Principale
Tosse

Quando è necessaria l'addizione, i suoi tipi e caratteristiche

Quando adenoidi vengono diagnosticati a un bambino e il medico raccomanda la rimozione (adenotomi), i genitori spesso si perdono, dubitano che sia necessario, non sanno che tipo di operazione è, come prepararsi e che tipo scegliere. Diamo un'occhiata a questi problemi.

Perché rimuovere le adenoidi nei bambini?

Le adenoidi sono tonsille faringite ipertrofiche. Questo non è un ascesso, non una collezione di tessuti, non un tumore, ma una variante dello sviluppo di un organo. In alcuni bambini, le adenoidi raggiungono grandi dimensioni, mentre negli altri bambini la tonsilla faringea può rimanere piccola fino alla sua atrofia. Non ci sono regolarità nella crescita delle adenoidi, anche se erano nell'infanzia con i genitori, non è affatto necessario che il bambino li abbia.

Va ricordato che la presenza di adenoidi non porta necessariamente alla loro rimozione o trattamento. Anche un grado maggiore di ipertrofia può essere una variante della norma fisiologica, se tale condizione non infastidisce il bambino. D'altra parte, le adenoidi di piccole dimensioni, ma localizzate in un certo modo, possono causare varie malattie.

Se un bambino non respira attraverso il naso, soffre spesso di otite, non sente bene su una o entrambe le orecchie - le adenoidi devono essere trattate. Se la terapia conservativa con rimedi popolari o farmaci non aiuta, l'adenotomia deve essere eseguita.

Come prepararsi per l'adenotomia?

Prima di un'enotostomia, è indispensabile sottoporsi a un esame ambulatoriale. L'elenco degli studi può variare a seconda della clinica e del tipo di anestesia scelto. Il bambino al momento dell'operazione deve essere completamente sano, anche a causa di un leggero raffreddore o tosse, la rimozione delle adenoidi sarà posticipata fino al completo recupero. Oltre alla salute somatica, in un piccolo paziente devono essere fatte tutte le vaccinazioni, in base all'età. Il ricovero in ospedale di bambini senza vaccinazione è permesso, se c'è una deviazione medica dalla vaccinazione per qualsiasi motivo.

Quali test devono essere presi prima dell'operazione?

  • Emocromo completo (formula dei leucociti, piastrine, ESR).
  • Analisi delle urine (standard - proprietà fisiche e microscopia del sedimento).
  • Test di coagulazione del sangue del dito e / o coagulogramma.
  • Analisi biochimiche del sangue (proteine ​​totali, urea, creatinina, elettroliti, AlAT, AsAT).
  • Radiografia o tomogramma computerizzato dei seni paranasali.

Se si prevede di rimuovere le adenoidi in anestesia generale, potrebbero essere necessari esami supplementari: biochimica, gruppo sanguigno e fattore Rh.

L'adenotomia viene solitamente eseguita il giorno successivo al ricovero in ospedale. Non puoi mangiare nulla di fronte ad esso, al mattino puoi bere del liquido. Una dieta particolarmente severa deve essere osservata prima dell'intervento in anestesia generale.

specie

Per rimuovere le adenoidi nei bambini, attualmente vengono utilizzati due tipi di intervento:

  • Adenotomi classici.
  • Adenotomia endoscopica.

Adenotomi classici

L'adenotomia classica viene eseguita utilizzando l'adenotoma di Beckmann. L'adenoma di Beckmann è un coltello curvo specifico, a volte è dotato di una scatola (adenote a forma di scatola) in cui cade il tessuto asportato. L'operazione viene eseguita nella posizione del paziente seduto su una sedia speciale o sdraiato sul tavolo operatorio. L'adenotoma viene avviato attraverso la bocca del bambino sul palato molle, diretto verso l'arco del rinofaringe. In un unico movimento, le adenoidi vengono tagliate e il tessuto asportato viene rimosso per via orale.

L'adenotomia classica viene eseguita in anestesia locale e generale. Entrambi i tipi di anestesia hanno i loro pro e contro.

Per l'anestesia locale, Novocain, lidocaina, ultracain sotto forma di spray o gocce viene utilizzato. 20-30 minuti prima dell'operazione, i bambini ricevono la premedicazione - vengono iniettati dei sedativi in ​​modo che il bambino abbia una buona operazione e non abbia paura. Gli anestetici locali sono usati immediatamente prima della rimozione delle adenoidi. Le revisioni della rimozione della tonsilla faringea ipertrofica in anestesia locale suggeriscono che i bambini tollerano bene l'operazione. Dopo l'operazione, non c'è un "periodo post-anestetico" in anestesia locale.

Lo stress per il corpo di un bambino dall'anestesia generale è più del dolore durante l'intervento stesso, perché l'adenotomia viene eseguita in pochi minuti.

Benefici dell'anestesia locale:

  • Non c'è "uscita" dall'anestesia.
  • Non c'è alcun effetto tossico delle droghe.
  • Intervento rapido
  • Non c'è pericolo di aspirazione.

Svantaggi dell'anestesia locale:

  • L'effetto della "presenza" sulle proprie operazioni.
  • Paura della sala operatoria e degli estranei.
  • Il leggero dolore persiste.

L'adenotomia classica in alcuni casi viene eseguita in anestesia generale. Quale tipo di anestesia è preferibile per un determinato bambino è determinata dal medico, dato il desiderio dei genitori.

Per i bambini piccoli (3-4 anni), l'anestesia generale è molto meglio. Il bambino può avere paura di locali sconosciuti, estranei e non seguirà le istruzioni dello staff. I bambini in età di scuola primaria e secondaria sono più spesso operati in anestesia locale. Inoltre, viene utilizzata l'anestesia generale, se è necessario eseguire adenotonsototomia - rimuovere le adenoidi e tagliare le tonsille.

Nella maggior parte dei casi viene utilizzata l'anestesia endovenosa, ideale per interventi a breve termine, mentre si usano farmaci come il propofol, il sodio tiopentale, la ketamina. Se necessario, l'anestesia viene "espansa", l'anestesia per inalazione (maschera o endotracheale) viene aggiunta all'anestesia per via endovenosa.

Benefici dell'anestesia generale:

  • Anestesia completa
  • Non c'è paura dell'intervento.

Svantaggi dell'anestesia generale:

  • Pericolo di aspirazione del contenuto gastrico (ecco perché tutti gli interventi sono fatti a stomaco vuoto).
  • Spesso una lunga e dolorosa uscita dall'anestesia (soprattutto nei bambini piccoli). Nel periodo postoperatorio possono essere vomito, debolezza, vertigini.
  • L'effetto tossico dei farmaci anestetici - dopo l'inalazione dell'anestesia, molti bambini soffrono di incubi, disturbi del sonno.

Adenotomia endoscopica

Attualmente, l'adenotomia endoscopica è sempre più utilizzata. Grazie alla sua maggiore accuratezza e alla minore invasività, questo tipo di intervento riceve solo feedback positivi dai genitori di bambini-pazienti.

Alcuni bambini hanno bisogno di rimuovere le vegetazioni adenoide, poiché la tonsilla faringea ha la capacità di crescere dopo l'adenotomia. Per la readenotomia, la chirurgia endoscopica è indispensabile. Sfortunatamente, non tutte le istituzioni che forniscono cure ENT ospedaliere per i bambini hanno un'apparecchiatura endoscopica.

L'adenotomia endoscopica è molto efficace nei casi in cui le adenoidi non crescono nel lume del tratto respiratorio, ma si diffondono lungo la parete della mucosa. Con questa struttura, non interferiscono con la respirazione, ma violano la ventilazione del tubo uditivo. La disfunzione permanente del tubo uditivo porta all'otite e alla perdita dell'udito conduttivo acquisita.

Come viene eseguita la rimozione degli adenoidi endoscopici?

L'adenotomia endoscopica nel 99% dei casi viene eseguita in anestesia generale. A causa del fatto che si tratta di un intervento meno invasivo e più accurato, il tempo di intervento è calcolato in decine di minuti (e non pochi minuti, come in una adenotomia convenzionale). La rimozione delle adenoidi con il metodo endoscopico in anestesia locale è possibile nei bambini più grandi, che possono sedersi per 10-20 minuti con calma e senza muoversi.

Dopo l'anemizzazione della mucosa nasale e l'introduzione di un farmaco anestetico, un endoscopio viene inserito nella cavità nasale lungo il passaggio nasale inferiore. In primo luogo, il medico esamina le adenoidi, quindi procede a tagliarle. Per la resezione della tonsilla faringea ipertrofica, è possibile utilizzare vari strumenti endoscopici: pinze per resezione, elettrocauterizzazione, ciclo di resezione. La scelta dello strumento dipende dall'attrezzatura dell'apparato endoscopico e dalle caratteristiche strutturali della tonsilla faringea. Forse la rimozione endoscopica di adenoidi attraverso la bocca.

Una variante di adenotomia endoscopica è l'adenotomia del rasoio. Per questo tipo di intervento endoscopico, un rasoio viene utilizzato come strumento da taglio. Il rasoio è una microincisione simile a una punta situata all'interno di un tubo cavo. Sul lato del tubo c'è un foro attraverso il quale il cutter rotante cattura e taglia il tessuto. Il rasoio è collegato a un aspiratore (aspirazione), quindi nessun tessuto rimosso entra nel lume del tratto respiratorio, il rischio di riduzione dell'aspirazione.

Dopo l'intervento

Il periodo postoperatorio dopo l'adenotomia di qualsiasi tipo procede quasi allo stesso modo. Secondo i genitori e gli stessi piccoli pazienti, la gravità del periodo postoperatorio dipende dal tipo di anestesia e non dal metodo di rimozione. A volte i bambini per molto tempo escono dall'anestesia, urlano, piangono. Nel periodo postoperatorio può essere il vomito (spesso con sangue ingerito), nausea, vertigini. Se il bambino è stato operato in anestesia generale, dopo l'intervento viene trasferito per l'osservazione all'unità di terapia intensiva, se in anestesia locale viene trasferito immediatamente al dipartimento. 2-3 giorni dopo l'intervento, i pazienti giovani sono dimessi a casa.

Per un decorso favorevole del periodo postoperatorio a casa è necessario seguire una dieta adeguata. Nonostante il fatto che le adenoidi fossero "nel naso" e non nella cavità orale, la nutrizione gioca un ruolo importante per una pronta guarigione. Nei primi giorni postoperatori, puoi dare al bambino solo cibo morbido e frullato: purè di patate, cereali per bambini. Dopo 5-7 giorni, è possibile diversificare il menu con piatti "morbidi": pasta, porridge regolare, soufflé, uova strapazzate e così via. Durante l'intero periodo postoperatorio è impossibile dare:

  • Cibi caldi e freddi, anche se alcuni medici raccomandano di somministrare il gelato per un effetto rinfrescante e anestetico.
  • Bevande gassate, bevande e succhi di frutta concentrati.
  • Cibo solido: cracker, patatine, biscotti.
  • Piatti salati e speziati

Tutti questi prodotti, ad eccezione di biscotti e cracker, causano un afflusso di sangue alla mucosa orale e al nasofaringe, che può causare un sanguinamento postoperatorio tardivo. Biscotti, patatine e cracker feriscono la mucosa orofaringea.

Oltre alla dieta, nel periodo postoperatorio, il bambino deve osservare una delicata modalità fisica. È vietato visitare la piscina, il bagno, la sauna; non puoi sederti a lungo nella vasca da bagno o sotto una doccia calda. L'attività fisica dovrebbe essere moderata - non è necessario costringere il bambino a sedersi o sdraiarsi tutto il giorno, lasciarlo muovere, in accordo con il suo benessere.

Per una corretta rigenerazione tissutale dopo l'adenotomia, di solito non è necessario alcun farmaco. Non c'è bisogno di lavare il naso o in qualche modo cercare di entrare nel rinofaringe. La superficie della ferita è ricoperta da fibrina, nuovi tessuti si formano sotto di essa, la fioritura viene gradualmente respinta, impercettibilmente per il bambino stesso. Per il dolore grave, puoi dare al bambino il paracetamolo o l'ibuprofene (ci sono ancora buone recensioni sui farmaci Panadol e Ibuklin).

Se improvvisamente un piccolo paziente ha la febbre o un odore sgradevole dalla bocca o dal naso, è necessario consultare un medico.

Prima di consultare un medico, puoi solo risciacquare delicatamente la cavità nasale (Aquamaris, Salin, Rinolux, Delufen). Non è consigliabile lavare il naso con una siringa, una siringa o altri metodi "violenti". Un forte getto di liquido può danneggiare lo strato di fibrina e causare sanguinamento.

L'adenotomia è un intervento necessario per l'ipertrofia adenoidea complicata. Complicazioni di ipertrofia delle adenoidi includono: otite frequente, respirazione nasale e uditiva, cambiamenti nel cranio facciale e morso. Quale tipo di adenotomia scegliere e quale tipo di anestesia usare: la scelta rimane con i genitori e il medico curante. Recensioni dei medici sulla chirurgia endoscopica indicano i vantaggi di questo metodo con adenoidi "piatti" o readenotomy. Il periodo postoperatorio precoce è più difficile nei bambini sottoposti ad anestesia generale, il periodo postoperatorio tardivo è lo stesso per qualsiasi tipo di anestesia. L'adenotomia eseguita tempestivamente è un modo diretto per il recupero e una prevenzione efficace delle complicanze.

Rimozione di adenoidi (chirurgia adenotomica): indicazioni, metodi, conduzione, periodo postoperatorio

L'adenotomia è uno degli interventi chirurgici più frequenti nella pratica ENT, che non perde la sua rilevanza anche con l'emergere di una serie di altri metodi di trattamento della patologia. L'operazione elimina i sintomi di adenoidite, previene i pericolosi effetti della malattia e migliora significativamente la qualità della vita dei pazienti.

Spesso un'adenotomia viene eseguita durante l'infanzia, l'età predominante dei pazienti è di età inferiore ai 3 anni e bambini in età prescolare. È a questa età che si spiega l'adenoidite più comune, perché il bambino è attivamente in contatto con l'ambiente esterno e altre persone, incontra nuove infezioni e sviluppa loro l'immunità.

La tonsilla faringea fa parte dell'anello linfoide di Valdeyer-Pirogov, che è progettato per impedire che l'infezione arrivi sotto la faringe. La funzione protettiva può trasformarsi in una grave patologia, quando il tessuto linfatico inizia a crescere in maniera sproporzionata più di quanto richiesto per l'immunità locale.

L'allargata amigdala crea un'ostruzione meccanica nella faringe, che si manifesta in insufficienza respiratoria, e serve anche come focolaio di riproduzione costante di vari microbi. I gradi iniziali di adenoidite sono trattati in modo conservativo, sebbene i sintomi della malattia esistano già. La mancanza di effetto della terapia e la progressione della patologia portano i pazienti al chirurgo.

Indicazioni per la rimozione delle adenoidi

Di per sé, un aumento della tonsilla faringea non è una causa per un intervento chirurgico. Gli specialisti faranno tutto il possibile per aiutare il paziente in modo conservativo, perché l'operazione è una lesione e un certo rischio. Tuttavia, succede che è impossibile farne a meno, quindi l'ENT pesa tutti i pro e contro, parla con i genitori quando si tratta di un piccolo paziente e stabilisce la data dell'intervento.

Molti genitori sanno che l'anello faringeo linfoide è la barriera più importante per l'infezione, quindi temono che dopo l'intervento il bambino perderà questa protezione e si ammalerà più spesso. I medici spiegano loro che il tessuto linfoide anormalmente invaso non solo non riesce a svolgere il suo ruolo diretto, ma mantiene anche l'infiammazione cronica, impedisce al bambino di crescere e svilupparsi correttamente, crea il rischio di pericolose complicazioni, quindi, in questi casi, né esitare né ritardi possono essere, e l'unico modo per salvare il bambino dalla sofferenza sarà un intervento chirurgico.

Le indicazioni per l'adenotomia sono:

  • Adenoidi 3 gradi;
  • Frequenti infezioni respiratorie ricorrenti, scarsamente suscettibili alla terapia conservativa e che causano la progressione delle adenoiditi;
  • Otite e ipoacusia ricorrenti in una o entrambe le orecchie;
  • Violazione della lingua e sviluppo fisico in un bambino;
  • Mancanza di respiro con apnea notturna notturna;
  • Il cambiamento del morso e la formazione di una faccia specifica "adenoide".

Il motivo principale dell'intervento è il terzo grado di adenoidite, che comporta la difficoltà di respirare attraverso il naso e il costante peggioramento delle infezioni del tratto respiratorio superiore e degli organi ENT. In un bambino piccolo, il corretto sviluppo fisico è compromesso, il viso acquisisce le caratteristiche caratteristiche, che saranno quindi praticamente impossibili da correggere in seguito. Oltre alla sofferenza fisica, il paziente sperimenta ansia psico-emotiva, mancanza di sonno dovuta all'impossibilità di respirare normalmente, soffre di sviluppo intellettuale.

I principali sintomi di adenoidite grave sono difficoltà nella respirazione nasale e frequenti infezioni del tratto respiratorio superiore. Il bambino respira attraverso la bocca, facendo diventare secca e screpolata la pelle delle labbra, e il viso diventa gonfio e tirato fuori. La bocca costantemente aperta attira l'attenzione, e di notte i genitori con ansia sentono quanto sia difficile per il bambino respirare. Sono possibili episodi di respirazione notturna, quando l'amigdala copre completamente le vie aeree con il suo volume.

È importante che l'operazione di rimozione delle adenoidi venga eseguita prima che compaiano cambiamenti irreversibili e gravi complicazioni di un problema apparentemente piccolo limitato alla faringe. Trattamento ritardato e, inoltre, la sua assenza può causare disabilità, quindi, è inaccettabile ignorare la patologia.

L'età migliore per l'adenotomia nei bambini è 3-7 anni. Il ritardo irragionevole dell'operazione comporta gravi conseguenze:

  1. Perdita dell'udito persistente;
  2. Otite media cronica;
  3. Alterazione dello scheletro facciale;
  4. Problemi dentali - morso improprio, carie, violazione dell'eruzione dei denti permanenti;
  5. Asma bronchiale;
  6. Glomerulopathy.

L'adenotomia, sebbene molto meno frequentemente, viene eseguita anche per i pazienti adulti. La ragione potrebbe essere:

  • Russare notturno e difficoltà respiratoria nel sonno;
  • Infezioni respiratorie frequenti con adenoidite diagnosticata;
  • Sinusite ricorrente, otite.

Sono inoltre definite le controindicazioni alla rimozione delle adenoidi. Tra questi ci sono:

  1. Età fino a due anni;
  2. Patologia infettiva acuta (influenza, varicella, infezioni intestinali, ecc.) Fino alla sua completa guarigione;
  3. Difetti congeniti dello scheletro facciale e anomalie della struttura dei vasi sanguigni;
  4. Vaccinazione effettuata meno di un mese fa;
  5. Tumori maligni;
  6. Gravi disturbi emorragici

Prepararsi per la chirurgia

Quando la questione della necessità di un intervento chirurgico viene risolta, il paziente oi suoi genitori iniziano a cercare un ospedale adatto. Le difficoltà nella selezione di solito non si presentano, perché la rimozione chirurgica delle tonsille viene effettuata in tutti i reparti ORL degli ospedali pubblici. L'intervento non è un grosso problema, ma il chirurgo deve essere sufficientemente qualificato ed esperto, soprattutto quando lavora con bambini piccoli.

La preparazione per la chirurgia adenoidea include test di laboratorio standard - generali e biochimici per sangue, coagulazione, test di gruppo e rhesus, analisi delle urine, sangue per HIV, sifilide ed epatite. Ad un paziente adulto viene assegnato un ECG, i bambini vengono esaminati da un pediatra che, insieme all'otorinolaringoiatra, decide sulla sicurezza dell'operazione.

L'adenotomia può essere eseguita in regime ambulatoriale o ospedaliero, ma il più delle volte non è necessario il ricovero ospedaliero. Alla vigilia dell'operazione, il paziente può cenare non meno di 12 ore prima dell'intervento, dopo di che cibo e bevande sono completamente esclusi, perché l'anestesia può essere generale e il bambino può vomitare sullo sfondo dell'anestesia. Nelle pazienti di sesso femminile, la chirurgia non è prescritta durante le mestruazioni a causa del rischio di sanguinamento.

Caratteristiche di anestesia

Il metodo di anestesia è uno degli stadi più importanti e cruciali del trattamento, è determinato dall'età del paziente. Se parliamo di un bambino di età inferiore ai sette anni, è indicata l'anestesia generale, i bambini più grandi e gli adulti subiscono un'adenotomia in anestesia locale, sebbene in entrambi i casi il medico sia individualmente adatto.

L'operazione in anestesia generale per un bambino piccolo ha un importante vantaggio: l'assenza di stress operativo, come nel caso in cui il bambino vede tutto ciò che accade in sala operatoria senza nemmeno provare dolore. L'anestesista sceglie i farmaci per l'anestesia individualmente, ma i farmaci più moderni sono sicuri, a bassa tossicità e l'anestesia è simile al sonno normale. Oggigiorno, esmerone, dormicum, diprivan, ecc. Sono usati in pediatria.

Altri vantaggi dell'anestesia generale comprendono un minor rischio di sanguinamento, azioni più accurate di un medico, che non è disturbato da un bambino irrequieto, la possibilità di un esame approfondito della parete faringea posteriore prima e dopo la rimozione della tonsilla.

L'anestesia generale è preferita nei bambini di 3-4 anni, nei quali l'effetto di essere presenti sull'operazione può causare grande paura e ansia. Con i pazienti più anziani che non hanno ancora raggiunto l'età di sette anni, è più facile essere d'accordo, spiegare e rassicurare, quindi anche i bambini in età prescolare possono ricevere un'anestesia locale.

Se è prevista l'anestesia locale, viene preliminarmente introdotto un farmaco sedativo e il nasofaringe viene irrigato con una soluzione di lidocaina in modo che l'ulteriore iniezione dell'anestetico non sia dolorosa. Per raggiungere un buon livello di sollievo dal dolore, si usa lidocaina o novocaina, che viene iniettata direttamente nella zona delle tonsille. Il vantaggio di questa anestesia è l'assenza di un periodo di "uscita" dall'anestesia e dall'azione tossica dei farmaci.

Nel caso dell'anestesia locale, il paziente è cosciente, vede e sente tutto, quindi la paura e le preoccupazioni non sono rare anche negli adulti. Per ridurre al minimo lo stress, il medico prima dell'adenotomia racconta dettagliatamente al paziente l'operazione imminente e cerca di rassicurarlo il più possibile, specialmente se quest'ultimo è un bambino. Da parte dei genitori, anche il supporto psicologico e l'attenzione non sono di nessuna importanza, in quanto contribuiranno a trasferire l'operazione nel modo più sereno possibile.

Ad oggi, oltre alla classica adenotomia, sono stati sviluppati altri metodi per rimuovere la tonsilla faringea utilizzando fattori fisici - laser, coburazione, coagulazione radio-onde. L'uso di tecniche endoscopiche rende il trattamento più efficace e sicuro.

Chirurgia classica adenoide

L'adenotomia classica viene eseguita utilizzando uno strumento speciale: l'adenoma di Beckmann. Il paziente, di regola, si siede e l'adenotoma viene introdotto nella cavità orale all'amigdala per un palato molle, che viene sollevato da uno specchio gutturale. Le adenoidi devono entrare completamente nell'anello degli adenotomi, dopo di che vengono asportati da un rapido movimento della mano del chirurgo e tirati fuori dalla bocca. Il sanguinamento si interrompe da solo o le navi si coagulano. Con grave sanguinamento, l'area di operazione viene trattata con agenti emostatici.

L'operazione viene solitamente eseguita in anestesia locale e richiede diversi minuti. I bambini a cui viene somministrato un sedativo e che sono preparati per la procedura da genitori e un medico, lo tollerano bene, così molti esperti preferiscono l'anestesia locale.

Dopo aver rimosso la tonsilla, il bambino viene inviato al reparto con uno dei genitori e, se il periodo postoperatorio è favorevole, può essere autorizzato a tornare a casa lo stesso giorno.

Altri svantaggi sono il possibile dolore durante la manipolazione, nonché un maggior rischio di complicazioni pericolose - penetrazione dei tessuti rimossi nelle vie respiratorie, complicanze infettive (polmonite, meningite), lesioni della mandibola, patologia degli organi dell'udito. Non puoi ignorare il trauma psicologico che può essere inflitto a un bambino. È stato stabilito che i bambini possono aumentare il livello di ansia, sviluppare nevrosi, quindi, la maggior parte dei medici concordano sull'opportunità dell'anestesia generale.

Adenotomia endoscopica

La rimozione endoscopica delle adenoidi è uno dei metodi più moderni e promettenti per il trattamento della patologia. L'uso della tecnologia endoscopica consente di esaminare a fondo l'area faringea, rimuovere in modo sicuro e radicale la tonsilla faringea.

L'operazione viene eseguita in anestesia generale. L'endoscopio viene inserito attraverso uno dei passaggi nasali, il chirurgo esamina la parete faringea, dopo di che l'adenoma, il forcipe, il microdebrider e il laser vengono utilizzati per asportare il tessuto adenoide. Alcuni specialisti completano il controllo endoscopico con la vista, introducendo uno specchio laringeo attraverso la cavità orale.

L'endoscopia consente di rimuovere completamente il tessuto linfoide troppo cresciuto e in caso di recidiva è semplicemente indispensabile. La rimozione endoscopica delle adenoidi è particolarmente indicata quando la crescita non si verifica nel lume della faringe, ma sulla sua superficie. L'operazione è più lunga della classica adenotomia, ma anche più accurata, perché il chirurgo agisce con precisione. Il tessuto asportato viene più spesso rimosso attraverso il passaggio nasale libero dall'endoscopio, ma è anche possibile attraverso la cavità orale.

Una variante della rimozione endoscopica delle adenoidi è la tecnica del rasoio, quando il tessuto viene asportato da un dispositivo speciale: il rasoio (microdebrider). Questo dispositivo è un microcutter con una testa rotante, inserito in un tubo cavo. La lama del cutter taglia il tessuto ipertrofico, li schiaccia e poi l'amigdala viene aspirata in un contenitore speciale con un aspiratore, che elimina il rischio che entri nel tratto respiratorio.

Il vantaggio dell'equipaggiamento del rasoio è la bassa invasività, cioè il tessuto faringeo sano non è danneggiato, il rischio di sanguinamento è minimo, non vi sono cicatrici, mentre il controllo endoscopico consente di asportare completamente l'amigdala, prevenendo le recidive. Il metodo è considerato uno dei più moderni ed efficaci.

Una restrizione alla rimozione dell'amigdala da parte del microdebrider può essere un passaggio nasale troppo stretto in un bambino piccolo, attraverso il quale è impossibile introdurre strumenti. Inoltre, non tutti gli ospedali possono permettersi le attrezzature costose necessarie, quindi le cliniche private offrono spesso questo metodo.

Video: adenotomia endoscopica

L'uso di energia fisica nel trattamento delle adenoiditi

I metodi più comuni di escissione della tonsilla faringea attraverso l'energia fisica sono l'uso di un laser, di onde radio e di elettrocoagulazione.

La rimozione laser delle adenoidi comporta l'esposizione del tessuto al tessuto, che provoca un aumento locale della temperatura, l'evaporazione dell'acqua dalle cellule (vaporizzazione) e la distruzione delle crescite ipertrofiche. Il metodo non è accompagnato da sanguinamento, questo è il suo vantaggio, ma ci sono notevoli svantaggi:

  • L'incapacità di controllare la profondità dell'esposizione, a causa della quale esiste il rischio di danneggiare il tessuto sano;
  • L'operazione è lunga;
  • La necessità di attrezzature adeguate e personale altamente qualificato.

Il trattamento con onde radio viene effettuato dall'apparecchio Surgitron. La tonsilla faringea viene rimossa da un ugello che genera onde radio e allo stesso tempo coagula le navi. L'indubbio vantaggio del metodo è la bassa probabilità di sanguinamento e bassa perdita di sangue durante l'operazione.

Coagulatori al plasma e sistemi cobalto sono anche usati da alcune cliniche. Questi metodi possono ridurre significativamente il dolore che si verifica nel periodo postoperatorio, così come quasi senza sangue, quindi, sono indicati per i pazienti con disturbi della coagulazione del sangue.

Il cobalto è un effetto del plasma "freddo", quando i tessuti vengono distrutti o coagulati senza ustioni. Vantaggi: alta precisione ed efficienza, sicurezza, breve periodo di recupero. Tra gli svantaggi ci sono l'alto costo delle attrezzature e l'addestramento dei chirurghi, la recidiva delle adenoiditi, la probabilità di cambiamenti cicatriziali nei tessuti della faringe.

Come potete vedere, ci sono molti modi per sbarazzarsi della tonsilla faringea e la scelta di uno specifico non è un compito facile. Ogni paziente ha bisogno di un approccio individuale, tenendo conto dell'età, delle caratteristiche anatomiche della struttura della faringe e del naso, dello sfondo psico-emozionale, delle comorbilità.

Periodo postoperatorio

Di norma, il periodo postoperatorio è lieve, le complicanze possono essere considerate una rarità con una tecnica operativa opportunamente selezionata. Il primo giorno è possibile un aumento della temperatura, che viene deviato dai soliti farmaci antipiretici: paracetamolo, ibufen.

Alcuni bambini lamentano dolore alla gola e difficoltà a respirare attraverso il naso, che è causato da gonfiore delle mucose e traumi durante l'operazione. Questi sintomi non richiedono un trattamento specifico (ad eccezione delle gocce nasali) e scompaiono entro i primi giorni.

Le prime 2 ore che il paziente non mangia, e i prossimi 7-10 giorni aderiscono ad una dieta, perché la nutrizione svolge un ruolo significativo nel recupero dei tessuti nasofaringei. Pochi giorni dopo l'operazione raccomandava cibo morbido, purè, purè di patate, porridge. A un bambino possono essere dati speciali alimenti per l'infanzia per i bambini che non causano lesioni alla mucosa faringea. Entro la fine della prima settimana il menu si espande, è possibile aggiungere pasta, uova strapazzate, soufflé di carne e pesce. È importante che il cibo non sia solido, troppo caldo o freddo, costituito da pezzi di grandi dimensioni.

Nel periodo postoperatorio, le bevande gassate, il succo concentrato o la composta, i cracker, i biscotti duri, le spezie, i cibi salati e piccanti che migliorano la circolazione sanguigna locale con rischio di sanguinamento e possono ferire la mucosa faringea sono fortemente raccomandati.

Ci sono raccomandazioni sul regime che i genitori dovrebbero seguire quando curano i bambini:

  1. bagno, sauna, bagno caldo sono esclusi per tutto il periodo di recupero (fino a un mese);
  2. fare sport - non prima che in un mese, mentre la solita attività rimane al solito livello;
  3. è auspicabile proteggere il paziente dal contatto con potenziali portatori di un'infezione respiratoria, il bambino non viene portato in giardino o a scuola per circa 2 settimane.

La terapia farmacologica nel periodo postoperatorio non è necessaria, vengono mostrate solo le gocce nasali, restringendo i vasi sanguigni e avendo un effetto disinfettante locale (protargol, xilina), ma sempre sotto la supervisione di un medico.

Molti genitori si trovano di fronte al fatto che dopo il trattamento il bambino continua a respirare attraverso la bocca, per abitudine, perché nulla interferisce con la respirazione nasale. Questo problema è combattuto da esercizi di respirazione speciali.

Le complicazioni comprendono sanguinamento, processi purulenti nella faringe, infiammazione acuta nell'orecchio e recidiva di adenoidite. L'anestesia sufficiente, il controllo endoscopico e la protezione antibiotica rendono possibile ridurre al minimo il rischio di complicanze con una qualsiasi delle opzioni per la chirurgia.

Le recensioni di pazienti o genitori di bambini che hanno subito un trattamento chirurgico di adenoidite sono per lo più positive, perché già il primo giorno dopo l'intervento chirurgico si osserva un miglioramento significativo nella respirazione del naso e il recupero avviene abbastanza rapidamente.

Le impressioni negative possono essere associate non tanto all'operazione stessa, quanto al metodo di anestesia. Dopo anestesia generale, i bambini possono essere ansiosi, vomito, vertigini e altre spiacevoli manifestazioni di "astinenza" dall'anestesia non sono esclusi. Tuttavia, questi sintomi scompaiono la sera del primo giorno postoperatorio, e quindi il bambino recupera il più rapidamente possibile dopo l'anestesia locale.

La maggior parte dei pazienti riceve un trattamento gratuito negli ospedali pubblici, dove ci sono sia specialisti che attrezzature per il trattamento. Le operazioni su base commerciale sono offerte da molte cliniche private, la scelta tra le quali dipende solo dalla solvibilità del paziente. Il prezzo del trattamento dipende non solo dalle qualifiche del chirurgo, ma anche dal comfort di rimanere in clinica.

Il costo dell'enotostomia a pagamento varia notevolmente - in media da 15-30 fino a 150-200 mila rubli nelle singole cliniche. Allo stesso tempo, i genitori e i pazienti adulti dovrebbero sapere che il trattamento a pagamento non è sempre il migliore. La condizione principale per il successo dell'operazione è un chirurgo esperto che sceglierà il miglior tipo di intervento chirurgico.

Il metodo di funzionamento scelto correttamente è la chiave per un trattamento di successo e un corso favorevole del periodo postoperatorio, quindi il compito principale del paziente (o dei suoi genitori) è affidare la propria salute a un medico competente che non perseguirà interessi finanziari personali nella scelta di un metodo costoso di operazione, ma preferirà il percorso che più sicuro per il paziente.

Adenotomia, rimozione delle adenoidi nei bambini nei bambini e negli adulti

Le adenoidi vengono raramente trattate con metodi conservativi. Spesso devono essere cancellati. La rimozione delle adenoidi è chiamata adenotomia o adenoidectomia. L'operazione ha i suoi vantaggi e svantaggi. In alcuni casi, può essere posticipato, in altri - non puoi aspettare. Decidere: per il trattamento o la rimozione delle adenoidi deve essere il paziente insieme al medico. Per non essere confusi con la scelta dei metodi di trattamento, è necessario sapere bene quali adenoidi sono, come appaiono e si sviluppano, nonché le indicazioni per la loro rimozione e l'essenza dell'operazione.

Cosa sono le adenoidi e come identificarle in bambini e adulti?

Le adenoidi si sviluppano dalla tonsilla faringea, una massa di tessuto molle di piccole dimensioni situata nella parte posteriore del naso. Fa parte del sistema immunitario, così come le tonsille in gola. La tonsilla faringea blocca i virus e le particelle di batteri che una persona inala e li trasmette al sistema immunitario.
Nei neonati, le tonsille hanno una dimensione molto piccola, ma dopo 3 anni e fino a 7 anni, questi organi raggiungono la loro dimensione massima. Nell'adolescenza, le adenoidi si restringono e perdono le loro proprietà, anche se a volte possono essere preservate, pertanto negli adulti si verificano rari casi di crescita di adenoidi.

Il processo di ipertrofia (aumento del tessuto) delle tonsille faringee può essere scatenato da frequenti infezioni del corpo e adenoiditi. In alcuni, questo organo è aumentato dalla nascita.

Le adenoidi negli adulti e nei bambini sono accompagnate da sintomi caratteristici che possono essere sospettati della malattia:

  • è difficile per una persona inalare ed espirare l'aria attraverso il naso, le adenoidi lo impediscono;
  • in un sogno lui russa, annusa e spesso smette di respirare per un po '.

I sintomi concomitanti della malattia sono spesso naso che cola e compromissione dell'udito. Si presentano perché il rinofaringe è associato ai passaggi nasali e alla tromba di Eustachio dell'orecchio medio.

Certamente, è impossibile fare una diagnosi sulla base dei segni con precisione, ed è impossibile vedere le adenoidi da soli, quindi, prima di essere trattato, dovresti essere esaminato da un otorinolaringoiatra. Esaminerà il nasopharynx con l'aiuto di specchi speciali, e quindi nominerà radiografia, esame endoscopico o tomografico. Queste tecniche ti permettono di determinare la diagnosi e decidere se rimuovere l'organo o no?

Gradi di adenoidi quando viene indicato un intervento chirurgico?

Le adenoidi possono raggiungere grandi dimensioni e bloccare completamente la faringe. Il quadro clinico, così come l'opzione di trattamento, dipende in gran parte dallo stadio di sviluppo delle adenoidi.

La tabella descrive il grado di adenoidi, la loro distribuzione e le opzioni di trattamento:

Va ricordato che le persone con lo stesso stadio possono avere sintomi diversi! Pertanto, le circostanze di ciascun paziente devono essere considerate singolarmente.

Secondo gli standard mondiali, la rimozione delle adenoidi negli adulti e nei bambini viene effettuata se causano:

  • russamento persistente pesante e apnea ostruttiva del sonno;
  • blocco nasale (il paziente respira prevalentemente attraverso la bocca);
  • otite media più di 4 volte l'anno;
  • sinusite ricorrente;
  • deformazione delle ossa del viso nei bambini.

Se non si esegue un'operazione con tali sintomi, è irto di gravi complicazioni, come perdita dell'udito, rinite cronica e sinusite, problemi di sviluppo mentale e persino la morte dalla respirazione durante il sonno!

Eliminare le adenoidi o no?

Recenti studi hanno dimostrato che la rimozione delle adenoidi nei bambini può aumentare il rischio di sviluppare altri problemi, come allergie, asma e infiammazioni croniche delle vie aeree. Questo è il motivo principale per cui i bambini non hanno fretta di fare un'enotostomia. Inoltre, qualsiasi intervento chirurgico è uno stress emotivo e la possibilità di complicanze. Pertanto, la chirurgia durante l'infanzia dovrebbe essere presa in considerazione solo se le adenoidi causano problemi gravi e non ci sono alternative ovvie alla chirurgia.

In tutte le situazioni in cui puoi aspettare, devi provare i metodi conservativi. Forse la causa dell'ipertrofia è l'infiammazione e può essere fermata con i farmaci.

D'altra parte, sebbene le tonsille siano importanti per un sistema immunitario in via di sviluppo, possono fare più danni che benefici. A un certo punto, diventeranno semplicemente una fonte di infezione che indebolirà l'immunità e influenzerà negativamente altri organi ENT. E le grandi adenoidi minacciano anche la salute e lo sviluppo normale del paziente. Pertanto, in presenza delle indicazioni precedentemente menzionate, l'operazione deve essere eseguita anche nei bambini molto piccoli. La rimozione delle adenoidi nei bambini aiuterà a eliminare rapidamente i sintomi della malattia. Anche il naso e le orecchie tornano alla normalità. E, soprattutto - l'operazione evita complicazioni.

Quando ea quale età è meglio rimuovere le adenoidi in un bambino? Se la malattia si è sviluppata in un bambino in 2-3 anni e provoca gravi inconvenienti, allora è meglio eseguire un'enotostomia, sebbene vi sia la possibilità di riformare le adenoidi, poiché il tessuto linfoide continuerà a crescere. Ma i genitori di bambini di 7-8 anni possono già pensare di aspettare un paio d'anni prima che le adenoidi non si risolvano da sole. Ma puoi aspettare se il bambino ha ancora la respirazione nasale e non ci sono complicazioni.

Per gli adulti, le tonsille ipertrofiche sono completamente inutili, quindi la rimozione dell'adenoide negli adulti può essere fatta per qualsiasi motivo, perché le vegetazioni non scompariranno da sole.

Video informativo

Controindicazioni all'enotostomia

Ci sono diverse situazioni in cui l'adenoidectomia non può essere eseguita. Le controindicazioni includono:

  • anomalie del palato del paziente;
  • scarsa coagulazione del sangue;
  • malattie del sistema cardiovascolare;
  • la gravidanza;
  • onkoopuholi;
  • eventuali malattie infiammatorie nella fase acuta.

Inoltre, la relativa controindicazione ha meno di due anni.

Come vengono rimosse le adenoidi nei bambini e negli adulti?

Le adenoidi vengono rimosse in anestesia locale o generale, l'operazione dura non più di 20 minuti. L'operazione è eseguita da un chirurgo otorinolaringoiatra. Durante l'adenotomia, la bocca del paziente viene tenuta aperta con un dispositivo speciale. Inoltre, l'operazione può essere eseguita attraverso il naso.

Il medico rimuoverà le adenoidi usando uno dei metodi:

  • classico (con un coltello);
  • endoscopia;
  • laser;
  • metodo di cobilazione (adenotomi al plasma freddo);
  • congelamento.

Il metodo viene scelto in base allo stadio della malattia e all'effetto desiderato, nonché alle capacità del paziente.

Diversi chirurghi preferiscono metodi diversi. In realtà, non ci sono prove convincenti che ogni particolare metodo sia migliore di un altro. Soprattutto, il medico era esperto e ha utilizzato la tecnica con cui è familiare.

Preparazione per l'adenotomia

Prima dell'intervento chirurgico, il paziente deve sottoporsi a un esame completo, compreso l'esame del nasofaringe con un endoscopio, i raggi X, il sangue e le analisi delle urine. Ai pazienti adulti viene prescritto un ECG per controllare le condizioni del cuore.

Se durante l'esame è stato stabilito che le adenoidi sono allo stadio di adenoidite acuta, viene prescritto un ciclo di antibiotici e altri farmaci per il trattamento di questa condizione. Quindi il paziente viene esaminato nuovamente e quindi viene prescritto il giorno dell'intervento.

I bambini dovrebbero essere preparati emotivamente per l'adenotomia. I genitori dovrebbero dire al bambino cosa lo sta aspettando e perché lo faranno.

Devi anche ricordare alcune regole:

  • Una settimana prima dell'intervento, non puoi prendere medicine senza il permesso del medico. Alcuni di essi possono influire sulla coagulazione del sangue;
  • 6 ore prima dell'enotostomia non puoi mangiare o bere nulla. Uno stomaco pieno aumenta le probabilità di complicanze anestesia.

Prima dell'operazione stessa, il naso e la gola del paziente vengono puliti con una soluzione antisettica. Quindi, fai l'anestesia.

Anestesia durante la rimozione delle adenoidi

L'anestesia per l'adenotomia è necessaria in modo che il paziente non avverta dolore e non si muova, altrimenti l'operazione può essere completata con complicazioni. Per rimuovere le adenoidi negli adulti, può essere utilizzata l'anestesia locale. L'area del rinofaringe viene irrigata con una speciale soluzione anestetica e l'area operata diventa insensibile. Questo metodo ha meno effetti collaterali, ma non è adatto ai bambini.

È meglio che i bambini facciano anestesia generale in modo che dormano durante la procedura e non sentano nulla. Naturalmente, l'anestesia generale può avere complicanze come vertigini, nausea e vomito, ma nel mondo moderno sono stati inventati tipi di anestesia leggera. Funziona per un breve periodo di tempo, quindi il rischio di effetti collaterali è minimo.

Chirurgia classica adenoidale

L'adenotomia classica è chiamata rimozione delle adenoidi da un coltello a forma di anello - l'adenoma di Beckmann.

Viene selezionato in base alla dimensione del rinofaringe. Fasi della procedura:

  • il paziente è sistemato su un divano, si fissa la testa, fa l'anestesia generale;
  • lingua premuta con una spatola;
  • metti un coltello attraverso la bocca fino al nasopharynx e posizionalo in modo che il tessuto tonsillare si trovi al centro dell'anello dell'adenatoma. Il processo è controllato da uno specchio faringeo o un endoscopio;
  • con un movimento acuto, le adenoidi vengono tagliate, dopo di che cadono nella cavità orale o in un compartimento speciale, da dove vengono tirate con una pinza. Il medico può usare un dispositivo elettrico per aiutare a fermare il sanguinamento. Successivamente, la ferita si rimargina.

Il metodo classico è semplice e veloce, è stato usato per un tempo molto lungo per trattare le adenoidi di vari gradi, ma è associato ad un alto rischio di recidiva. Pertanto, negli ultimi tempi, sono stati inventati molti metodi alternativi che consentono la rimozione del tessuto linfoide ipertrofico con traumatizzazione minima dei siti sani della faringe.

Adenotomia endoscopica

L'adenoidectomia endoscopica transorale è la possibilità di rimuovere le adenoidi negli adulti e nei bambini con un endoscopio. Gli stadi dell'operazione sono quasi gli stessi dell'enotostomia classica.

All'inizio del paziente apri e fissa la bocca. Quindi viene inserito l'endoscopio. Una telecamera montata proietta l'immagine su un monitor. Il curettage della massa principale delle adenoidi viene effettuato con l'aiuto di un rasoio e i tessuti residui vengono rimossi con una pinza. Allo stesso tempo, il sangue speciale viene risucchiato via. Alla fine della procedura, un tampone può essere inserito nel rinofaringe per alcuni minuti per arrestare l'emorragia.

Vantaggi dell'enotostomia endoscopica:

  • durante la procedura, il medico vede il rinofaringe, che consente di evitare lesioni di strutture importanti, ad esempio i buchi delle trombe di Eustachio;
  • la capacità di rimuovere completamente il tessuto adenoide;
  • La procedura non richiede attrezzature costose.

La durata e il costo della chirurgia endoscopica saranno leggermente più lunghi di quelli classici.

Rimozione laser delle adenoidi

Negli ultimi anni, il metodo di ablazione, cioè la distruzione dei tessuti senza incisioni chirurgiche sotto l'influenza della radiazione laser, sta guadagnando popolarità tra i chirurghi. Il raggio laser viene indirizzato al tessuto danneggiato e dapprima diventa bianco, quindi compresso ed evapora. In questo caso, il paziente avverte un minimo di dolore e il recupero si verifica molte volte più velocemente.

Diversi studi ben fatti hanno dimostrato l'utilità, l'efficacia e la sicurezza di questa tecnica. Rispetto al raschiamento, l'adenotomia laser è più accurata, più veloce e porta a una riduzione della perdita di sangue, poiché il laser ha proprietà cauterizzanti.
Crioterapia adenoidea

Questo è un altro metodo comune senza sangue per il trattamento delle adenoidi nei bambini e negli adulti. Per la crioterapia viene utilizzato un applicatore di azoto liquido. Viene portato a una tonsilla ipertrofica e congelato in più passaggi per 1-2 secondi. La temperatura ultra-bassa causa il congelamento locale e la morte dei tessuti. Il congelamento contribuisce anche alla rimozione dell'edema e dell'infiammazione in quest'area.

Nelle cliniche che praticano la crioterapia, promettono che un'operazione del genere sarà indolore, ma il dolore non può essere evitato. Inoltre, esiste la possibilità che le adenoidi non vengano completamente rimosse e dovrai ripetere la procedura.

La crioterapia ha le sue controindicazioni: è allergica al freddo e alla pressione alta.

Coblination adenoide

Cobalto è una tecnologia avanzata che utilizza il plasma per rimuovere in modo rapido e sicuro le adenoidi nei bambini e negli adulti. L'operazione viene eseguita con un danno termico minimo al tessuto sano circostante, senza causare molto dolore e sanguinamento. La tecnologia coblation consente di controllare la profondità dell'intervento e contemporaneamente fornisce resezione, coagulazione dei tessuti molli e emostasi dei vasi sanguigni. Il controllo durante l'intervento chirurgico viene effettuato con l'aiuto di un endoscopio.

Interessante da sapere! Grazie all'invenzione dei chirurghi al plasma a freddo, è diventato possibile trattare le persone con scarsa coagulazione del sangue.

Gli studi su pazienti sottoposti a codificazione delle adenoidi hanno dimostrato una rigenerazione più rapida. I pazienti ritornano alle normali attività e alla dieta normale più velocemente (2,5 giorni, rispetto ai 7,5 giorni dopo il normale intervento chirurgico). Ma i coblatori per l'adenotomia del plasma freddo non sono disponibili in tutte le istituzioni mediche e, di conseguenza, il costo della procedura è molto alto.

Il periodo di riabilitazione dopo la rimozione delle adenoidi

La maggior parte dei bambini sarà in grado di tornare a casa il giorno dell'intervento, ma gli adulti vengono lasciati in ospedale per 2-3 giorni, poiché la loro guarigione non è così liscia.

Durante il periodo di riabilitazione dopo la rimozione delle adenoidi, si possono notare i seguenti effetti collaterali:

  1. Disagio, mal di gola, febbre. Immediatamente dopo l'intervento chirurgico, molti pazienti segnalano un dolore minimo. Il giorno dopo, il dolore può aumentare e rimanere significativo per diversi giorni.
  2. Cattiva respirazione (alitosi) è comune per diversi giorni dopo la rimozione delle adenoidi mediante elettrochimica. Questo perché la parte posteriore del naso è leggermente carbonizzata. L'odore di solito scompare dopo pochi giorni.
  3. Lieve sanguinamento Ci sono pazienti che sono spaventati dal fatto che nel periodo dopo l'adenotomia nella saliva o nel muco dal naso ci sono impurità di sangue, ma questo non dovrebbe causare paura.
  4. Congestione nasale Può durare diversi mesi fino al completamento del gonfiore.
  5. Cambiamento vocale temporaneo. È comune dopo l'intervento chirurgico e di solito scompare dopo alcuni mesi.

Al fine di ridurre i sintomi nel periodo postoperatorio dopo la rimozione delle adenoidi con il funzionamento, devono essere assunti Paracetamolo o Ibuprofene (Nurofen). Aiuterà ad alleviare l'infiammazione e la febbre. Antibiotici o farmaci anti-infiammatori sono prescritti a discrezione del medico.

Per qualche tempo è meglio non lasciare che gli estranei vengano portati al bambino, poiché potrebbero inconsapevolmente infettarlo.

Il paziente deve mangiare bene. La dieta dopo aver rimosso le adenoidi include cibi leggeri, morbidi e freschi. Caldo dovrebbe essere evitato per almeno alcuni giorni. Anche se il bambino vuole mangiare subito dopo l'intervento, è meglio nutrirlo lentamente per prevenire la nausea e il vomito postoperatori. Per evitare il sanguinamento e la disidratazione, si raccomanda di bere molti liquidi.

Dormire e riposare dopo la rimozione delle adenoidi nei bambini e negli adulti, preferibilmente con una testa sollevata su diversi cuscini. Dall'attività fisica deve essere abbandonato per 2 settimane.

Riposo normale e corretta alimentazione dopo la rimozione delle adenoidi contribuisce alla guarigione con successo delle ferite postoperatorie!

I bambini di solito riprendono molto bene dopo l'adenotomia entro 2 settimane, ma gli adulti potrebbero aver bisogno di più tempo.

Complicazioni dalla rimozione di adenoidi negli adulti e nei bambini

La maggior parte dei pazienti tollerano abbastanza bene l'adenotomia, sebbene in rari casi ci siano serie complicazioni postoperatorie:

  1. Bleeding. Sanguinamento grave può verificarsi durante l'intervento chirurgico. Ciò può essere dovuto a problemi di coagulazione del sangue o chirurgia compromessa. Se hai già iniziato a sanguinare quando torni a casa, chiama un'ambulanza e mentre lei va, siediti con la testa tirata su e applica il raffreddore al naso.
  2. Reazione allergica ai farmaci utilizzati durante l'adenoidectomia. Segni di allergie comprendono gonfiore dei tessuti, arrossamento, prurito. Questa condizione richiede un trattamento urgente.
  3. Ostruzione delle vie aeree postoperatorie. Può verificarsi nuovamente da edema della lingua, nasofaringe e palato. Nei pazienti con una storia di apnea ostruttiva del sonno e ostruzione prolungata del tratto respiratorio superiore dopo adenotomia, può verificarsi edema polmonare, quindi questi pazienti devono essere attentamente monitorati dopo l'intervento chirurgico.
  4. Stenosi rinofaringea È il risultato di un'eccessiva cauterizzazione o l'uso di un laser. Le cicatrici si formano sul rinofaringe e si sovrappongono alle vie respiratorie nasali. Il trattamento richiede la chirurgia plastica.

Le adenoidi crescono dopo la rimozione? Infatti, le adenoidi rimosse da un bambino possono ricrescere. Il fatto è che è quasi impossibile rimuovere tutte le cellule del tessuto linfoide. Se dopo l'operazione il bambino ha sintomi di adenoidi, allora è necessario visitare di nuovo il medico.

Prevenzione delle adenoidi

Le raccomandazioni per la prevenzione delle adenoidi aiuteranno a prevenire la loro ricrescita:

  1. Mangia cibi ricchi di vitamine e minerali, includi verdure fresche e frutta fresca nella tua dieta. Una dieta equilibrata fornirà una buona immunità per combattere le malattie infettive.
  2. Trascorrere del tempo all'aperto.
  3. Ogni giorno, tratta la gola con acqua salata tiepida. Ciò contribuirà a migliorare la circolazione del sangue nella gola, nonché a pulire le mucose dai germi.
  4. Se hai una predisposizione per le adenoidi, non fumare e tenere il bambino lontano dal fumo di sigaretta. Le persone che fumano o inalano il fumo di sigaretta sono a maggior rischio di infezione.
  5. Nella casa, e specialmente nella stanza del bambino, deve esserci aria umida e fresca. Pertanto, è consigliabile eseguire una regolare ventilazione e acquistare un umidificatore.

I genitori dovrebbero essere attenti ai loro figli. Inoltre, non trascurare il parere di un medico. Quindi il bambino crescerà sano e sarà meno probabile che venga disturbato dalle malattie otorinolaringoiatriche.