Il farmaco non è una prescrizione, è possibile acquistarlo presso una farmacia o ordinarlo online. Conservare il flacone contagocce in un luogo buio e fresco a una temperatura massima di 25 gradi. È importante mantenere la medicina lontana dal contatto con i bambini, evitare la luce solare diretta. La durata è di 3 anni dalla data stampata sulla confezione.

analoghi

Se ci sono effetti collaterali dopo l'uso di Adrianol, o una settimana dopo l'inizio del corso non ci sono dinamiche positive, si raccomanda di sostituire le gocce nasali. Di seguito sono riportati gli analoghi del farmaco sotto forma di gocce con una breve descrizione:

  1. Vibrocil. Il farmaco ha un effetto vasocostrittore, raccomandato per l'uso con sinusite, rinite, come parte della terapia complessa dell'influenza e del raffreddore. Secondo le istruzioni, è necessario prendere 1-2 cap. tre volte al giorno.
  2. Sinuforte. Lyophilisate per la preparazione della soluzione ai fini della somministrazione intranasale fa parte della complessa terapia di rinite, sinusite, SARS. Secondo le istruzioni, ai pazienti viene prescritto 1-2 cap. in ogni passaggio nasale fino a 3-4 volte al giorno.
  3. Euphorbium Compositum. Questo è uno spray omeopatico nasale a base di componenti vegetali e minerali. Raccomandato per rinite di diversa eziologia, da solo o in terapia di associazione.
  4. Otrivin. Un altro farmaco vasocostrittore con un pronunciato anti-edema e un effetto anti-infiammatorio. Le gocce sono vendute in farmacia senza ricetta, efficaci per la congestione nasale e la rinite di diverse eziologie.

Proprietà medicinali di "Adrianola" o come iniziare a respirare liberamente?

Questo articolo fornisce informazioni su un farmaco chiamato Adrianol.

Sarai in grado di scoprire in quali casi viene usato il rimedio, il suo dosaggio e le controindicazioni. Inoltre alla fine dell'articolo è possibile trovare recensioni di pazienti che hanno usato questo farmaco.

Istruzioni per l'uso

L'Adrianolo è un vasocostrittore sintetico che riduce il gonfiore della mucosa nasale attraverso la vasocostrizione. A causa della riduzione dell'edema, la normalizzazione della respirazione nasale si verifica, la pressione nei seni e nell'orecchio medio diminuisce. Grazie alla sua consistenza viscosa, Adrianol ha un effetto prolungato sulla mucosa nasale.

  • nella rinite acuta o cronica;
  • con sinusite;
  • come un altro farmaco antiedemico per studi diagnostici e interventi chirurgici sugli organi laringotelinologici.

Rilasciare la forma e la composizione del farmaco

Lo strumento è disponibile sotto forma di gocce per il naso in un contagocce di plastica con un volume di 10 millilitri con tappo a vite.

Il farmaco può essere utilizzato da adulti e bambini.

1 goccia di millilitro per gli adulti contiene 1,5 mg di trimazolin cloridrato e 1 mg di fenilefrina. 1 millilitro di baby Adrianol contiene 500 μg di trimazolin cloridrato e fenilefrina cloridrato.

Anche nella preparazione ci sono tali componenti ausiliari: acqua di ammoniaca, fenilmercurio (II) borato, metilcellulosa M.N.V. 10.000, 96% di etanolo, glicerolo, acido citrico monoidrato, acqua depurata e sodio idrogeno fosfato diidrato.

I flaconi contagocce Adrianol hanno un volume di 10 millilitri, contenente una soluzione incolore, leggermente giallastra.

Modalità d'uso e dosaggio

Il farmaco sotto forma di gocce nasali per gli adulti deve essere instillato nei pazienti adulti, così come nei bambini di età superiore ai 5 anni, 1-3 gocce in ciascuna narice 4 volte al giorno.

Il farmaco sotto forma di gocce nasali per i bambini ha bisogno di seppellire i bambini nella fascia di età da 1 anno a 5 anni, 2 gocce in ciascuna narice 3 volte al giorno. I bambini fino a un anno di età vengono prescritti alla prima goccia in ciascuna narice per mezz'ora prima dell'inizio della poppata.

La durata dell'utilizzo di Adrianol non è superiore a 7 giorni di uso continuo, dopo di che è necessario interrompere l'assunzione del farmaco per un paio di giorni. In caso di uso prolungato del farmaco, il paziente può sviluppare dipendenza con la successiva comparsa di rinite atrofica.

Interazione con altri mezzi

Non ci sono state interazioni significative con altri farmaci, tuttavia, non è raccomandato l'uso di Adrianol insieme agli inibitori MAO e agli antidepressivi, così come per 10 giorni dopo il completamento della loro assunzione (questo aumenta i rischi di ipertensione arteriosa).

Effetti collaterali e overdose

Quando si utilizza Adrianol, possono verificarsi alcune reazioni locali del corpo, in particolare: una sensazione di bruciore nella cavità nasale, sensazioni dolorose e aumento della secchezza della mucosa. Se si verificano tali eventi avversi, non è necessario annullare il rimedio.

L'Adrianolo può anche provocare tali reazioni del corpo come aumento della pressione sanguigna e aumento del battito cardiaco, abbondanti secrezioni nasali, vertigini, mal di testa, disturbi del gusto, una serie di reazioni allergiche.

In caso di uso prolungato, possono svilupparsi congestione nasale costante, rinite, atrofia della mucosa nasale.

In caso di sovradosaggio di Adrianol, si possono osservare le seguenti manifestazioni: capogiri, affaticamento, nausea, mancanza di sonno, aumento della pressione, shock, febbre, tachicardia, riflesso bradicardico.

Controindicazioni

Secondo le istruzioni non dovrebbe usare questo farmaco in questi casi:

  • con grave malattia renale;
  • in caso di aumentata sensibilità individuale agli ingredienti del farmaco;
  • con feocromocitoma;
  • in caso di malattia coronarica;
  • con glaucoma;
  • in caso di aterosclerosi;
  • con ipertensione;
  • con tireotossicosi;
  • con una varietà atrofica di rinite.

Poiché Adrianol contiene etanolo, è necessario utilizzare con estrema cautela l'agente per i pazienti con patologie del cervello, del fegato, dell'epilessia e dell'alcolismo.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Al momento non ci sono abbastanza informazioni riguardo la sicurezza e l'efficacia dell'uso di questo strumento durante la gravidanza, così come nel periodo dell'allattamento. Su questa base, è possibile applicare l'agente in questi casi solo con il permesso del medico curante.

Condizioni di conservazione dei farmaci

Adrianol deve essere conservato al riparo dalla luce e dall'umidità a una temperatura non superiore a 25 gradi. Tenere il farmaco fuori dalla portata dei bambini!

Il termine conservazione del farmaco è di tre anni, è disponibile senza la prescrizione del medico. Non usare lo strumento dopo la data di scadenza.

Costo della droga

Il costo di Adrianol nelle farmacie russe può variare da 136 rubli a 150 rubli per flacone da 10 ml del farmaco.

In media, il prezzo di questo farmaco in Ucraina inizia da 105 grivna e può raggiungere 170 hryvnie ucraine per bottiglia di 10 millilitri.

analoghi

I preparati elencati di seguito hanno effetti simili con Adrianol e sono i suoi analoghi.

Gli analoghi sono farmaci che hanno lo stesso nome internazionale non proprietario o codice ATC.

È importante ricordare che, prima di sostituire un farmaco prescritto con uno simile, è necessario consultare il medico o il farmacista.

I mezzi simili a Adrianol sono:

  1. Alergomax - è stato prescritto per eliminare vari sintomi allergici: rinite allergica, pollinosi, e aiuta anche a combattere le manifestazioni dell'orticaria - prurito e eruzioni cutanee;
  2. Vibrocil - indicato per il trattamento dei sintomi del raffreddore, con congestione nasale, rinite acuta o cronica, rinite allergica non stagionale, utilizzato anche in caso di sinusite acuta o cronica, rinite vasomotoria;
  3. Gripocytron è usato per curare raffreddori, rinite acuta o cronica, congestione nasale, rinite non stagionale, sinusite acuta o cronica, rinite vasomotoria. Può essere usato come terapia aggiuntiva in caso di otite acuta. Adatto per la preparazione della zona nasale per la chirurgia e come mezzo per eliminare il gonfiore della mucosa nasale, insieme con i seni paranasali dopo l'intervento chirurgico;
  4. Nazol - usato per raffreddori, influenza, infezioni virali respiratorie che accompagnano freddo acuto, sinusite o sinusite.

Recensioni

Alcune recensioni da noi raccolte da Internet.

Valentine ha 32 anni.

Usato questo strumento come prescritto dal medico come farmaco ausiliario (ho la rinite cronica). Posso dire con sicurezza che il risultato di questo strumento è lì ed è abbastanza buono, l'unico inconveniente è la dipendenza dal farmaco, non può essere usato per molto tempo.

Svetlana ha 27 anni.

Di solito uso il noto farmaco Nazivin, ma questa volta non era disponibile e il farmacista mi consigliò di acquistare Adrianol. Prima dell'uso, come al solito, ho studiato le istruzioni del rimedio, e mi ha allarmato il fatto che contenga il phenyrthuti borato.

Anche se è in una dose accettabile, sembra essere innocuo, ma con un assortimento di farmaci così ricco, che le farmacie offrono oggi vale la pena usare un prodotto con conservanti al mercurio?

Se usi spesso questi farmaci nel corpo puoi accumulare composti di mercurio, e questo non è molto buono. Sulla base di questo, puoi consigliare Adrianol solo agli adulti, non alle donne in gravidanza e non ai bambini. Anche se personalmente preferisco altri mezzi.

Molto spesso incontro il problema di un raffreddore, quindi le gocce nasali sono sempre rilevanti per me. Ho provato molti farmaci diversi, ma non è venuto fuori nulla - o il farmaco era sufficiente per un paio d'ore, o ho avuto alcuni degli effetti collaterali. Con un altro acquisto, il farmacista mi consigliò di acquistare Adrianol.

Ho provato e sono stato molto contento, in primo luogo, il farmaco non è costoso, in secondo luogo mi aiuta davvero e, soprattutto, non ho effetti collaterali da esso. Consiglio vivamente a tutti a questo strumento!

In primavera e in inverno, soffro spesso del problema del naso che cola, provocato dalla sinusite cronica. Appello a diversi medici, ciascuno di loro ha consigliato diversi farmaci.

Ho provato un sacco di strumenti, ma, davvero, è stato "Adrianol" che mi ha aiutato. La droga è molto democratica, dura circa 5 ore e quasi immediatamente elimina la congestione nasale. Inoltre, Adrianol non mi ha causato alcun effetto collaterale, che spesso ho incontrato quando utilizzavo altri mezzi. Con questa droga, posso respirare profondamente!

Adrianol

Adrianolo - gocce nasali con azione vasocostrittrice, utilizzato nella pratica ORL. Il principale ingrediente attivo del farmaco - fenilefrina cloruro, ha un marcato effetto vasocostrittore. L'uso di Adrianol consente di rimuovere il gonfiore delle mucose, migliorare la respirazione nasale e ridurre la pressione nei seni paranasali e nell'orecchio medio.

A causa della particolare consistenza viscosa della goccia di Adrianol, la mucosa nasale è impedita dall'asciugarsi e, quindi, aumenta la durata dell'esposizione del farmaco.

Adrianol - composizione, indicazioni per l'uso

Adrianolo si presenta sotto forma di goccioline di una sfumatura giallastra con un leggero odore. Il preparato contiene fenilefrina cloridrato 0,5 mg e trimazolin cloridrato 0,5 mg. Come integratore sono usati glicerolo, idrossido di ammonio, sodio idrogeno fosfato diidrato, etanolo, fenil mercurio (II) borato, metilcellulosa, acido citrico monoidrato, acqua depurata.

1 ml di gocce di Arianol per adulti contiene 1 mg di fenilefrina cloridrato e 1,5 mg di trimazolin cloridrato. Il contenuto dei principali ingredienti attivi nel millilitro del bambino Adrianol è inferiore e ammonta a 0,5 mg di ciascuno - fenilefrina cloridrato e trimazolina.

Le istruzioni per Adrianol hanno indicato che il farmaco è indicato per la rinite negli stadi acuti e cronici, sinusite e anche come aiuto nell'alleviare il gonfiore della mucosa durante la diagnosi e le manipolazioni chirurgiche sugli organi ENT.

Adrianolo per gli adulti viene utilizzato dai 5 anni di età con 1-3 gocce in ciascun passaggio nasale quattro volte al giorno. Adrianol da bambini è destinato ai bambini da 12 mesi a 5 anni. Seppellirlo in 2 gocce in ogni passaggio nasale tre volte al giorno. Bambini fino a 12 mesi. il farmaco viene instillato goccia a goccia in ciascuna narice mezz'ora prima dell'inizio dell'alimentazione.

Recensioni e controindicazioni di Adrianol

Secondo le istruzioni di Adrianol, le controindicazioni al suo uso sono:

  • Insufficienza renale e grave danno ai reni;
  • Rinite atrofica;
  • Aterosclerosi comune;
  • Glaucoma ad angolo chiuso;
  • Tireotossicosi (iperteriosi);
  • Cardiopatia ischemica;
  • L'ipertensione;
  • Feocromocitoma.

Non usare il farmaco anche con sensibilità individuale a uno dei suoi componenti. Va notato che ci sono pochi dati sull'uso di Adrianol da parte di donne in gravidanza e in allattamento. Per questo motivo, l'uso del farmaco durante la gravidanza e l'allattamento può essere effettuato in casi eccezionali e solo dopo aver consultato uno specialista.

La durata dell'uso di gocce di Adrianol non deve superare i sette giorni. Nelle forme croniche di rinite, il corso del trattamento può essere aumentato da uno specialista dopo una pausa di 2-3 giorni.

Recensioni degli esperti di Adroianole indicano che il farmaco è ben tollerato dai pazienti. In alcuni casi, quando si usano le gocce, sono possibili reazioni allergiche, manifestate da sensazioni di secchezza, bruciore o indolenzimento da parte della mucosa nasale.

È anche importante notare che il farmaco non deve essere assunto contemporaneamente agli antidepressivi triciclici e agli inibitori delle MAO.

Questo è importante!

A lungo (oltre 20 giorni) l'assunzione del farmaco può causare dipendenza e ridurre la durata dei suoi effetti anti-edema. Non è inoltre raccomandato l'uso di Adrianol per lungo tempo nelle forme croniche di rinite senza consultare uno specialista. Altrimenti, invece dell'effetto desiderato, è possibile ottenere il cosiddetto "effetto rimbalzo", e invece di rimuovere il gonfiore si può solo esacerbare.

Adrianol

Prezzi nelle farmacie online:

L'Adrianolo è un vasocostrittore sintetico ad uso topico nel trattamento della rinite e della sinusite.

Rilascia forma e composizione Adrianola

Il farmaco è disponibile sotto forma di gocce nasali per adulti e gocce nasali per i bambini.

I principali ingredienti attivi del farmaco sono: fenilefrina cloridrato e tramazolina cloridrato.

Le goccioline di Adrianolo per gli adulti contengono: 1 mg di fenilefrina cloridrato e 1,5 mg di tramazolina cloridrato.

Adrianol per bambini contiene 500 μg di fenilefrina cloridrato e tramazolina cloridrato.

Sostanze ausiliarie di Adrianol per adulti e bambini di Adrianola sono: fenilmercurio (II) borato, metilcellulosa M.N.V. 10.000, ammoniaca acquosa, etanolo, acido citrico monoidrato, sodio idrogeno fosfato diidrato, glicerolo, acqua purificata.

Azione farmacologica di adrianolo

I principali principi attivi del farmaco sono agenti vasocostrittori, che, se applicati localmente, hanno sulla mucosa nasale un effetto antiedema. La diminuzione dei fenomeni edematosi porta al ripristino della respirazione nasale e una diminuzione della pressione nei seni paranasali e nell'orecchio medio. La durata dell'effetto delle gocce nasali aumenta adrianolo a causa della consistenza viscosa della soluzione.

Indicazioni per l'uso Adrianola

Secondo le istruzioni, Adrianol è prescritto per rinite acuta e cronica, sinusite.

Le gocce nasali di Adrianol sono anche usate come agente antiedematico ausiliario durante procedure chirurgiche e procedure diagnostiche.

Controindicazioni

Adrianol scende secondo le istruzioni non assegnate quando:

  • tireotossicosi;
  • aumento della sensibilità individuale;
  • il glaucoma;
  • feocromocitoma;
  • grave danno renale (insufficienza renale e ipertensione renale);
  • rinite atrofica;
  • ipertensione;
  • aterosclerosi;
  • malattia coronarica.

Metodo di somministrazione e dosaggio Adrianola

Secondo le istruzioni, Adrianol viene prescritto ad adulti e bambini in età scolare per instillazione 4 volte al giorno, 1-3 gocce in ciascuna narice.

I bambini di 1-5 anni hanno nominato i bambini di Adrianol: 3 volte al giorno, 2 gocce in ciascuna narice. Neonati: 1 goccia in ciascuna narice per mezz'ora prima di nutrirsi.

Gocce Adrianol vengono applicate per non più di 7 giorni. Dopo, dovresti fare una pausa per alcuni giorni.

Effetti collaterali

Secondo le recensioni, Adrianol causa raramente effetti collaterali. Ma, se si verificano, si manifestano con bruciore, secchezza e dolore della mucosa nasale.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Le informazioni sulla sicurezza dell'uso di Adrianol durante la gravidanza e l'allattamento non sono sufficienti.

overdose

Recensioni ad Adrianol non riportano casi di overdose.

Presumibilmente, alte dosi del farmaco possono causare effetti tossici che sono caratteristici di tutti i farmaci adrenomimetici locali (debolezza, pallore, ipertensione, letargia, diminuzione della frequenza cardiaca e della temperatura corporea).

In caso di sovradosaggio, è prescritto un trattamento sintomatico.

Interazione con altri farmaci

Il farmaco non può essere usato insieme agli inibitori MAO, così come entro dieci giorni dalla fine del loro uso.

Istruzioni speciali

Adrianol non deve essere usato per disturbi dei reni.

Il farmaco non è inteso per un uso prolungato, ad esempio nella rinite cronica.

Termini e condizioni di conservazione

Il farmaco deve essere conservato in un luogo buio, asciutto, fuori dalla portata dei bambini, ad una temperatura non superiore a 25 ° e non superiore a tre anni.

Adrianol

Descrizione al 02/11/2015

  • Nome latino: Adrianol
  • Codice ATX: R01AB01
  • Ingrediente attivo: Tramazolin + Phenylephrine (Tramazoline + Phenylephrine)
  • Produttore: HFZ Zdravle JSC, Serbia

struttura

Il farmaco include principi attivi: fenilefrina cloridrato e grimazolina cloridrato.

Componenti aggiuntivi: metilcellulosa, fenilmercurico borato, etanolo, glicerolo, acido citrico monoidrato, ammoniaca acquosa, sodio idrogeno fosfato diidrato, acqua depurata.

Modulo di rilascio

L'Adrianolo viene prodotto sotto forma di gocce nasali, confezionato in un flacone contagocce da 10 ml, una bottiglia per confezione.

Azione farmacologica

Adrian ha un effetto vasocostrittore e anti-edema.

Farmacodinamica e farmacocinetica

Le sostanze fenilefrina e trimazolina sono parte di molti farmaci vasocostrittori, poiché hanno un effetto anti-edematoso sulla mucosa nasale. Usando queste gocce nasali, i pazienti notano una diminuzione dell'edema mucoso, una rapida normalizzazione della respirazione nasale, una diminuzione della pressione nella regione dei seni paranasali e dell'orecchio medio. A causa della consistenza piuttosto viscosa delle gocce, la durata dell'efficacia del farmaco aumenta.

Indicazioni per l'uso

Assegna Adrianol a:

  • forme acute e croniche di rinite isinusite;
  • preparazione per procedure diagnostiche e procedure chirurgiche.

Controindicazioni

Le gocce di Adrianol non sono raccomandate per:

  • ipersensibilità;
  • tireotossicosi;
  • feocromocitoma;
  • il glaucoma;
  • grave danno renale;
  • ipertensione;
  • cardiopatia coronarica;
  • rinite atrofica;
  • aterosclerosi generale;
  • bambini sotto i 7 anni.

Bisogna fare attenzione quando si trattano pazienti con disturbi epatici e cerebrali, epilessia, alcolismo, bambini da 7 anni e donne durante l'allattamento e la gravidanza, poiché la soluzione contiene etanolo.

Effetti collaterali

Quando si usa Adrianol, si possono sviluppare effetti indesiderati sotto forma di: bruciore, dolore, secchezza e gonfiore delle mucose nasali, forte secrezione, nausea, vertigini, mal di testa, disturbi del gusto, tachicardia, ipertensione, reazioni allergiche. L'uso prolungato spesso porta allo sviluppo di rinite ricorrente, congestione nasale, atrofia della mucosa nasale.

Istruzioni per l'uso Adrianol (metodo e dosaggio)

Istruzioni per le gocce Adrianol raccomanda ai pazienti adulti e ai bambini dai 7 anni di età 4 volte al giorno di seppellire 1-3 gocce nei passaggi nasali.

La durata dell'uso del farmaco non dovrebbe essere più lunga di una settimana, dopo di che è necessario fare una pausa per diversi giorni.

È stato inoltre dimostrato che l'uso prolungato di gocce può ridurre la gravità dell'azione vasocostrittrice, pertanto, anche nel trattamento di malattie croniche, il loro uso prolungato non è consentito.

overdose

Può manifestarsi sovradosaggio: affaticamento, vertigini, nausea, insonnia, aumento della pressione sanguigna, tachicardia, febbre, shock e bradicardia riflessa.

interazione

La combinazione con vari antidepressivi o inibitori delle monoaminossidasi spesso porta ad un aumento dell'ipertensione. Inoltre, l'intervallo tra l'uso non deve essere inferiore a 10 giorni.

Condizioni di vendita

Farmacie drop prescrizione.

Condizioni di conservazione

La conservazione delle gocce richiede un posto fresco fuori dalla portata dei bambini.

Periodo di validità

analoghi

I seguenti farmaci hanno un effetto simile: Vibrocil, Sinuforte, Euphorbium Compositum e Otrivin.

alcool

È noto che il preparato contiene etanolo. Non sono fornite informazioni sull'interazione farmacologica di gocce e alcol con il suo uso aggiuntivo.

Adrianol recensioni

Nella maggior parte dei casi, le recensioni di gocce nel naso si trovano nelle discussioni sui siti Web delle farmacie e sui forum delle donne. Allo stesso tempo, gli utenti dicono in quali casi hanno iniziato a usare Adrianol. Molte persone gocciolano questo medicinale con rinite o sinusite complicate, accompagnate non solo dalla congestione nasale, ma anche da abbondante secrezione nasale.

Di solito, si nota un miglioramento dopo 3-4 giorni dall'inizio del trattamento, ma allo stesso tempo i pazienti si lavano il naso con decotto di camomilla o soluzioni saline, che si preparano o acquistano in farmacia, ad esempio Aqua Maris.

Nonostante il fatto che molti utenti usano questo farmaco senza la prescrizione del medico, lo sviluppo di effetti collaterali non viene segnalato. Inoltre, le persone spesso dicono che l'uso di gocce per 5-6 giorni è stato sufficiente per alleviare i sintomi indesiderati.

Prezzo Adrianola, dove comprare

Il prezzo di Adrianol 10 ml nelle farmacie russe è 136-150 rubli.

ADRIANOL

Gocce nasali (per bambini) sotto forma di una soluzione limpida, incolore o leggermente giallastra.

Sostanze ausiliari: metilcellulosa M.N.V. 10.000 - 1,32 mg, benzalconio cloruro - 0,2 mg, glicerolo - 0,015 mg, acido citrico monoidrato - 5,72 mg, sodio idrogeno fosfato diidrato - 8,11 mg, acqua purificata - fino a 1 ml.

10 ml - contenitori per bottiglie in polietilene (1) - confezioni di cartone.

Gocce nasali sotto forma di una soluzione limpida, incolore o leggermente giallastra.

Sostanze ausiliari: metilcellulosa M.N.V. 10.000 - 2.9 mg, benzalconio cloruro - 0,2 mg, glicerolo - 0,03 mg, acido citrico monoidrato - 5,72 mg, sodio idrogeno fosfato diidrato - 8,11 mg, acqua purificata - fino a 1 ml.

10 ml - contenitori per bottiglie in polietilene (1) - confezioni di cartone.

La fenilefrina e la lerimazolina sono agenti vasocostrittori che hanno un effetto decongestionante sulla mucosa nasale se applicati localmente. La riduzione dell'edema mucoso porta alla normalizzazione della respirazione nasale e una diminuzione della pressione nei seni paranasali e nell'orecchio medio. La consistenza viscosa della soluzione aumenta la durata del farmaco.

- rinite acuta e cronica, sinusite;

- usato come agente anti-edematoso ausiliario durante le procedure diagnostiche e le procedure chirurgiche.

- aumento della sensibilità individuale;

- grave danno renale;

- cardiopatia ischemica;

- età da bambini fino a 3 anni (gocce nasali per bambini);

- età da bambini fino a 7 anni.

Bambini da 3 anni (gocce nasali per bambini): 2 gocce in ogni passaggio nasale 3 volte al giorno.

Adulti e bambini dai 7 anni (gocce nasali): 1-3 gocce in ogni passaggio nasale 4 volte al giorno.

La durata del farmaco - non più di 1 settimana, quindi hai bisogno di una pausa per diversi giorni.

Reazioni locali: bruciore, dolore o secchezza della mucosa del naso, gonfiore della mucosa della cavità nasale, scarico abbondante, violazione della sensibilità del gusto.

Reazioni sistemiche: nausea, vertigini, mal di testa, tachicardia, aumento della pressione sanguigna, reazioni allergiche.

In caso di uso prolungato: rinite, congestione nasale, atrofia della mucosa nasale.

In combinazione con antidepressivi e inibitori MAO, aumenta il rischio di ipertensione arteriosa.

Non deve essere usato contemporaneamente con inibitori MAO e entro 10 giorni dalla fine del loro utilizzo.

Con l'uso prolungato, la gravità dell'azione vasocostrittrice diminuisce gradualmente (il fenomeno della tachifilassi), quindi non dovrebbe essere utilizzata per un lungo periodo, ad esempio nella rinite cronica.

Bambini da 3 anni (per il farmaco nella forma di dosaggio gocce nasali per i bambini): 2 gocce in ogni passaggio nasale 3 volte al giorno.

Adrianol: istruzioni per l'uso

Forma di dosaggio

Gocce nasali 1,0 mg / ml + 1,5 mg / ml, 10 ml

struttura

1 ml di soluzione contiene

principi attivi: fenilefrina cloridrato 1,0 mg

lerimazolina cloridrato 1,5 mg,

eccipienti: benzalconio cloruro, acido citrico monoidrato, metilcellulosa, sodio idrogeno fosfato diidrato, glicerina anidra, acqua depurata

descrizione

Liquido trasparente, da incolore a giallo chiaro con un leggero odore

Gruppo farmacoterapeutico

Preparazioni nasali. Anticongestanti e altri preparati nasali per la somministrazione topica. Simpaticomimetici in combinazione con altri farmaci (esclusi i glucocorticosteroidi). Phenilephrine in combinazione con altri farmaci

Codice ATX R01AB01

Proprietà farmacologiche

Quando applicati localmente, la fenilefrina e la lerimazolina non vengono praticamente assorbite, quindi la loro concentrazione plasmatica è molto bassa, ma possono comunque interagire con altri farmaci nella circolazione sistemica.

La fenilefrina viene assorbita in modo non uniforme dal tratto gastrointestinale, quindi viene immediatamente metabolizzata a livello intestinale e epatico dall'azione dell'enzima monoamino ossidasi (MAO). La biodisponibilità della fenilefrina è bassa, circa il 40%. Il volume di distribuzione è 200-500 litri. La comunicazione con proteine ​​non è istituita.

La fenilefrina è metabolizzata in tutti i tessuti, principalmente nell'intestino e nel fegato. Il metabolismo è esteso fino alla formazione dei metaboliti solfato e gluguroide, che vengono poi escreti attraverso i reni. I metaboliti non possiedono attività farmacologica, la cui emivita è di 2-3 ore.

Adrianol® appartiene al gruppo di agenti vasocostrittori locali (anticongestivi). È costituito da due principi attivi: la fenilefrina appartiene al gruppo delle fenilamine, la lerimazolina è un derivato dell'imidazolina.

La fenilefrina è un agonista del recettore a1-adrenergico, mentre la lerimazolina è un agonista del recettore a1- e a2-adrenergico, che è localizzata nella muscolatura liscia dei vasi sanguigni. La stimolazione locale di questi recettori nei vasi sanguigni della mucosa della cavità nasale provoca la costrizione dei vasi sanguigni ed elimina il gonfiore, che facilita la respirazione nasale, promuove lo svuotamento dei seni e la pressione equalizzante nel nasofaringe e nell'orecchio medio attraverso la tromba di Eustachio. La fenilefrina, applicata localmente alla mucosa della cavità nasale e della mucosa dell'occhio, agisce per ridurre il gonfiore e il rossore. Dopo l'interruzione della terapia, vi è il rischio di dilatazione dei vasi della mucosa nasale.

La somministrazione sistemica di fenilefrina porta ad un aumento della resistenza periferica totale dei vasi sanguigni e della pressione sanguigna dovuta alla stimolazione degli a-recettori nelle arteriole, nelle vene e nei polmoni. L'effetto del restringimento dei vasi sanguigni è debole, ma più duraturo dell'effetto dell'adrenalina e della norepinefrina. Un forte aumento della pressione arteriosa porta all'attivazione dei barocettori nell'arco aortico e nella ramificazione carotidea, e il dominio del nervo vago nel cuore si manifesta sotto forma di bradicardia. In rari casi si può osservare una tachicardia, come risultato, un effetto simpaticomimetico indiretto e un effetto agonistico sui b-adrenorecettori.

testimonianza

- rinite infettiva e allergica, sinusite

- procedure diagnostiche e procedure chirurgiche (come

Istruzioni per l'uso Adrianol

Adrianol è un gocciolamento vasocostrittore nasale. Il prodotto è incolore con un leggero odore specifico.

Le gocce nasali vengono versate in piccole bottiglie di plastica (10 ml). Ogni flacone è già dotato di un dispensatore di pipette, che semplifica enormemente il processo di instillazione e il rispetto dei dosaggi consentiti specificati nell'annotazione del farmaco.

L'agente farmacologico contiene due principali sostanze trattanti attive:

  • fenilefrina cloridrato;
  • Tramazolina cloridrato.

Le gocce di Adrianol sono vendute in farmacia senza prescrizione medica. Il prezzo al dettaglio è nella gamma di 80-100 rubli.

Si prega di notare che queste gocce possono essere instillate anche nei neonati, naturalmente, seguendo le istruzioni di dosaggio raccomandate per l'uso.

Periodo di validità del farmaco - 3 anni.

Forme di rilascio

Vengono prodotti due tipi di medicinali:

La loro unica differenza è la concentrazione di sostanze attive. Nella preparazione per gli adulti, è, ovviamente, più alto. Phenylephrine hydrochloride due volte - 1 milligrammo per 1 millilitro di fondi contro 0,5 milligrammo per 1 millilitro. E tramazolina cloridrato tre volte - 1,5 milligrammi per 1 millilitro del farmaco contro 0,5 milligrammo di 1 millilitro, rispettivamente.

Le gocce di naso per gli adulti sono raccomandate per il ricevimento da pazienti adulti, così come i bambini a partire da 5 anni.

Le gocce per il naso per i bambini sono raccomandate per i bambini sotto i 5 anni di età.

Indicazioni per l'uso

Adrianol svolge efficacemente il suo scopo principale, vale a dire, costringe i vasi del naso e allevia rapidamente il gonfiore della mucosa, che facilita notevolmente la respirazione del paziente. A questo proposito, otorinolaringoiatri raccomandano l'uso di questo agente farmacologico nei seguenti casi:

  • nella rinite acuta e cronica (rinite);
  • con sinusite frontale, sinusite e altre sinusiti;
  • durante la diagnosi (rinoscopia) e interventi chirurgici nella cavità nasale (usato come un efficace farmaco antiedemico).

Dosaggi raccomandati

Annotazione del farmaco Adrianol fornisce esattamente la quantità giornaliera del farmaco che può essere ingerito.

Pazienti adulti e bambini dai 5 anni in su per gocciolare in entrambe le narici, 1-3 gocce fino a 4 volte al giorno secondo necessità.

Un bambino di età compresa tra 1 e 5 anni, gocce 2 in entrambe le narici fino a 3 volte al giorno, se necessario.

Un bambino che non ha ancora avuto un anno per far cadere 1 goccia in entrambe le narici una volta al giorno mezz'ora prima dell'alimentazione.

Riguardo ai tempi accettabili del farmaco, qui incontriamo una situazione piuttosto strana. Istruzioni per l'uso di gocce nasali Adrian consente per un lungo periodo di utilizzo del farmaco. Afferma che, applicando un agente farmacologico per più di tre settimane, la sua efficacia e durata d'azione possono diminuire. Tuttavia, la maggior parte dei medici ritiene che sia impossibile utilizzare spray vasocostrittivi e gocce nasali per più di 1 settimana. Ciò causerà dipendenza dal farmaco e affronterà gravi complicanze, di cui la congestione nasale cronica è il minimo che si possa affrontare.

Va ricordato che nel caso delle gocce nasali vasocostrittrici, Adrianol non è un'eccezione, la regola è: "Meno giorni usi queste droghe, meglio è!".

Controindicazioni e overdose

Adrianolo non deve essere usato per problemi con le ghiandole endocrine, vale a dire con tireotossicosi (produzione eccessiva di ormoni tiroidei) e feocromocitoma (tumori adrenalinici ad ormone attivo).

Inoltre, non usare il medicinale nei seguenti casi:

  • insufficienza renale (altri problemi ai reni);
  • atrofia della mucosa della cavità nasale;
  • angina pectoris (un tipo di malattia coronarica);
  • aterosclerosi;
  • ipertensione.

Inoltre, ti consigliamo di leggere l'articolo "Trattamento dell'atrofia della mucosa nasale".

Un sovradosaggio del farmaco è possibile solo se assunto in dosi molto più alte di quelle raccomandate dall'astratto. Può portare a tachicardia e ipertensione.

Ecco perché è meglio prendere il farmaco in posizione prona. Allo stesso tempo, dovresti gettare forte la testa indietro. Quando si scavano nelle gocce, premere non sui lati, ma sul fondo della bottiglia. Agendo in questo modo, è possibile soddisfare accuratamente i requisiti dell'annotazione e prevenire il sovradosaggio.

I bambini possono usare l'agente farmacologico solo sotto la supervisione di adulti.

Effetti collaterali e recensioni

Prima di tutto, l'uso a lungo termine di Adrianol può portare all'emergere della tossicodipendenza e all'emergere della rinite medica. Se, in questo caso, continui incontrollatamente a "curarti" con questo farmaco, può verificarsi la rinite atrofica cronica.

Inoltre, quando si usano queste gocce nasali, il paziente può sentire secchezza della mucosa nasale e alcuni bruciore.

Con un lungo ricevimento può essere osservato gonfiore della mucosa della cavità nasale.

Questo medicinale è attualmente abbastanza popolare e ha riscontri positivi da medici e pazienti. Se trattato correttamente e non abusare del farmaco, questo strumento fa perfettamente il suo lavoro di affrontare il comune raffreddore.

Tuttavia, va ricordato che le recensioni sono buone, ma solo il medico può e deve agire come ultima risorsa.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

I produttori di Adrianol dicono che non sono stati condotti studi speciali sull'assunzione di farmaci durante la gravidanza e l'allattamento. A causa di ciò non ci sono informazioni affidabili su questo argomento e, quindi, per garantire la sicurezza della salute della donna e del bambino non è possibile.

Pertanto, le donne in gravidanza e in allattamento devono astenersi dal trattamento con queste gocce nasali.

Adrianol - istruzioni ufficiali * per l'uso

ISTRUZIONI

sull'uso medico del farmaco

Numero di registrazione: П N013655 / 01-140308

Nome commerciale del farmaco: Adrianol ®

Nome internazionale non proprietario (INN): Trimazoline + fenilefrina

Forma di dosaggio: gocce nasali

ingredienti:
Ingrediente attivo: fenilefrina cloridrato - 1 mg, grimazolin cloridrato - 1,5 mg.
Sostanze ausiliari: metilcellulosa M.N.V. 10.000, fenilmercurio borato (II), etanolo 96%, glicerolo, ammoniaca acquosa, acido citrico monoidrato, sodio idrogeno fosfato diidrato, acqua depurata.

Descrizione: soluzione limpida, incolore o leggermente giallastra.

Gruppo farmacoterapeutico:

Gruppo farmacoterapeutico:

Codice ATX R01AB01

Proprietà farmacologiche
La fenilefrina e la trimazolina sono agenti vasocostrittori che hanno un effetto decongestionante sulla mucosa nasale se applicati localmente.
La riduzione dell'edema mucoso porta alla normalizzazione della respirazione nasale e una diminuzione della pressione nei seni paranasali e nell'orecchio medio. La consistenza viscosa della soluzione aumenta la durata del farmaco.

Indicazioni per l'uso
Rinite acuta e cronica, sinusite.
È usato come decongestionante ausiliario durante le procedure diagnostiche e le procedure chirurgiche.

Controindicazioni
Aumento della sensibilità individuale, tireotossicosi, feocromocitoma, glaucoma, grave danno renale, ipertensione arteriosa, cardiopatia ischemica, rinite atrofica, aterosclerosi generale, bambini sotto i 7 anni di età.
Con cura: A causa del contenuto di etanolo nella composizione del farmaco, è necessario prestare attenzione quando lo prescrivono ai pazienti: con fegato, cervello, alcolismo, epilessia, così come i bambini, le donne in gravidanza e l'allattamento.

Dosaggio e somministrazione
Adulti e bambini dai 7 anni: 1-3 gocce in ogni passaggio nasale 4 volte al giorno.
La durata del farmaco non è più di una settimana, quindi hai bisogno di una pausa per diversi giorni.

Effetti collaterali
Bruciore, dolore o secchezza della mucosa nasale, gonfiore della mucosa nasale, forte secrezione, nausea, vertigini, mal di testa, disturbi del gusto, tachicardia, aumento della pressione sanguigna (PA), reazioni allergiche. Con l'uso prolungato - rinite, congestione nasale, atrofia della mucosa nasale.

overdose
Sintomi: affaticamento, vertigini, nausea, insonnia, aumento della pressione sanguigna, tachicardia, febbre, shock, bradicardia riflessa.

Interazione con altri farmaci
In combinazione con antidepressivi e inibitori delle monoaminossidasi (MAO) aumenta il rischio di ipertensione arteriosa.

Istruzioni speciali
Non deve essere usato contemporaneamente con inibitori MAO e entro 10 giorni dalla fine del loro utilizzo. Con l'uso prolungato, la gravità dell'azione vasocostrittrice diminuisce gradualmente (il fenomeno della tachifilassi), quindi non dovrebbe essere utilizzata per un lungo periodo, ad esempio nella rinite cronica.

Modulo di rilascio
Gocce nasali.
Su 10 ml in un flacone di bottiglia di polietilene ad alta densità con la copertura avvitata da polietilene ad alta densità. Su 1 bottiglia con l'istruzione per applicazione in un pacco di cartone.

Condizioni di conservazione
Conservare in un luogo buio secco a una temperatura non superiore a 25 ° C.
Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Periodo di validità
3 anni.
Non usare dopo la data di scadenza.

Condizioni di vendita della farmacia
Da prescrizione

Nome e indirizzo del produttore
AO HFZ Zdravle
Leskovac, Serbia 16000 Leskovac, Vlaikova 199.

Le richieste devono essere inviate a:
Ufficio di rappresentanza di Actavis JSC:
Russia 127018, Mosca Sushchevsky Val, 18